«Lavoro il pomodoro dell’Agro nocerino, come una volta»

0
919
Foto da Facebook

Gianluca Manfuso, 40 anni, è figlio d’arte. Manfuso, l’azienda di famiglia, lavora pomodori, ma lui ha scelto la nicchia. «Volevo fare prodotti come una volta e proporre l’eccellenza del pomodoro campano: varietà particolari, come i pomodorini del Piennolo del Vesuvio, di Corbara o gialli, oppure bio. Solo in vetro e destinati a gastronomie, negozi gourmet, ristoranti e distributori selezionati e clienti privati. Ho creato una ditta individuale, Inserbo. La materia prima la produco in terre di famiglia e l’acquisto da fornitori di fiducia nell’Agro nocerino».

Perché staccarsi dalla famiglia?

«Continuano a produrre in latta e puntare sulla quantità. Io credo che il consumatore richieda altro. Certo, la forbice di prezzo si allarga tantissimo. Una bottiglia di miei pomodori da eccellenze campane da 350 g costa circa 3 euro (oltre tre volte più di una latta da 400 g di pomodoro a marchio privato venduto nella Gdo, ndr). Poi c’è anche il nostro pomodoro bio, da 520 g, a 1,70 euro. La passata di pomodoro bio Inserbo ha ricevuto il primo premio Oscar qualità/prezzo dal Gambero Rosso nel 2018».

Come si è trovato la clientela?

«Ho partecipato a tutte le fiere di settore: Cibus, Tuttofood… Ho investito in un sito e in campagne con Google Adwords».

Quanto ha investito per partire e come sta andando?

«Sono partito appoggiandomi allo stabilimento di famiglia e lavorando il prodotto per il 100% a mano. Dopo i primi due anni, ho investito circa 250mila euro, nel tempo, per i miei impianti ad Angri, in provincia di Salerno. Oggi produco 250mila vasetti l’anno, do lavoro a 16 persone in estate, 5 in inverno. Il fatturato del 2017 è stato di 750mila euro. Nel 2018 ho chiuso la produzione il 15 settembre. E ho già venduto e prenotato tutto. Anno dopo anno aumentiamo fatturato e produzione».

Info: https://inserbo.it

Tratto dall’articolo “Come te la passi?” pubblicato su Millionaire di novembre 2018. Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.