Il “senza glutine” fa business

4608

Italiani popolo di celiaci? Pare di sì. Secondo l’AIC (Associazione italiana celiachia) gli intolleranti al glutine nel nostro Paese crescono del 10% all’anno. La Regione che detiene il primato è la Lombardia con oltre 23mila casi.

Un aumento che sta ponendo le basi di un mercato sempre più vasto di consumatori che vogliono liberarsi dal glutine:

Una ricerca mondiale attesta una crescita annua del 28% con un giro d’affari di 4.200 milioni di dollari e la previsione di superare 6.000 milioni nel 2017» spiega Mariapia Grandossi che ha ideato il Gluten Free Expo, la fiera che a Brescia riunisce consumatori e investitori del settore.

Numeri che danno vita a nuove opportunità di business, nell’alimentare (e non solo), nuove professioni ed eventi.

«Ho conosciuto una bambina celiaca e scoperto un grande business»

Andrea Greco, 30 anni, ex pasticciere, gestisce a Grosseto Il Carrettino, un ristorante-pizzeria 100% senza glutine: propone pizze, pasta, cannoli, cassate di alta qualità, richiesti anche da asporto.

Quali le difficoltà?

Gli ingredienti senza glutine costano di più: la farina e la pasta anche 10 volte quella tradizionale. Per avere prezzi in linea con la ristorazione classica e far tornare i conti bisogna stare molto attenti alle spese e contenere il più possibile il personale».

Consigli per cominciare?

Passione per la cucina, avvalersi di prodotti di qualità, contare su un buon bacino d’utenza e puntare sulla promozione».

INFO:  http://www.ilcarrettinogr.it/

Vacanze per celiaci

C’è poi chi ha creato un portale (www.vacanzeperceliaci.com) per viaggiatori gluten free. Il sito dell’azienda lettone, Arkimedia Communication, attrae 100mila visitatori e guadagna grazie alle inserzioni di hotel, b&b e agriturismi che pagano 98 euro l’anno per le inserzioni.

INFO: www.vacanzeperceliaci.com

Una cuoca per ogni intolleranza

Roberta Fetoni, romana, 35 anni, si è inventata una professione: la Wellness Cooking Trainer™ , che tradotto suona come “Cuoca del benessere”. Tiene corsi in cui insegna a preparare piatti gustosi anche a chi deve rinunciare a pane, pasta, latticini per celiachia o altre forme di allergie alimentari. Fornisce consigli sui prodotti da acquistare ai suoi clienti e sul Web collabora con un naturopata per offrire consulenze on line. Puoi leggere l’intervista completa (qui).

Quanto si può guadagnare dai corsi?

I prezzi dei corsi sono adattati al cliente. Il costo medio è di 70 euro a persona per tre moduli. Le classi sono formate da dieci persone e riusciamo a organizzare in media tre lezioni a settimana».

INFO: http://bit.ly/10vhFya

L’evento

Gluten Free Gourmet è l’appuntamento per chi vuole conoscere da vicino il mondo del gluten free. L’evento si svolgerà nelle giornate di sabato 18 e 25 maggio a partire dalle 16,00 nella location in Corso Garibaldi, 125 a Milano e coinvolgerà chef come Francesco Favorito, vero e proprio riferimento nella pasticceria e panificazione senza glutine.

INFO: www.glutenfreegourmet.it

Redazione

 

Vuoi saperne di più? Ecco il kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_Negozio_celiaci

http://www.creaimpresa.it/partner/aprire_negozio_per_celiaci_pt.php?bid=663

Clicca qui per scoprire come aprire un negozio di prodotti per celiaci e per intolleranze alimentari

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteDal Trentino alla Basilicata: ecco i finanziamenti per startup
Prossimo articoloL’uomo che vive senza soldi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.