Salvatore, perde il lavoro e si mette in proprio a 60 anni

6
23199

Non è mai troppo tardi per reinventarsi una vita. Lo dimostra la storia di Salvatore Galati, 60enne di Bientina, in provincia di Pisa. Titolare di due pescherie, è costretto a chiuderle per la crisi. Superati i 50 anni si ritrova senza lavoro e senza un centesimo: «Ho perso tutto. Ho fatto domanda alla Piaggio per lavorare come stagionale. Per sette anni, mi hanno chiamato, poi non ho ricevuto più nessuna telefonata» racconta Salvatore a Millionaire.

Due anni fa, quando di anni ne aveva 58, decide di mettersi in proprio. Un periodo di volontariato presso un Caf gli offre l’idea che avrebbe rivoluzionato la sua vita: «Mi sono reso conto che c’era un piccolo mercato da sfruttare. Quello delle persone anziane o con problemi fisici che non possono sbrigare pratiche burocratiche, fare la spesa, pagare le bollette. Ho iniziato a farlo io per loro».

salvatore 1

Salvatore guadagna 5 euro all’ora e ritorna a lavorare. Ma il suo sogno è ancora più grande: «Volevo creare una rete di professionisti per offrire ogni tipo di servizio (dal giardinaggio, alle pulizie e manutenzione della casa, fino agli eventi con artisti) a un prezzo basso per dare anche un’occasione di lavoro ai tanti che come me erano in difficoltà».

salvatore 4

Allora contatta amici e conoscenti, crea una rete di una ventina di persone, stampa volantini (20mila), distribuendoli in diverse città della Toscana. Apre una ditta individuale e profili Facebook per promuovere le sue attività: «Oggi offriamo più di 50 servizi (c’è chi porta l’auto dal meccanico, l’imbianchino, chi recapita pacchi, baby sitter, personal shopper, c’è chi ripara pc…). Vanno dal privato, effettuano il servizio e vengono pagati.  L’azienda guadagna con una piccola percentuale su ogni lavoro. Stiamo pensando di espanderci a tutta la Regione e anche fuori. Ogni giorno ricevo centinaia di telefonate e curricula da chi vuole entrare nella rete. E da chi vuole usare il marchio per creare la sua azienda».

salvatore 2

Nel frattempo, Salvatore è diventato anche un personaggio mediatico, tanti i programmi televisivi su reti nazionali di cui è stato ospite e gli articoli che gli sono stati dedicati: «Vorrei rispondere a tutti quelli che mi chiamano e mi scrivono per consigli. Mi piacerebbe assumere qualcuno per farlo, ma voglio riuscirci da solo. Mi chiedono come superare i loro problemi. In realtà, non c’è una soluzione. Bisogna non arrendersi, non mollare. Anche se a volte la tentazione c’è. C’è sempre una soluzione. Devi guardarti intorno e osservare. E poi reagire».

INFO: https://www.facebook.com/In.fila.x.te

Giancarlo Donadio

Vuoi saperne di più? Ecco il Kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_Servizi_terza_età

http://www.creaimpresa.it/partner/avviare_servizi_terza_eta_pt.php

Clicca qui per scoprire come aprire un’attività di servizi alla terza età…

Print Friendly, PDF & Email

6 Commenti

  1. Una cosa qualcuno me la deve spiegare. Migliaia di stranieri vengono in Italia a lavorare. Noi ci lamentiamo che non troviamo lavoro. Ma ,non troviamo lavoro , o non troviamo il lavoro che vogliamo ? Il che è profondamente diverso. Io sono laureata, ma farei tranquillamente le pulizie se ce ne fosse bisogno, o la badante di mia madre , senza pagare un’altra persona , spesso straniera. Lascerei il mio posto , cosi’ un’altra lavorerebbe. Questo per dire , che il lavoro c’è . E’ che non vogliamo farlo. Magari non è tutto tutto cosi , però in gran parte si.

  2. sembra tutto facile ma il vero problema è che la finanza ti lascia fare tutto questo lavoro in nero? Guadagnare in questo modo è sempre esistito almeno al sud ma adesso non mi sembra più possibile, lavori in economia non sono più permessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.