Marketing bizzarro: vende il suo cognome per pubblicità

1831

L’attuale nome Jason Sadler ha ormai i giorni contati: è stato messo all’asta. Anche se non sembra vero, rassicuriamo i nostri lettori dicendo che la notizia non è una bufala: al mondo esiste davvero una persona che ha messo in vendita il suo cognome per tutto il 2013.

Jason è un ragazzo che nel 2009 è riuscito a costruirsi un vero e proprio business vendendo le sue T-Shirt come spazi pubblicitari. Ogni giorno, infatti, indossava una maglietta con il nome di un brand diverso, fotografandosi e postando le immagini su internet.

Un’idea così bizzarra che gli ha permesso di lanciare una tendenza: focalizzare la pubblicità sulle persone. Ogni azienda poteva acquistare lo spazio sulla sua T-Shirt per un giorno; in più, per il tempo pagato, Sadler avrebbe fatto tutto ciò che il brand desiderava, anche filmarsi mentre si arrampicava su un albero. Dall’iniziativa, è stato avviato un progetto “IWearYourShirt”.

Attorno al concetto che il marketing non deve essere qualcosa di noioso, ma divertire, Jason ha costruito la sua azienda di pubblicità. E con le sue idee bizzarre, è riuscito ad ottenere, per tutto il 2011, un ricavato complessivo di 500 mila dollari, pari a circa 380mila euro.

Oggi, ha deciso di mettere all’asta il suo cognome, per tutti quei marchi disposti a spingersi oltre i limiti del marketing convenzionale. Naturalmente, Sadler ha imposto dei limiti alla cosa: non accetterà cognomi che non vuole, offensivi o facenti riferimento a gruppi religiosi, politici o all’industria del porno. Da gennaio in poi e per tutto il 2013, la sua identità sarà ufficialmente legata a un’azienda, sulle pagine social, ma anche su tutti i suoi documenti.

Sadler ha giustificato questa decisione, spiegando che in tutta la sua vita, a causa dei divorzi della madre, ha avuto tre diversi cognomi, nessuno dei quali ha assunto per lui un significato particolare o ha contribuito a creare la sua identità.

All’inizio di quest’anno, aggiunge, venuto a conoscenza della possibilità di un ulteriore divorzio, ha deciso di metterlo in vendita.

Alle critiche che gli sono state mosse, Sadler ha risposto che questo processo è stata una diretta conseguenza del suo lavoro. Da un po’ di tempo, stava pensando come far evolvere il suo progetto “IWearYourShirt”. Aveva pensato di mettere in vendita lo spazio nei suoi pantaloni, nel suo cappello, ma ogni soluzione gli sembrava banale.

Mettere in vendita il suo cognome è stata per lui la decisione più scontata, perché il nome è la parte più intima di una persona e, di conseguenza, può attirare più pubblicità e più ricavi.

L’asta è partita sul sito online https://buymylastname.com/ e si concluderà il 12 dicembre.

Cosa ne pensate della trovata di Jason? È una decisione eccessiva o un’idea geniale?

Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteSocial del futuro: ecco 4 trend da tenere d’occhio
Prossimo articolo3 cose da fare per essere più imprenditivi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.