Spiaggia 2.0: l’idea di due startupper

3868

Ombrelloni hi-tech che si aprono con un click in pochi secondi. Un cavo Usb per caricare il tuo smartphone mentre prendi il sole. E un’App per fare ordinazioni e pagare senza scottarti i piedi sulla sabbia. Tutto a impatto zero e senza fili: il sistema si alimenta con l’energia del sole e sfrutta il wireless.

Smart Beach è l’idea di due ingegneri di San Benedetto del Tronto: Fabio Traini, ingegnere architetto e Daniele Ascani, ingegnere biomedico. 29 anni, hanno esperienza internazionali (New York, San Paolo, Svizzera, Sheffield): «Ho lavorato come bagnino e lì ho capito come le strutture balneari fossero rimaste indietro almeno di 50 anni. Servivano nuove soluzioni. Ho chiamato un amico e pensato a qualcosa di innovativo. Abbiamo investito 30mila euro di soldi nostri» racconta Fabio a Millionaire. Insieme al fratello di Daniele (Cristiano, 27 anni, informatico) sviluppano le tre soluzioni: «Abbiamo pensato a sistemi semplici, che tutti possono usare. Nel caso delle ordinazioni, non serve scaricare un software o un’App, ma basta accedere online su una piattaforma. Si possono fare le ordinazioni, accedendo al menu della struttura balneare e avere la traduzione nella propria lingua».

IMG_1871

Smart Beach ha partecipato alla competizione eCapital e vinto tre settimane di incubazione in California, presso Mind the Bridge: «Abbiamo offerto gratuitamente il sistema per fare ordinazioni come prova (in futuro prenderemo percentuali su ogni transazione), poi contattato la Regione Marche e le associazioni di categoria per promuoverla. Il meccanismo di automazione per gli ombrelloni lo offriamo a 50 euro, mentre l’installazione dell’Usb costa 19 euro».

smart beach 4

Oggi 30 strutture nelle Marche usano il loro sistema. I fondatori puntano a esportarlo: «Siamo stati contattati da un resort ad Antigua e sta per partire una collaborazione a Ibiza. Non bisogna mollare. Siamo stati costretti a ripartire da zero, mentre eravamo a metà del percorso: la scheda che controllava l’apertura degli ombrelloni ha preso fuoco. Abbiamo riscritto il protocollo e cambiato la tecnologia, siamo passati al segnale radio. E tutto questo è successo a febbraio! Poi c’è la diffidenza delle strutture a cui presentiamo il progetto e delle banche».

smart beach 1

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.