I consigli di Barbara Labate, tra le 50 donne più “tech” d’Europa

1
4050

Nella top 50 delle donne che meglio rappresentato il settore dell’hi-tech in Europa, c’è anche lei. Barbara Labate, 37 anni, siciliana, ha lanciato un portale e un’app, (http://www.risparmiosuper.it/) in cui si possono confrontare i prezzi di uno stesso articolo in diversi supermercati e negozi: 300mila utenti e oltre 200milioni di download.

A darle questo riconoscimento Inspiring Fifty, idea di due imprenditrici olandesi, Janneke Niessen e Joelle Frijters, nata per creare una comunità europea di imprenditrici ed esperte di hi-tech in Europa e dimostrare che l’innovazione è donna.

Abbiamo intervistato Barbara su Millionaire di aprile 2014. Ecco la storia che ci ha raccontato e i suoi consigli.

Per farcela hai dovuto andare all’estero?

«Oggi sono tornata a Messina. Ma per avere una spinta al mio spirito d’innovazione ho dovuto partire. Ho iniziato a viaggiare per passione e ho capito subito l’importanza di conoscere le lingue. All’estero ho trovato lavoro. Soprattutto negli Stati Uniti, le aziende ti danno molte opportunità, basta che dimostri il tuo valore. Mentre studiavo alla Columbia University, a New York, ero occupata in un’azienda di digital learning. Sono passata in poco tempo da una retribuzione di 6 a 25 dollari all’ora, coordinando 12 stagisti sotto di me».

Come è nata l’idea del portale?

«L’idea mi è venuta proprio a New York, per risparmiare sulla spesa. E sono tornata in Italia. Sono contenta di averlo fatto. La qualità della vita è alta, qui. Ma resta il problema della lentezza e della scarsa disponibilità: negli Usa anche un piccolo startupper, può avere rapidamente, un appuntamento con il direttore marketing di una grande azienda».

10269059_10152355872996208_861651658505223953_o

I soldi per cominciare li hai avuti grazie a competizioni per startup?

«Il Plug & Play International Expo 2011 in Silcon Valley e Mind the Bridge sono stati un inizio. Poi nel 2011 ho ottenuto 400mila euro da parte di Ingenium Provincia di Catania e dal ventura capitalist Lventure».

 Un segreto per farcela?

«All’inizio, è importante trovare soci validi: Zion Nahum (suo socio, ndr) ha unito al mio il suo progetto di risparmio nel settore elettrodomestici. Insieme abbiamo cercato programmatori per sviluppare servizio e portale. Le ultime risorse economiche trovate ci sono servite per sviluppare l’App. Con uno smartphone puoi riconoscere il codice a barre di un prodotto e fare un confronto tra i prezzi dei supermercati della zona».

Errori da non fare?

«Ho fatto tanti errori, come non arrivare preparata a un appuntamento importante perdendo così un’opportunità; fare cento cose e non invece focalizzarmi su una sola; volere tutto e subito senza invece curare i dettagli. Lavoro moltissimo, anche 20 ore al giorno, senza stipendio, ferie o garanzie. La prospettiva di buoni guadagni ripaga, ma non è tutto. Quello che conta maggiormente è la soddisfazione di trasformare un’idea in un progetto concreto»

 4 consigli di Barbara per riuscire

1.  Studia le lingue, e i linguaggi di programmazione

2.  Se non sai programmare cerca sul Web collaboratori preparati. Devono essere disposti come te al duro lavoro e al sacrificio.

3. Presenta al meglio la tua idea, con un business plan accurato e concreto. Trova chi ti finanzia anche prima di registrare l’impresa, in fase di progetto.

4. Vuoi un’idea? Cerca di risolvere un problema sociali, offri un prodotto o servizio tecnologico. Nell’ambito food c’è spazio.

INFO:  http://www.risparmiosuper.it/

Redazione

 

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.