fbpx

Dal riciclo al business: la sfida di Controprogetto

Con materiali di scarto (parquet, tapparelle, finestre, doghe…) realizzano tavoli, librerie, specchiere, complementi d’arredo…

Sono i ragazzi di Controprogetto, laboratorio a Milano che ridà nuova vita a oggetti destinati alle discariche.

Il team è composto da quattro persone tutti con laurea alle spalle (Architettura, Disegno Industriale, Giurisprudenza).

Tra loro c’è Valeria Cifarelli, 35 anni, pugliese. L’abbiamo raggiunta per saperne di più.

Come nasce l’idea?

Ci siamo conosciuti all’università. Avevamo tutti voglia di fare qualcosa di diverso, di creare qualcosa che ci appassionasse. Abbiamo iniziato a imparare il mestiere di artigiani in uno spazio abbandonato (la Stecca degli Artigiani, ndr). Dopodiché abbiamo creato un’associazione. Dopo la laurea abbiamo fondato una snc e aperto il nostro laboratorio».

Come funziona il business?

Progettiamo e realizziamo arredi, interni, scenografie. Con il tempo abbiamo creato una rete con artigiani e allestitori che ci inviano il loro materiale di scarto. A loro conviene perché risparmiano sul trasporto dei rifiuti. Noi, sulla base di ciò che ci viene dato, creiamo un prodotto. La parte bella è che non abbiamo progetti predefiniti. Ci adattiamo alla materia che riusciamo a reperire. Questo ci dà massima creatività».

ancora

Come avete finanziato l’idea e come la promuovete?

I primi anni alla Stecca degli Artigiani sono stati fondamentali. Non pagavamo l’affitto e potevamo rischiare, sperimentare e ascoltare i consigli degli altri artigiani dello spazio. Decisiva per noi è stata la vittoria a un bando della Camera di Commercio. Così siamo partiti. Ci promuoviamo con il passaparola, non spendiamo molto in comunicazione. Alcuni valori (riuso, sostenibilità) si trasmettono quasi naturalmente».

Da laureati ad artigiani. Perché questo percorso?

Tutti abbiamo un’attitudine per il lavoro manuale e ci piaceva fare qualcosa di diverso rispetto a stare sei sette ore al pc a disegnare progetti. Vogliamo vedere realizzati i nostri prodotti e per questo ci sentiamo più vicini agli artigiani che ai progettisti».

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Consigli ai giovani che vogliono intraprendere una strada come la vostra?

Di sicuro partecipare a bandi poiché noi così abbiamo potuto investire in macchinari e strutturarci. Avere tanta pazienza perché i risultati si vedono nel tempo. E infine fare un lavoro che piace. È questo il nostro più grande privilegio».

INFO: http://www.controprogetto.it/

Giancarlo Donadio

Smau 2023 sbarca a San Francisco

Dopo il successo di Milano, il programma della nuova stagione con l’esordio a maggio in California.   Smau, la fiera italiana numero uno in tema

La pasta made In Italy è sempre un buon business

Frescobaldi annuncia la sua prima produzione di pasta.   Frescobaldi, uno dei principali brand del vino italiani entra nella produzione della pasta con Tirrena. La nuova

New York: il sogno della grande mela

Sogno e business: che cosa offre NY a chi vuol fare impresa. Testimonianze dalla comunità degli italiani che ci lavorano.   New York incarna, più

Singapore, attrazione strategica

Sempre più capitali e investitori scelgono la Città-Stato asiatica. Stabilità politica, servizi finanziari e qualità della vita, ma anche tech, innovazione e sostenibilità.   Tra

Cambio vita e mi trasferisco

Stipendi: 5/6.000 euro al mese un operaio, 6/7.000 un insegnante, 9/10.000 un medico. Aprire una società è molto più semplice che in Italia. Come ottenere

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.