La nostra idea che riduce l’inquinamento in casa

0
1466

Un gruppo di amici si riunisce per cercare un’idea che dia una svolta alla loro vita. Si incontrano, parlano, discutono, e puntano su un business singolare: «Volevamo stare lontani da App e social. Siamo un gruppo di amici tutti dottorandi, chi in Fisica, chi in Chimica, chi in Botanica, chi in Medicina, e volevamo sfruttare le competenze di ognuno. Un giorno un collega ci ha parlato dell’inquinamento domestico, responsabile di malattie respiratorie, infiammazioni cutanee, emicranie. Un problema per il quale non c’erano soluzioni sul mercato» spiega Sandro Iannaccone, fisico teorico, 28 anni.

Sandro è l’ideatore di Laqy: «È un dispositivo che individua la sostanze inquinante in casa, invia un messaggio all’utente via smartphone per invitarlo ad arieggiare le stanze. In più mette a disposizione un database con i nomi e le caratteristiche di piante e segnala quella da acquistare per ridurre l’effetto inquinante».

Immagine

Per realizzare il primo prototipo, Sandro e i suoi amici trascorrono intere giornate in laboratorio. L’ostacolo maggiore? La burocrazia: «Stiamo certificando il dispositivo rispetto alle norme europee (emissioni di onde elettromagnetiche, norme sulla sicurezza del prodotto…). Sono tante e non è facile districarsi se non hai consulenti legali nel team, esperti in materia».

I primi 10mila euro, necessari per avviare il progetto, li hanno ottenuti grazie a un investitore interno. Il prototipo sarà sul mercato nel 2015 a un prezzo inferiore ai 300 euro.

INFO: http://www.iaqy.it/

Giancarlo Donadio

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.