Perché le donne sono ottimi leader

0
3998

La tenacia nelle avversità è una caratteristica delle donne e le imprenditrici italiane, alle prese con una crisi che non sembra attenuarsi, ne sono una ulteriore riprova.

Questa la frase con la quale esordisce il comunicato stampa diffuso da Unioncamere e che attesta come negli ultimi 12 mesi, tra settembre 2011 e settembre 2012, il saldo tra aperture e chiusure di imprese “rosa” sia rimasto praticamente in pari (-0,04%).

Un’ottima prova a sostegno della tesi che le donne leader hanno una marcia in più, che può aiutare le loro aziende a dare una risposta concreta in un mercato che è sempre più alla ricerca di qualità ed efficienza.

Ma non è tutto. In questi giorni, il noto blog americano SmartBlog ha pubblicato un articolo in cui fornisce molti link interessanti a ricerche di istituti prestigiosi che dimostrano come la positività delle donne abbia un impatto importante sulla vita dell’azienda. Insieme, ovviamente, a un’interessante teoria che elenca quali sono le caratteristiche che rendono una donna leader, le stesse da utilizzare se vuoi avviare un’ottima strategia di business.

Noi ne abbiamo scelte alcune, aggiungendone altre che pensiamo possano interessarti.

I punti di forza di una leader

Di seguito, alcuni punti di forza, tipici del genere femminile, che possono diventare la chiave di volta per un’azienda che vuole fondare la sua strategia sulla ricerca del valore, della fedeltà e della comprensione delle esigenze dei dipendenti e dei clienti.[styled_list style=”check_list” variation=”hotpink”]

  • Prima di tutto, il valore. 

Il valore per le donne è un concetto molto forte, da applicare quotidianamente, in tutto ciò che fanno. Le grandi leader, infatti, rispettano i loro principi e li utilizzano per decidere le strategie aziendali.

Non hanno paura, infatti, di applicarli nelle decisioni che riguardano sia la loro vita professionale, che quella privata. Questo rende l’azienda unica nel suo genere e soprattutto trasparente agli occhi del cliente. Le persone fanno affari con coloro di cui si fidano. Mantenere integrità e valori ti permette di guadagnare fiducia e rispetto.

  • Una visione d’insieme. 

Le donne guardano il mondo da diverse angolazioni. Quando progettano il loro successo, guardano alla carriera, alla famiglia, alla comunità e alla loro vita privata. Utilizzano lo stesso metodo anche per valutare tutto ciò che ruota attorno al loro business.

Nella risoluzione dei problemi, ad esempio, sono capaci di sintetizzare informazioni che vanno al di là dei semplici dati. Cercano di analizzare infatti tutto ciò che si inserisce nel contesto della situazione, come i valori, la visione, la cultura e soprattutto le relazioni. Avere una visione completa dello scenario di mercato, ad esempio, può agevolarle a valutare rischi e potenzialità che un occhio più attento ai dettagli e ai numeri, come quello dell’uomo, potrebbe trascurare.

  • L’empatia, motore del mercato. 

Le donne riescono facilmente a entrare in empatia con le persone che hanno dinanzi. Ne comprendono le esigenze e gli umori e riescono con maggiore semplicità a riconoscere il tipo di approccio da usare, sia con i dipendenti che con i clienti. Imparano a conoscere le persone e, di conseguenza, i loro dipendenti, individuando le loro attitudini personali, il loro potenziale e aiutandoli a svilupparlo.

In un mercato in cui il cliente è sempre più concentrato su ciò che vuole e sa esattamente cosa cerca, essere attenti alle sue esigenze e rispondere tempestivamente è l’elemento che può farti emergere tra la concorrenza. Questo permette loro di costruire delle relazioni solide con le persone che le circondano, a partire dai collaboratori, fino ad arrivare ai clienti.

  • Uno per tutti, tutti per uno. 

Le donne utilizzano empatia e comprensione per creare un ambiente in cui tutti sono stimolati a dare il proprio contributo. Lo stress negli uffici è drasticamente ridotto e tutti si sentono incentivati ad aiutare nella ricerca di soluzioni. Le proposte fornite sono indiscutibilmente più forti e più creative di quelle che potrebbe offrire un individuo costretto a ragionare da solo.

La collaborazione interna è uno degli elementi che possono fare la differenza sul mercato, soprattutto se i tuoi diretti concorrenti sono fermi e tu riesci a proporre qualcosa che può veramente rivoluzionare il settore che occupi.

  • Un obiettivo condiviso. 

Le donne riescono a fare in modo che la loro priorità sia il raggiungimento di un risultato che va al di là dei loro interessi.  Per farlo, cercano di sfruttare al meglio tutti gli strumenti che hanno a disposizione, aiutando i dipendenti a comprendere come ciascuno di loro possa contribuire a raggiungere risultati ottimali. Forniscono così la motivazione necessaria per raggiungere gli obiettivi aziendali.

È dimostrato, motivare un dipendente aumenta il rendimento dell’azienda. Ne abbiamo parlato nel nostro articolo “Dipendenti autonomi e felici in 3 mosse” in cui abbiamo spiegato come fornire delle informazioni utili e concrete sugli obiettivi, possa permettere a chi lavora con te di sviluppare strategie preziose e creative.[/styled_list]

 

Una donna che si trova ai vertici aziendali è una persona che ha dovuto lottare, prendere consapevolezza di se stessa e fare delle rinunce per riuscire a occupare il posto in cui si trova. Questo l’ha resa più forte e le ha fatto capire come utilizzare le avversità a proprio vantaggio.

Con questo articolo non vogliamo dire che solo le donne possono essere leader. Non esiste infatti uno stile migliore di un altro, si può solo cercare di trarre il meglio da entrambe le modalità di approccio, per costruire un modello di business vero e unico.

Cosa pensi di questo articolo? Credi che esistano altre caratteristiche da aggiungere alla lista?

Giuseppina Ocello

(Fonte Foto: Utente Flickr  Victor1558)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.