Stampa 3D: ecco il business originale di Enrico

0
5721

Per creare un nuovo business e rilanciare la sua azienda, si rimbocca le maniche e crea un nuovo business con la stampa 3D. È quello che è successo a Enrico De Guglielmo, bolognese, titolare di  Eliofossolo (http://eliofossolo.com/azienda.html) azienda specializzata nella stampa digitale: «Siamo sul mercato da 22 anni e abbiamo avuto l’esigenza di diversificare l’attività. Di carta se ne stampa sempre meno e rischiavamo di uscire dal mercato. Un giorno un mio dipendente mi parla della stampa 3D, di questa nuova frontiera. Incuriosito ne compro una e imparo a usarla. Abbiamo iniziato a offrire nuovi servizi come la prototipazione in 3D, creando un nuovo brand (http://www.stampa3dbologna.it/). Poi abbiamo iniziato a ragionare su come potevamo distinguerci nel settore…» racconta Enrico a Millionaire.

Luisa_mini-ME

Insieme a sua moglie e alla sua agenzia di comunicazione (http://www.creativecrew.it/) pensa a una nuova soluzione da mettere sul mercato che sfruttasse a pieno le potenzialità della stampa 3D: «È nato tutto per gioco. Un giorno ho detto a mia moglie: “ E se producessimo statuine tridimensionali con le fattezze delle persone, i loro corpi e volti in miniatura?”. L’idea ci è subito piaciuta e non abbiamo perso tempo. Abbiamo comprato uno scanner e una stampante 3D ad hoc, creato un brand (Mini-Me, http://mini-me.eu/) e siamo partiti con una promozione online e offline».

uom-camicia-e330130987

Come funziona? «Il cliente prende appuntamento, viene da noi per lo shooting fotografico. La scansione dura dai quattro agli otto minuti. Il cliente deve vestirsi con un corretto abbinamento di colori (non troppo scuri, né troppo chiari, evitare materiali troppo luci o vestiti particolari come tulle e chiffon). Entro quattro/sei giorni dallo shooting riceve il suo Mini-Me, i prezzi variano secondo la scala (da 9 cm, 130 euro fino a 35 cm, 450 euro».

da inserire 1

Messa sul mercato l’idea ha avuto i primi clienti e apprezzamenti, tanto che Enrico ha pensato a delle formule di affiliazione per replicarla in altre città d’Italia: «Chi vuole può aprire un Mini-Me store. L’affiliazione costa 22mila euro, a cui anno aggiunti 16mila euro per l’acquisto dello scanner, gli strumenti necessari per l’attività. Nella cifra è inclusa la formazione che offriamo ai nostri affiliati e un’attività di comunicazione, attraverso i nostri canali online e offline».

team_evento3Din3di

Quali le difficoltà del business? «C’è molta poca conoscenza nel settore ed è difficile far passare un messaggio innovativo. Per farti un esempio, c’è gente che mi chiama e confonde la stampa 3D con il cinema in 3D e si aspetta che tu gli fornisca gli occhialini che danno nelle sale. Ma questo è  il futuro. Può rappresentare il futuro della fotografia e una nuova opportunità di business».

da inserire 2

INFO: http://www.mini-me.eu/

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.