Incentivi a tasso zero fino a 1,5 milioni di euro. Leggi come ottenerli

5199

Dalle ore 12 di oggi è possibile fare domanda per “Nuove imprese a tasso zero”, l’iniziativa di Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e dello sviluppo di impresa. Gli incentivi, validi in tutta Italia, finanziano progetti di impresa per una durata massima di 8 anni, a copertura del 75% delle spese totali. Lo stanziamento iniziale è di 50 milioni di euro.

Chi può partecipare. Gli incentivi sono rivolti a imprese (costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda), o progetti di impresa (non è necessario avere una società già costituita, hai 45 giorni per farlo dopo l’ammissione alle agevolazioni). Si rivolgono ai giovani under 35 e donne di qualsiasi età.

Quali categorie?

1) produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
2) fornitura di servizi alle imprese e alle persone
3) commercio di beni e servizi
4) turismo
5) progetti nella filiera turistico-culturale
6) progetti di innovazione sociale

Sono esclusi i settori di pesca, acquacoltura e produzione primaria di prodotti agricoli. E le attività connesse all’esportazione.

Come presentare la domanda. La domanda si presenta online sulla piattaforma di Invitalia. Chi vuole chiedere gli incentivi deve registrarsi online e compilare i moduli. Le richieste possono essere presentate a partire dalle ore 12 di oggi. Non esiste una data di scadenza. Le domande vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento fondi: «Diamo prestiti senza interessi ma solo ai business plan che ci convincono davvero. Più che essere tra i primi a presentare la domanda, è quindi importante inviarci un progetto imprenditoriale valido e credibile. Ai giovani interessati ai finanziamenti ricordo che non è necessario avere una società già costituita, ma si può creare anche dopo che il progetto è stato approvato». afferma l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri.

Cosa succede dopo. Dopo una prima verifica, gli ideatori dei progetti più interessanti saranno invitati a un colloquio con gli esperti di Invitalia. L’esito della valutazione viene comunicato entro 60 giorni dalla presentazione della domanda. Chi ottiene l’investimento deve sostenere il 25% delle spese e il valore dell’Iva. Per farlo può usare fondi propri o un prestito bancario.

Altre cose da sapere. Se non sarai presente al colloquio di valutazione, la tua domanda è respinta. Hai massimo 24 mesi per realizzare il tuo programma di investimento.

INFO: http://bit.ly/22s0lM3

Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente5 passi per trovare un finanziamento pubblico
Prossimo articoloCome cambiare vita con il personal branding (e un corso per imparare)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.