La startup di un italiano a Londra diventa un unicorno

OGGI IN EDICOLA CON IL NUOVO NUMERO

1890
TrueLayer londra startup

Perché Londra? «È la capitale del fintech, volevo creare un’azienda che avesse in Europa il suo mercato principale».

Francesco Simoneschi è il fondatore di TrueLayer, la più grande piattaforma di open banking in Europa e una delle più grandi al mondo.

Grazie all’ultimo finanziamento di 130 milioni da parte del fondo Tiger Global Management, TrueLayer è diventata un unicorno (startup valutata oltre 1 miliardo di dollari).

Romano, 37 anni, appassionato di informatica sin da bambino («Chiedevo ai miei genitori di accompagnarmi alle conferenze»), ha fondato la sua prima startup a 19 anni.

Leggete l’articolo su Millionaire di maggio, ora in edicola.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.