Idee di business: “Apro una ravioleria cinese (anzi, due)”

0
2858
ravioleria sarpi
© Facebook La Ravioleria Sarpi

L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra un imprenditore cinese e uno italiano nel cuore della “Chinatown” milanese, via Paolo Sarpi.

Ravioli cinesi preparati al momento con ingredienti italiani di qualità. L’idea si deve a Hujian Zhou (detto Agie), 34 anni, nato in Cina e residente in Italia da 20 anni, che dopo una laurea alla Bocconi ha frequentato un Master in Spagna. Tutto si è concretizzato grazie all’incontro con Walter Sirtori, storico macellaio meneghino attivo da decenni proprio in via Sarpi.

«Cercavo uno spazio per aprire un secondo negozio di abbigliamento. Ero già attivo nella produzione e vendita di capi di cachemire e volevo affittare il locale accanto alla macelleria», racconta Zhou. Ma dal dialogo tra i due nasce una collaborazione inaspettata.

«Da tanti anni volevo replicare in Italia i negozietti di street food che ci sono in Cina. Sirtori, oltre a fornire lo spazio, mi ha dato supporto a 360 gradi: dalla scelta dei fornitori all’impostazione del business fino al lavoro quotidiano».

Oggi Zhou propone tre tipi di ravioli a tre euro a porzione e ne produce un migliaio al giorno nella sua cucina a vista.

ravioli cinesiCirca 50mila euro l’investimento per un laboratorio che propone solo asporto, aperto a dicembre 2015. «Lo scorso ottobre abbiamo fatto il bis: di fianco alla ravioleria abbiamo aperto un locale dedicato all’involtino di qualità».

Info: https://goo.gl/BsDWqW

 

Da un estratto di Millionaire di novembre 2016.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here