“Un locale plastic free fa bene al business e all’ambiente”

0
1347

«Abbiamo fatto il conto di tutta la plastica monouso che utilizzavamo in un anno: 50mila cannucce, 50mila bottigliette di acqua, da 100mila a 200mila bicchieri di plastica. Dovevamo fare qualcosa». Andrea Pontiroli, 40 anni, è l’amministratore unico di Santeria, il locale milanese che oltre alla somministrazione di cibo e bevande, propone eventi culturali, artistici e di formazione (si definiscono una factory). «La motivazione è partita da noi stessi: è vero che è stata da pochi mesi emanata la direttiva Ue, ma non ha valore di legge e chissà quanto bisognerà aspettare prima che venga fatta una legge nazionale».

Quali le azioni concrete che avete intrapreso?

santeria plastic free«Per prima cosa abbiamo eliminato le cannucce: i cocktail si possono bere direttamente dal bicchiere. Poi abbiamo sostituito le bottigliette d’acqua di plastica con le lattine 100% riciclabili (esistono sul mercato). L’alternativa è l’acqua del sindaco, gratuita. Abbiamo prodotto una borraccia con il nostro logo, che i clienti possono riempire e riutilizzare. I bicchieri di plastica li abbiamo sostituiti con i bicchieri in Pla, un materiale derivato dall’amido di mais, trasparenti e resistenti, che si buttano nel compostabile».

Utilizzare questi materiali comporta un costo più alto?

«Abbiamo fatto i conti e sì, i costi erano più alti. Ci siamo rivolti ai partner del beverage per chiedere dei budget di sponsorizzazione ulteriori e ci hanno supportato. Abbiamo alzato il prezzo del coperto da 1 a 1,50 euro per sostituire i mancati incassi dell’acqua, inserendo il servizio dell’erogazione dell’acqua insieme al servizio e al pane».

Quali i riscontri?

«Ottimi, oggi la gente sceglie il locale perché è plastic free, è una decisione che fa bene al business e all’immagine. Abbiamo vinto una call per la gestione di un bar durante un festival, proprio per questa nostra caratteristica. Molti locali ci hanno scritto per sapere come abbiamo fatto».

Come fare per imitarvi?

«Contattate le associazioni come Worldrise (https://worldrise.org) e Legambiente: vi supporteranno con tutte le informazioni necessarie».

INFO: www.santeria.milano.it

Tratto dall’articolo di Tiziana Tripepi e Silvia Messa “Parola d’ordine: sostenibilità” pubblicato su Millionaire di giugno 2019. 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.