JAG, il re di vente-privee: ne parliamo a Radio Monte Carlo

1
5925

Capelli lunghi, jeans strappati e camicia sbottonata. Il look è più quello di una rockstar che di un imprenditore a capo di un’azienda che fattura più di 3 miliardi di euro l’anno. Jacques-Antoine Granjon, presidente, direttore generale e fondatore di vente-privee, per tutti è JAG (acronimo del suo nome). Vente-privee è stata pioniera delle vendite lampo di grandi marche. E ora spopola.

La chiave del suo successo? L’ADSL

Granjon ha avuto l’intuizione di coniugare le rimanenze di magazzino delle grandi marche con la potenza del Web e di Internet veloce, vendendo a prezzi scontatissimi prodotti che non erano più “commerciabili” dalle grandi marche. Ha creato un fenomeno mondiale. Vente-privee nel 2016 ha realizzato 3 miliardi di euro di vendite, uno in più rispetto all’anno precedente. Da poco ha acquisito il principale concorrente spagnolo Privalia e sono in cantiere altre acquisizioni sul fronte europeo.

Un ambiente di lavoro da favola

Il megaloft di vente-privee è situato a Plaine-Saint-Denis, gli impiegati hanno divani ergonomici e di un osteopata consultabile gratuitamente due volte ogni settimana. Ci sono palestra, sauna, caffè e un vivaio oltre a 12 appartamenti per i dipendenti che hanno difficoltà ad affittare una casa. JAG ci ha ricevuto nel suo studio, pieno di opere d’arte contemporanea di cui è appassionato. Possiede numerosi pezzi di valore, ma anziché rinchiuderli in un salone privato li ha distribuiti per l’azienda, affinché tutti i dipendenti possano beneficiarne.Opere di artisti come Koons, Olaf, Arad e Lachapelle sono alla portata di tutti.

Le storie che raccontiamo su Millionaire di dicembre-gennaio

Su Millionaire in edicola raccontiamo la storia di:

  • Satispay, il circuito alternativo di pagamenti creato dai cuneesi Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Simone Pinta, che conta 200mila clienti privati;
  • N26, la banca interamente su smartphone fondata dagli austriaci Valentin Stalf e Maximilian Tayethal, 32 e 37 anni;
  • MotusQuo, la piattaforma di prestiti tra privati creata da Giorgio Martelli;
  • Credimi, la piattaforma digitale di anticipo fatture  fondata da Ignazio Rocco di Torrepadula;
  • Freetrade, l’App costruita da Simone Fioranelli e Adam Dodd che in pochi e semplici passaggi permette di investire in azioni e Eft.

E tante altre.

Siamo in radio!!!

Di Jacques-Antoine Granjon parleremo domenica 17 dicembre alle 12.30 su Radio Monte Carlo, ospiti di Chiara Papanicolaou e Marco Porticelli. Non perdete questa occasione di sentirci!

 

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here