Da receptionist a manager in sette mosse

2
2946

Da receptionist a manager e co-fondatrice di Star Staffing, una società di recruiting californiana.

La storia della trentenne Nicole Smartt ha tutti gli elementi di una parabola di vita avvincente. Passione, tenacia, un’analisi costante dei propri limiti, sono gli ingredienti che hanno permesso alla giovane manager di ottenere successi professionali e riconoscimenti.

Non ultima l’intervista sulla prestigiosa rivista Forbes, nella quale, Nicole spiega quali sono stati i passi che ha dovuto compiere per vincere la sua sfida personale. Per venir cioè fuori da un ambiente nel quale non era apprezzata e realizzare la propria impresa.

Sette sono le componenti che le hanno permesso di arrivare in alto. Sette attitudini, alcune naturali, alcune acquisite nel corso del tempo, che la stessa Nicole ha raccontato alla rivista americana.

Vediamo, attraverso, la sua esperienza, quali sono le caratteristiche che bisogna possedere per passare da receptionist a manager in poco tempo!

[styled_list style=”check_list” variation=”hotpink”]

  • Passione significa a volte fare cose che non ami.  “Quando iniziai la mia carriera come receptionist – racconta Nicole – mi furono dati una serie di compiti davvero noiosi. Nonostante non li amassi particolarmente, sfruttavo ogni occasione per chiedere sempre più lavoro e acquisire nuove conoscenze”  Non che lo facesse per ottenere le gratificazioni dei suoi capi che, come lei stessa racconta, non ottenne mai: “Lavoravo duramente e mi furono dati sempre nuovi lavori da svolgere. Ma con zero apprezzamento da parte dei miei superiori. Ma siccome amavo il mio lavoro, non permisi a nessuno di abbattermi.”
  • Tenacia e capacità di non arrendersi davanti alle difficoltà.  “La fase di startup dell’agenzia che avrei creato fu delle più difficili. C’erano circa 30 aziende alle quali mi rivolgevo ma eravamo degli sconosciuti. Non so quante porte in faccia ho ricevuto.” Fino a quando un primo “sì” le diede la forza di proseguire lungo la sua strada: “Il vice presidente delle Risorse Umane di una di queste aziende, quella che diventerà poi il mio più grande cliente, mi disse di non tornare più poiché non si sarebbe mai servito della mia agenzia. Ciò nonostante, continuavo a trascorrere il mio tempo a cercare diverse tecniche per persuaderlo. Continuai a chiamarlo finché non ottenni un appuntamento. Alla fine lui cedette e riuscii a piazzare 20 dei miei candidati nella sua azienda” .
  • Apprendere, leggere ed imparare. Sempre. A chiunque voglia seguire i suoi passi, Nicole consiglia di “diventare un contenitore di informazioni”. Avverte però che per farlo bisogna leggere molto: “Nella mia carriera, di speaker e venditrice, ho sempre letto molto. Il modo migliore per investire in sé stessi è leggere ed informarsi. Continuamente”.

 

  • Il passaparola è il pane del successo.Abbiamo bisogno di persone che comprino i nostri prodotti e servizi. Più “connessi” noi saremo con loro, più impareremo da loro, più successo avremo.” Per Nicole, prima di diventare leader di un’azienda bisogna essere leader della propria comunità. Interagire con la gente del posto e capire i loro bisogni. Questo perché: “il passaparola è il modo più veloce per costruire il tuo business, il tuo brand e il tuo conto in banca”.
  •  Essere sempre consapevole dei propri obiettivi. “Sono sempre stata convinta – racconta Nicole – che avrei creato una mia società prima di compiere 30 anni.”  Per non dimenticare i suoi obiettivi, Nicole ricorreva ad alcune forme di promemoria che per alcuni potrebbero apparire maniacali “Attaccavo ovunque post-it con gli obiettivi che mi prefiggevo nella mia vita. E quando dico ovunque, intendo ovunque: sul frigorifero, sugli gli armadi, dentro gli armadi, sullo specchio, in ufficio, in macchina. Vedere i miei obiettivi dappertutto mi motivava costantemente e mi avvicinava, in qualche modo, sempre di più ai miei sogni”.
  • La disciplina è una delle chiavi essenziali per riuscire. “Noi tutti facciamo sacrifici per ottenere quello che vogliamo. Fondare una compagnia è come fare un matrimonio. È un impegno costante. E come ogni impegno richiede disciplina. E tu sei pronto a fare sacrifici?”
  • Gestire il proprio tempo con un occhio al futuro.  Nicole ci svela un piccolo trucco per gestire al meglio il proprio tempo e costruire passo dopo passo il proprio futuro imprenditoriale: “Scrivi una lista delle cose più importanti che intendi fare nel giorno successivo in ordine di importanza. E realizza sempre le prime due nella mattinata. In questo modo non importa quello che avrai fatto nel resto della giornata. Potrai sempre spuntare due priorità dalla tua lista giornaliera.”
[/styled_list]
Cosa pensate dei consigli di Nicole? Pensate che potrebbero essere utili anche per la vostra vita? 

 Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Da receptionist a manager…

    Da receptionist a manager e co-fondatrice di Star Staffing, una società di recruiting californiana. La storia della trentenne Nicole Smartt ha tutti gli elementi di una parabola di vita avvincente. Passione, tenacia, un’analisi costante dei propri limi…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.