Franchising di successo: 31 idee per fare impresa

1
39453

Franchising di successo e nuove idee in franchising

Investimenti per tutte le tasche e in tutti i settori. I franchising di successo continuano a funzionare e a riservare tante opportunità per nuovi imprenditori. Reportage esclusivo dal Salone di Milano

Sobrietà e concretezza. Sono le caratteristiche del Franchising & Trade, edizione 2010, il Salone del franchising che si è tenuto a Milano a fine ottobre. Nessun eccesso, stand essenziali finalizzati a trasferire efficacemente i progetti e i format di affiliazione che stanno cercando una penetrazione o un rilancio nel mercato. 179 i marchi presenti, molte le new entry, significative le conferme di marchi storici. Millionaire c’era. Al nostro stand, numerose le visite e le manifestazioni di stima da parte dei lettori. E ce n’erano tanti, in cerca di dritte, alcuni diventati franchisor anche grazie agli spunti e alle idee trovate sulle pagine della rivista o nei nostri siti: www.nuovo.millionaire.it e www.franchisingcity.it. Per quattro giorni siamo diventati un polo di consulenza gratuita, grazie al nostro esperto in sviluppo reti, Luca Fumagalli, che ha offerto ai franchisor un check-up del loro format e che ha anche tenuto tre gremitissime conferenze: Diventare franchisee in 10 mosse, dedicata a chi vuole firmare un contratto di franchising ed entrare in una rete; Ma il franchising mi conviene?, in cui tanti hanno trovato risposte brevi ai dubbi più frequenti sull’affiliazione; Il recruiting efficace, per gli affilianti alle prese con l’organizzazione di una catena. I pareri degli esperti e l’interesse da parte del pubblico confermano che il franchising, più che mai in tempi di crisi, è un sistema che genera profitti e può agevolare l’avviamento di impresa.

Non solo: le reti attive creano migliaia di posti di lavoro e reddito per tante famiglie.

Confimprese, che associa un centinaio di insegne, tra gdo, reti dirette e franchisor, ha presentato una ricerca che evidenzia un trend significativo: il franchising sostiene il tasso occupazionale. Ma quali sono i settori più promettenti, quelli dove le reti sono in fase di ricerca attiva di affiliazioni? Millionaire, dal suo osservatorio privilegiato, ha notato alcune tendenze, opportunità commerciali che si affermano anche nella crisi. Al primo posto, la ristorazione. Presenti quest’anno sia Mc Donald’s sia Burger King, a contendersi il target delle famiglie in cerca di pasti di qualità controllata a prezzi abbordabili. Burger King (www.burgerking.it) porta avanti il restyling dei locali, così Mc Donald’s (www.mcdonalds.it), che dichiara crescita di clienti e fatturati e ha creato un format di caffetteria e menu salutari basati su prodotti igp italiani. Per la prima volta, anche Roadhouse grill propone il suo franchising (www.roadhousegrill.it). Molti altri i format presenti, tra l’etnico e la gastronomia regionale, con particolare attenzione al cibo d’asporto. Una chicca esotica: il Jamaica Happy Pub, un locale che ricrea il mood giamaicano, con arredi in legno, bancarelle di frutta, piante tropicali e musica caraibica, dove gustare rum e frutta esotica. Venti locali nel Nord Italia e l’obiettivo di ampliare la rete in franchising. Investimento richiesto? 120mila-130mila euro per un locale di circa 300 mq. (www.jamaicandream.com).

Lo yogurt ha avuto una presenza massiccia al Salone, con cinque format di punti vendita. Il prodotto incontra il gusto della gente, perché è goloso, ma risponde a una diffusa esigenza di leggerezza. Yo-Yogurt (www.yoyogurt.com) ha rinnovato la sua proposta di doppio format, caffeteria-yogurteria, che sopperisce alla stagionalità del prodotto. Analoga strategia per Yogorino (www.yogorino.com), che però punta sulle crêpes e sull’espansione internazionale. Yogin dopo cinque anni di test, porta in fiera il suo prodotto studiato per i celiaci. Altri, come Yogold (che punta anche sulla gelateria tradizionale, www.yogold.it) e Yogurtisland (www.yotech.it), insistono sulla freschezza del prodotto. Seguono le insegne che si occupano di bambini. Per loro non si risparmia, né in prodotti né in servizi. Presenti catene di abbigliamento (Cyrcle band), centri ludici, asili (Marsupio, www.marsupio.org). Tra le novità anticrisi, T.riciclo, format innovativo per la vendita di abbigliamento usato e in stock. E le mini-amache coloratissime, che ondeggiano con il respiro del neonato, da Marañon, primo negozio in Italia specializzato in amache, al suo debutto in franchising e in cerca di master regionali (www.maranon.it).

Evitare gli sprechi e rispettare l’ambiente: l’ecologia è l’imperativo dei negozi dove si possono acquistare detersivi e prodotti alla spina, riciclando i contenitori in plastica, C’è chi offre servizi di sanificazione e pulizia a domicilio basati sul vapore (Vap express). E negozi di prodotti e servizi per il risparmio energetico (Energy store, Eco GreenStore, www.ecomaxistore.it). Infine, depuratori e gasificatori per rendere buonissima l’acqua del sindaco (Goccy, di Gp water, www.goccy.it).

Trovare soldi. Il bisogno di denaro favorisce la nascita di agenzie per la concessione di crediti. Molte le presenze al salone di insegne, alcune al debutto, altre con qualche anno di esperienza alle spalle: Adessomoney (www.adessomoney.it), Credeasy (www.credeasy.it), Creditfamily (www.creditfamily.it), Frimm Mediazione Mutui & prestiti (www.frimm.com), Uniplus. Alla grande anche i negozi che propongono il ritiro o la permuta di oro usato: Oro in euro porta in fiera il suo restyling, i gioielli vintage e il coinvolgimento dei gioiellieri tra i suoi affiliati. Euroxoro (www.euroxoro.it), format nuovo “di zecca”. E per chi cerca la botta di fortuna, le sale per giocare on line (Italy Poker). Alla grande le insegne che offrono servizi per privati e imprese, come poste e spedizioni. Ben visibili i competitori di Mail Boxes Etc., che a loro volta devono strutturare reti locali in grado di dare servizi più veloci, affidabili ed economici delle Poste italiane: La Nuova Posta (www.lanuovaposta.it), Poste & Comunicazioni private (50 agenzie, in fase di riorganizzazione ed espansione, grazie a un accordo quadro con l’Andac, l’Associazione nazionale dei delegati Aci, www.posteprivate.eu), Poste & Poste (www.posteposte.it), Sailpost Spa (che conta già su 192 affiliati e 33 subagenzie, www.sailpost.it), Smmart post (33 agenzie, un metodo di recapito avanzato, con controllo tecnologico satellitare per verificare con immediatezza la ricezione, www.smmart.com), Xpress Srl (www.xpress-italy.com).

Grande riconversione per le reti di videoteche, che lasciano il posto ai negozi automatici, dove si può acquistare di tutto, dai gratta e vinci alle ricariche telefoniche, dagli snack ai pasti caldi fino agli integratori per il fitness (Mimi Sport, www.mimisport.eu). Presenti, con veri supermercati 24ore24, Automatic free Shop (www.nuovavdeinternational.com), Dinamika Trades, Openshop 24 (www.openshop24.it). Ammiccano anche i toy a luci rosse nei sexy shop automatici. In mostra, con discrezione per garantire la privacy di chi acquista e allettare i visitatori della mostra, Voglia di Business di Area Self (www.negoziautomatici.it).

1.       L’arte del mosaico si evolve

L’idea:  mosaico digitale Il prodotto finale è un mosaico realizzato a partire da foto e opere pittoriche. Se prima si lavoravano il vetro e la pietra, oggi nuove tecnologie permettono di utilizzare la resina, con l’apporto fondamentale del digitale. La produzione è on demand. Costa al cliente da 100 a 150 euro al mq. L’obiettivo è creare una rete di distribuzione capillare sul territorio.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2008.

Affiliato È inserito nel mondo dell’arredamento e ha contatti con arredatori, architetti e posatori.

Punto di forza Prodotto innovativo, ornamentale e artistico. Non ci sono royalty né giacenze di magazzino. I margini sono del 40%.

Investimento Fee iniziale 8.000 euro (arredamento e know-out per un negozio di almeno 20 mq).

INFO: Salvatore Pepe, Pepe&Con Srl, tel. 080 3255940, www.mosaicodigitale.it

2.       Meglio di una gioielleria

L’idea: oro in euro

Un posto dove convertire oro e preziosi in denaro. Ma anche permutare i propri gioielli in altri. Oppure acquistare un regalo, a prezzi convenienti rispetto alle gioiellerie. Obiettivo: aprire 20 centri. Interesse per Spagna e Francia.

Nascita dell’idea 2001.

Lancio del franchising 2002.

Affiliato Gioielliere o anche senza alcuna esperienza in merito.

Punto di forza La casa madre garantisce il ritiro dei metalli preziosi acquistati al fixing del giorno di ricezione della merce e il pagamento immediato con bonifico.

Investimento Pacchetto Full: 10 mila euro, ritiro e rivendita preziosi, royalty 1,5%. Pacchetto Free: nessuna fee, royalty 5%. Pacchetto Gold (per gioiellerie): 5mila euro, royalty 5%.

INFO: Nicola Laurenza, Oro in Euro Spa, tel. 0331 799920, www.oroineuro.it

3.       Tigelle per mangiare in giro

L’idea: mangingiro

Piccolo ristorante con un piatto forte: la tigella, che sembra una mini piadina e ha molti vantaggi: è sana, digeribile, economica. Il punto pilota è a Bologna, il primo affiliato a Verona.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2009.

Affiliato Il know-how è trasmesso dal franchisor; servono tre persone per locale.

punto di forza Il progetto è nato da un gruppo di soci prima attivi nel mondo della comunicazione e del food. Non si cuoce, non si frigge, non c’è bisogno di canna fumaria.

Investimento 10mila euro (fee per un locale da 20 mq, allestimento 1.000-1.500 euro al mq); royalty 3%. Previsti corner e un più articolato ristorante eat-it.

INFO: Giuseppe Boccuzzi, Mangingiro, tel. 051 8491030, www.mangingiro.it

4.       Solo menu a base di patate

L’idea: mr.kumpir

Creare anche in Italia una catena di ristoranti in cui il menu ruota intorno alle patate al forno, condite in vari modi diversi, in abbinamento ad altri alimenti (carne, frutta, dolci…). L’insegna ha già una trentina di locali aperti, anche all’estero. Il franchising è nato in Turchia, il master franchisor per l’Italia è Onur Aydas.

Nascita dell’idea 2006.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Si richiedono attenzione al cliente, apertura mentale, respiro internazionale.

Punto di forza È una formula di ristorazione economica, semplice e nuova per l’Italia.

Investimento Fee 12mila euro (progettazione del negozio, istruzioni per realizzare i piatti…), royalty 250 euro al mese; il franchisor è in parte fornitore della merce.

INFO: Onur Aydas, Mr.Kumpir, www.mrkumpir.com, tel. 030 97185513

5.       Detersivi self service

L’idea:  saponando

Ogni volta che compriamo un detersivo sprechiamo un contenitore di plastica, con grave danno per l’ambiente: perché non riutilizzare sempre lo stesso bottiglione e rifornirci alla spina? I negozi sono provvisti di erogatori da 30 litri per i prodotti di qualità per l’igiene personale e di 200 litri per i detersivi per la pulizia della casa. Un camion provvisto di pompa li rifornisce periodicamente.

Nascita dell’idea 2006.

Lancio del franchising 2007.

Affiliato Non è necessaria esperienza nel settore.

Punto di forza L’ecologia è il business del futuro e contribuisce a migliorare l’ambiente in cui viviamo. I prodotti di qualità possono battere la concorrenza.

Investimento 15.900 euro (per il format “medium” 50 mq con 18 rubinetti).

INFO: Gaetano Virdone, Saponando Srl, tel. 368 7390288, www.saponando.it

6.       Dolce yogurt anche per celiaci

L’idea: yogin

Lo yogurt classico proprio non piaceva a Sandra Russello, ideatrice di questa formula alternativa, su cui ha studiato con l’aiuto di un chimico alimentare per alcuni anni. Un prodotto per tutti, ma buono anche per i celiaci: non acido, senza glutine, con pochissimi grassi (solo il 3%) e il glucosio al posto dello zucchero.

Nascita dell’idea 2007.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Non è richiesta esperienza specifica.

Punto di forza. La ricetta Yogin è diversa da tutte le altre e il semilavorato è fornito dall’affiliante. La rete è piccola, con il punto pilota a Orio al Serio (Bg) e ambizioni di espansione all’estero.

Investimento 20mila euro (per un chiosco in un centro commerciale, 50mila con i macchinari).

INFO: Sandra Russello, tel. 320 9572221, www.yogin.it

7.       Self service fiorito

L’idea: rapid flore

Un negozio di piante e fiori recisi low cost aperto 24 ore su 24, dove acquistare composizioni già confezionate con la formula self service, o mazzi da comporre a piacimento del cliente. Il punto vendita si colloca su strade di grande passaggio, i prodotti sono esposti sul marciapiede, con prezzi ben visibili. Il format è nato in Francia ed è presente in Belgio, Spagna e Portogallo.

Nascita dell’idea 1995.

Lancio del franchising 2008 in Italia.

Affiliato Non è richiesta esperienza nel settore, ma la conoscenza del pacchetto Office.

Punto di forza È una formula che rappresenta una grande novità per il mercato italiano. Un sistema centralizzato suggerisce gli ordini da effettuare settimanalmente in base a statistiche sull’andamento del mercato.

Investimento Da 24mila euro (per 80 mq, più 2.500 euro per hardware e software). Fee d’ingresso, 15mila euro. Royalty: 5%.

INFO: Guy Collet, Floria Creazione Srl, tel. 392 9706539, www.rapidflore.it

8.       Alla fonte del suono

L’idea: m2m sound

Negozi che distribuiscono un prodotto innovativo, di tecnologia e brevetto italiani. Si tratta di amplificatori e sorgenti audio che consentono di “sonorizzare” qualsiasi superficie. Così, la vetrina di un negozio può parlare, comunicando ai passanti le offerte commerciali.

Nascita dell’idea 2005.

Lancio del franchising 2009.

Affiliato L’installazione del prodotto è semplice, ma sono gradite conoscenze tecniche e del settore.

Punto di forza  Offrono una tecnologia nuova, avveniristica, a buon mercato (impianti per un negozio a partire da 200-300 euro), con molteplici applicazioni, per clienti aziendali e privati.

Investimento 25mila euro (per l’allestimento del negozio e un primo kit di prodotti).

INFO: Fiorenzo Moccia, M2M Sound Italia Srl, tel. 02 36708381, www.m2sound.com

9.       Saponi ALLA SPINA

L’idea: my house

Compri solo quello che serve. Senza plastica inutile. I negozi affiliati offrono distributori di detersivi ecocompatibili alla spina. L’affiliante fornisce i detersivi.

Nascita dell’idea 2007 (1957, l’azienda produttrice).

Lancio del franchising 2008.

Affiliato Predisposizione al commercio, voglia di crescere.

Punto di forza  I detersivi sono ecocompatibili, i recipienti sono usati in media 15 volte; il negozio è a basso consumo energetico e impatto ambientale. E fino a marzo 2011 chi si affilia non dovrà pagare né fee né royalty.

Investimento 25mila euro (per una macchina a otto erogatori, in una superficie minima di 40-60 mq).

INFO: Daniele Incorvaia, Inca Detergenti Srl, tel. 0933 934635,

www.franchisingmyhouse.com

10.   Patatine in automatico

L’idea: dinamika trade

Distributori automatici di patatine Pringles a funzionamento meccanico o elettronico: già 40 gli affiliati.

Nascita dell’idea 2009.

Lancio del franchising 2009.

Affiliato Senza preclusioni.

Punto di forza Distributori di grande impatto. Il franchisor organizza corsi tecnici e pratici. Margine prospettato al franchisee: 50%. Con 20 distributori, un impegno di sei ore la settimana e la vendita di cinque confezioni al giorno, il franchisor prospetta fatturati di circa 3.400-4.000 euro al mese.

Investimento 25mila euro (per 20 distributori con 1.000 confezioni di patatine).

INFO: Chiara Pavan, Dinamika trade Srl, tel. 0425 958633, www.pringlesitalia.it

11.   Mozzarella di bufala e NON SOLO 

L’idea: bocconcì

Polpette di caciocavallo, formaggio farcito di Montella, paccheri con ricotta e noci… Sono solo alcune delle prelibatezze tipiche campane servite nei locali Bocconcì, che propongono vendita al dettaglio e somministrazione sul posto. La rete ha 15 affiliati.

Nascita dell’idea 2003.

Lancio del franchising 2005.

Affiliato Appassionato di buona cucina con un pizzico di fantasia.

Punto di forza Non sono previste royalty. Il fatturato a regime è di circa 120mila-150mila euro annui. Non serve canna fumaria né personale specializzato.

Investimento Da 25mila euro per un punto vendita (più 5mila euro di fee), quattro i format.

INFO: Raffaele Russo, Bocconcì Srl, tel. 800 090199 www.bocconci.it

12.   Piccoli consumatori crescono

L’idea: cycleband

Vendono abbigliamento per bambini da 0 a 12 anni, ma anche accessori, scarpe, calze e intimo. I negozi Cycleband sono 40, di cui la metà di proprietà del franchisor.

Nascita dell’idea 2005.

Lancio del franchising 2008.

Affiliato Nessuna esperienza, ma con una fideiussione bancaria di 30mila euro.

Punto di forza Il conto vendita, che libera l’affiliato dagli strascichi dell’invenduto. Il rapporto qualità/prezzo della merce.  A regime il fatturato oscilla tra 180mila-600mila euro l’anno.

Investimento Da 20mila euro (per 80 mq), più 6mila euro per hardware e software. Royalty dell’1% sul venduto dal secondo anno di attività.

INFO: Nicoletta Maffessanti, Hrd Srl, tel. 035 4558211, www.cycleband.com

13.   La buona Sicilia per ogni portafoglio

L’idea: sadibuono

Diffondere le specialità enogastronomiche siciliane attraverso un negozio di prodotti tipici. Il consorzio Sicilia Barocca Export, che raggruppa 31 produttori, fornisce in conto vendita le prelibatezze a seconda della stagionalità o delle esigenze specifiche del negozio.

Nascita dell’idea 2006.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Chiunque creda nei prodotti di nicchia e ritenga che una distribuzione alternativa alla Gdo aiuti a preservare la qualità e l’integrità dei prodotti tipici.

Punto di forza Con un investimento ridotto e a basso rischio si dà forza ai piccoli artigiani, che hanno meno visibilità e potere commerciale.

Investimento 30mila euro (per 50 mq). L’investimento diminuisce se si usano arredi già esistenti, purché in stile (scaffalature in legno scuro).

INFO: Massimiliano Barone, consorzio Sicilia Barocca Export, tel. 339 7735595, www.siciliabaroccaexport.com

14.   Pulizia e sanificazione a domicilio

L’idea: vapexpress

Fornire a domicilio un servizio di pulizia e sanificazione di ambienti privati e commerciali, basato sull’utilizzo del vapore. È l’ultima idea imprenditoriale della Polti, l’azienda leader della pulizia al vapore, produttrice della Vaporella.

Nascita dell’idea 2010.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Chi ha già un’impresa che opera in questo mercato e desidera ampliare la sua offerta di servizi con il vapore.

Punto di forza Non richiede grandi capitali né un locale commerciale. Alle spalle c’è l’esperienza di un’azienda attiva da più di 30 anni nel settore del vapore.

Investimento 30mila euro (per furgoncino Fiat Doblò Cargo e gli apparecchi necessari a pulizia e sanificazione). Canone mensile di 208 euro per tutta la durata del contratto.

INFO: Daniela Pavesi, Vapexpress Srl, tel. 031 3542999, www.vapexpress.it

15.   Come ti salvo il negozio dei fotografi

L’idea: le foto dipinte

Dipinti su tela partendo da foto. Si offre questo servizio a fotografi che vogliono dare un plus alla clientela o aspiranti franchisee. Il laboratorio centrale è a Perugia, il format è stato testato a Crotone. Il dipinto è eseguito con l’intervento di artisti e una tecnica specifica, in cinque giorni. Un quadro 20×30 cm costa 99 euro, 20×80, 220 euro.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Non è richiesta esperienza. Le tecniche per trasferire le immagini e gestire il negozio si insegnano in un training di due settimane.

Punto di forza Ci sono ritratti per ogni gusto, da quelli realistici a quelli con tecniche alternative (pop art, matita…). Il dipinto aiuta a risolvere la crisi del negozio di sviluppo pellicole tradizionale.

Investimento Chiosco 32.500 euro (15 mq), 70mila euro (per 40 mq di negozio).

INFO: Luigi Falzetta, Zetta Srl, tel. 075 5991101, www.fotodipinte.it

16.   Cartucce ecologiche

L’idea: i.color

Il mercato della rigenerazione delle cartucce e di toner è quasi saturo. Ma I.Color punta su un servizio più professionale, prodotti di qualità e prospetta un bacino di utenza per ogni affiliato di 10mila persone.

Nascita dell’idea 1998.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Ex imprenditore che vuole diversificare il business, azienda a conduzione familiare.

Punto di forza Il business è ecologico. E può integrare un negozio di cartoleria o forniture per ufficio con un servizio in più.

Investimento 34.800 euro (negozio più laboratorio, ma è possibile anche fare solo un’attività).

INFO: Gionata Agostini, Automation System Srl, tel. 0444 750840, www.icolor.it

17.   Passeggini e culle sempreverdi

L’idea: t.riciclo

I bambini crescono velocemente e i loro vestiti sono utilizzati solo per pochi mesi. Passeggini, seggiolini e culle non servono più. Perché non cederli in conto vendita a un negozio dove qualcun altro potrà acquistarli a un prezzo conveniente? Non un mercatino dell’usato, ma un negozio “effetto boutique”.

Nascita dell’idea 2010.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Una mamma di 45-50 anni che abbia voglia di rientrare nel mercato del lavoro e che abiti in una zona “ad alta intensità di bambini”.

Punto di forza È un’attività a basso rischio. Non ci sono costi di magazzino perché la merce, se invenduta, dopo 90 giorni è data in beneficenza (o restituita al cliente). E non c’è esposizione finanziaria, perché tutto è in conto vendita.

Investimento Da 36mila euro per 120 mq (più 30 di magazzino). Fee d’ingresso, 15mila euro. Contributo di 550 euro per i primi tre mesi e di 1.000 euro per i successivi.

INFO: Massimiliano Monti di Adria, Pietrabrasa Srl, tel. 0422 1740551, www.triciclo.biz

18.   Prodotti sostenibili

L’idea:  I’ecò greenstore

Un punto vendita specializzato in prodotti ecosostenibili, in più settori: ambiente, prodotti per la persona e la famiglia, tecnologia, prodotti per la casa. L’offerta è completata da servizi: consulenze sul posto in fatto di normative, campi magnetici, diagnostiche su possibili rischi sanitari.

Nascita dell’idea 1993.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Diploma di scuola superiore e spiccata capacità di relazione con il pubblico.

Punto di forza Il mercato è in crescita e ancora agli esordi: l’opportunità è avere il vantaggio di iniziare per primi.

Investimento Da 39mila euro (per un negozio completo di merce di 80 mq).

INFO: Vittorio Tomasi, Alias-Tag Srl, tel. 055 305779, www.ecomaxistore.it

19.   Sala giochi reale: poker virtuale

L’idea: italypoker

Texas Hold’em on line, videolottery e slot machine lasciano i luoghi “bui e fumosi” ed entrano in un locale di design. Tavoli multimediali da 6 o 10 postazioni, vdl di design e slot machine. A completare l’offerta, un bancone per il servizio di caffetteria con l’offerta del caffè Posillipo.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Ha voglia di entrare in un settore che non conosce crisi.

Punto di forza Si può contare su un’azienda strutturata. La piattaforma ItalyPoker ha già 7mila-8mila giocatori fissi.

Investimento Da 39mila euro (per arredo 150 mq, noleggio delle macchine escluso).

INFO: Mirco Cavallo, C&E Holding Srl, tel. 335 5952699, www.italypoker.it

20.   Boutique a quattro zampe

L’idea: my pet folies

L’esperienza se la sono fatta con un negozio per animali a Brescia, che si distingueva dai concorrenti per l’ordine e l’immagine. Da lì è partito il progetto di un franchising di negozi di prodotti per animali, dall’abbigliamento al cibo e ai prodotti per la cura e l’igiene.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2008.

Affiliato Appassionati di animali, con un locale a disposizione.

Punto di forza L’assortimento di prodotti è elevato, la professionalità del franchisor è elevata, anche nella formazione del franchisee. Attenzione al servizio al cliente.

Investimento 39.500 euro (per la formula light); 49.500 (per la formula standard, la differenza sta nella quantità di merce); royalty del 4% per i primi sei mesi, del 7% per il resto del contratto.

INFO: Paolo Piredda, My Pet Srl, tel. 0312 73120, www.mypetfolies.com

21.   Metti il Messico in una t-shirt

L’idea: scorpion bay

Bassa California (Usa): onde altissime attirano i surfisti di tutto il mondo e la cultura americana incontra quella messicana. Alle atmosfere di quella regione si ispira una linea di abbigliamento sportivo. Lucio Mistri, oggi presidente della società, ha scoperto a Scorpion Bay il negozio di due surfisti californiani e ha importato il marchio in Europa.

Nascita dell’idea 1987.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Esperienza nel settore abbigliamento.

Punto di forza È un progetto con caratteristiche di “unicità”. Punto vendita non omologato e il prodotto, curato nei minimi particolari, riesce a “raccontare una storia”.

Investimento Da 42mila euro, per 60 mq (più 5mila euro per hardware e software). Fee d’ingresso, 5mila euro.

INFO: Jurij Roncan, Gipsy Spa, tel. 0350 772200, www.scorpionbay.com

22.   Focacce liguri ovunque

L’idea: focacceria

ligure e non solo

Propone 300 tipi di focacce e altro, tra cui pane fresco. In fase di lancio il format “caffè”, dove si consumano colazioni, merende, pizze, insalate, arancine.

Nascita dell’idea 1990.

Lancio del franchising 2007.

Affiliato Benvenuti anche 40-50enni in cerca di nuove prospettive, purché investitori.

Punto di forza L’offerta di pane monoprezzo rende l’affiliato un punto di riferimento anche in quartieri periferici e traina la vendita degli altri prodotti. L’attività è di semplice gestione, grazie a impasti congelati. Il franchisor dà aiuto per la creazione di impresa, convenzione con Confidi per i finanziamenti, tutor a disposizione.

Investimento 45mila euro (per il format basic); 75mila euro (formato plus); royalty 300 euro al mese.

INFO: Fabio Colombo, Rce group Srl, tel. 0331 576729, www.focaccerialigurenonsolo.it

23.   Tutto per l’energia

L’idea: energy store point

Due aziende si uniscono per completare l’offerta al cliente e creare un negozio che dà risposte “energetiche” a 360 gradi. Ibc Battery Company commercializza batterie per tutti i tipi di apparecchi, dall’orologio all’auto, ed Euro Master Energie installa impianti fotovoltaici e lampade a led. Il risultato è un negozio con 3.000 prodotti, compresi gazebo (8.500 euro) e pensiline fotovoltaiche per auto (29mila euro). Il progetto è aprire 50 negozi in un anno.

Nascita dell’idea Ibc, 1970, Euro Master Energie 2009.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Meglio un elettricista, che possa completare la vendita dei prodotti con l’installazione.

Punto di forza L’abbinamento dei due business attira il cliente che cerca il prodotto minuto, ma anche chi sta pensando al fotovoltaico.

Investimento 49mila euro (32mila l’avviamento più 17mila euro di magazzino).

INFO: Paolo Martinalli, Euro Master Energie, tel. 0172 561503, www.energy-store.it

24.   Ti faccio un prestito?

L’idea: adesso money

Prestiti personali e non solo: mutui e deleghe di pagamento, ora, sono disponibili anche per lavoratori dipendenti e pensionati. A partire dal Sud. La catena Adesso Money, franchising di servizi finanziari, conta due affiliati in Sicilia. Gli affiliati possono fornire una consulenza specialistica al cliente e hanno un’esclusiva di zona su un bacino d’utenza di 150mila abitanti.

Nascita dell’idea 2005.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Ha capacità di problem solving a livello commerciale, un diploma triennale di abilitazione professionale ed è iscritto nell’elenco Agenti della Banca d’Italia.

Punto di forza Assistenza a 360 gradi. Nel primo anno di apertura si prospetta un utile di 30mila euro.

Investimento 50mila euro (per un negozio di 60 mq chiavi in mano), fee d’ingresso di 3mila euro e royalty.

INFO: Giuseppe Sparicio, Primetitalia Spa, tel. 090 6010511, www.adessomoney.it

25.   La torrefazione di una volta

L’idea: kukkuma

Il caffè, tostato a vista, è protagonista di questa proposta ideata da Lino Alberini, fondatore della catena di bar Lino’s coffee. Tre i format: Kstore (30 mq), piccola caffetteria con torrefazione; Kukkuma café (60 mq), caffetteria; Kukkuma food (90 mq), dove al caffè si affianca cibo di qualità (affettati, salumi italiani…). Sette punti vendita già avviati in pochi mesi.

Nascita dell’idea 2008.

Lancio del franchising 2009.

Affiliato Vive in una città con almeno 20mila abitanti, ha capacità gestionali e di relazione.

Punto di forza È la riscoperta della torrefazione tradizionale, come luogo di incontro. Non ci sono né fee né royalty; la formula è quella della semplice somministrazione di prodotti.

Investimento Da 50mila a 150mila euro (a seconda della formula).

INFO: Francesca Bonera (Sfera retail),

Kukkuma caffè Srl, tel. 030 2428846, www.kukkuma.com

26.   In affari con la pizza

L’idea: pizzemporio

Pizza, in centinaia di varianti, in un ambiente studiato nei colori e nell’arredamento, con monitor Lcd per la comunicazione interna. Alla base, c’è l’esperienza trentennale dei fratelli Celentano, che hanno una pizzeria di proprietà a San Bartolomeo al Mare (Im).

Nascita dell’idea 2000.

Lancio del franchising 2008.

Affiliato Aperto alle novità, orientato al marketing e alle nuove tecnologie.

Punto di forza La grande varietà di offerta alla clientela: 1.000 tipi di pizze, 400 ingredienti, 30 categorie differenti. Il layout del punto vendita.

Investimento 55mila euro (con 5mila di fee per l’affiliazione sprint); 150mila, euro più 10mila di fee per la table. Royalty del 3% sul fatturato lordo.

INFO: Pizzemporio Franchising Srl, tel. 0183 418720, www.pizzemporio.it

27.   Avanti c’è credito

L’idea: credit family

Offrire credito a un target diversificato di clienti: ai privati, per il mercato immobiliare, per le aziende. Sono oltre 60 gli affiliati nella rete di servizi finanziari.

Nascita dell’idea 2007.

Lancio del franchising 2009.

Affiliato Necessaria l’iscrizione all’albo degli agenti finanziari o a quello dei mediatori del credito, oltre a un capitale sociale di 120mila euro interamente versato.

Punto di forza  Assistenza all’affiliato per lo svolgimento pratiche e guadagni interessanti: su un prestito di 10mila euro a un privato il franchisee guadagna circa 350 euro.

Investimento 60mila euro (40mq fronte strada). Previste royalty da 1.500 euro dopo il primo anno di attività.

INFO: Carlo Iannone (amministratore),

tel. 800 029133, www.creditfamily.it

28.   Contro la febbre del debito

L’idea: uniplus

Un nome da farmaco, un logo che ricorda la bandiera svizzera, per comunicare sicurezza e affidabilità a chi deve chiedere un prestito. Il settore è quello della cessione del quinto dello stipendio, in fase di crescita. Molta la concorrenza, anche se una norma recente ha ripulito il settore e ridotto gli operatori. Un’agenzia di proprietà è operativa, la rete, secondo il progetto, prevede la creazione di 98 agenzie in tre anni.

Nascita dell’idea 1997 (con Tuttiprestiti, poi Prestitalia).

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Giovane, senza esperienza, diplomato, casellario penale pulito. Formazione di tre mesi ad Avezzano (Aq).

punto di forza L’azienda ha una storia e una credibilità. Dà prodotti e servizi in comodato d’uso, auto compresa. E coinvolge l’affiliato nella società con la cessione di un pacchetto azionario di 10mila euro.

Investimento 70mila euro (50 mq fronte strada).

INFO: Albano Di Salvatore, Uniplus Spa, tel. 0863 416783, www.uniplus-finanziamenti.it

29.   Botteghe tipiche

L’idea: chiù

Proporre specialità Dop, Doc e Igp come sughi, pasta, miele, oltre a formaggi e salumi di tutta Italia. In apertura il primo affiliato a Milano. Due le formule: bottega per la vendita e spazio per la degustazione, senza bisogno di un locale cucina. Solo in capoluoghi di provincia.

Nascita dell’idea 2006.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Competente in fatto di enogastronomia.

Punto di forza La prima fornitura di merce è pagabile in tempi dilazionati. L’ipotesi di fatturato a regime è 400mila-500mila euro l’anno. Due persone alla conduzione.

Investimento 80mila euro (per un locale di 100 mq).

INFO: Marco Gugenheim (Giacomo de Gennaro, consulente Rds e Partner Chiù), tel. 02 8052296, www.chiu.eu

30.   Scuola bambini da 0 a 10

L’idea: baby school 100

Asili nido, scuole materne e ludoteche propongono attività didattiche ad hoc per l’infanzia da 0 a 10 anni. La catena conta oggi su quattro franchisee. Ogni struttura impiega almeno sette persone che si occupano di 50-55 bambini.

Nascita dell’idea 1993.

Lancio del franchising 2006.

Affiliato Preferita la laurea in Scienze della formazione. Entusiasmo per l’infanzia, ma predisposizione al rischio imprenditoriale.

Punto di forza Il franchisor supporta il franchisee nelle pratiche burocratiche, bancarie e assicurative. Le rette variano da 360 a 500 euro al mese e il fatturato a regime, secondo l’affiliante, è di circa 323mila euro.

Investimento 25mila euro per l’avvio, più 60mila euro per l’allestimento di 300-350 mq.  Royalty di 300 euro dal terzo mese di attività.

INFO: Erminia Puddu, tel. 070 592317, www.babyschool100.it

31.   Per sorrisi sempre più bianchi

L’idea: glam smile

Nei centri, che oggi arrivano in Italia dal Belgio, in mezz’ora ti rifanno il sorriso, grazie all’applicazione di faccette estetiche sui denti. La spesa, per l’intervento estetico, è di 4mila euro per l’arcata completa. Il dentista dev’essere presente nel centro, ma solo per legge.

Nascita dell’idea 2000.

Lancio del franchising 2010.

Affiliato Imprenditori referenziati, che assumano un dentista e tre-quattro dipendenti per gestire il centro.

Punto di forza Il franchisor ipotizza redditività fin dal primo mese e fatturati da 100mila euro al mese.

Investimento Da 150mila a 200mila euro (per un centro di 150 mq).

INFO: Beniamino Silberstein, Glamsmile, tel. 334 6537736, www.glamsmile.com

 

Silvia Messa, Millionaire 12/2010

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. […] Studi approfonditi di associazioni di settore, ad esempio, hanno notato alcune tendenze, che nonostante la crisi continuano ad avere successo senza precedenti. Di tendenza e con ottimi margini di fatturazione sicuramente, la ristorazione. Quasi tutte le catene di fast food dichiarano crescita di clienti e fatturati. E come dargli torto?!  L’abbigliamento, anche grazie alla formula del conto vendita che permette di restituire l’invenduto, registra sempre buoni dati e stime di crescita. […]

Comments are closed.