Trablr, servizio che organizza viaggi “condivisi”

0
1779

Parte in America trablr sito che organizza viaggi in modalità peer-to-peer: condivisione e noleggio di tutto, dal viaggio fino all’appartamento e al divertimento

Si chiama “sharing economy”, l’economia della condivisione: un nuovo modello che si sta sviluppando negli ultimi anni. Semplificando, consiste nella condivisione di spazi (anche per il lavoro), mezzi di trasporto, connessione internet e attrezzature.

L’idea

La sharing economy può interessare la vita e il lavoro di tutti i giorni, così come le occasioni speciali, come il viaggio in paesi stranieri.

Su questa linea, c’è chi ha immaginato un sito web che offre un servizio completo a chi desidera viaggiare in tutto il mondo in modalità “peer-to-peer”, attraverso cioè lo scambio e la condivisione. Si chiama “trablr”, startup californiana che consente di pianificare e prenotare un intero viaggio sfruttando questo modello.

Sul sito ufficiale leggiamo:

trablr offre un itinerario esaustivo che comprende ricerche per a) arrivare sul posto (car sharing, etc.) b) soggiornare (affitto stanze e/o appartamenti) c) lavorare lì (coworking, affitto di scrivanie) e d) divertirsi (affittare scooter elettrici). Il nostro obiettivo è promuovere le organizzazioni che fanno parte della sharing economy.

In sostanza, una volta scelta la destinazione, il viaggiatore può usare trablr come vero e proprio motore di ricerca per tutto ciò di cui ha bisogno, in noleggio o in condivisione con altre persone.

Ecco un video, in inglese, del servizio:

[youtube url=”http://www.youtube.com/watch?v=UhbPmJIDs9o” width=”560″ height=”315″ autohide=”0″]

A che punto è l’Italia?

La sharing economy può rappresentare un’opportunità anche per l’Italia?

Vediamo un dato. Questa mattina è stato presentato il rapporto ACI-Censis sulla diffusione delle automobili in Italia. Stando ai dati, riportati dalla sezione motori di “Repubblica”, se le vendite crollano (-20% di auto acquistate e -50% di propensione all’acquisto, da gennaio a novembre 2012), aumenta costantemente il ruolo del car sharing. Gli utenti crescono del 26%, il numero di automobili è salito dell’8% e le aree parcheggio del 10%. Si tratta ancora di una nicchia, dal momento che il nostro Paese detiene il primato europeo per numero di auto di proprietà per abitante (61 ogni 100), ma comunque di un settore in perenne crescita.

Si diffondono, poi, anche soluzioni alternative al lavoro in uffici di proprietà, con modalità di coworking sempre più diffuse: ne abbiamo visti alcuni esempi concreti in Piano C, spazi e servizi per le mamme che lavorano, e in Greenswitch, gruppo di giovani che ha scelto il coworking per far decollare la propria startup green.

Cosa ne pensi di trablr? Pensi sia un servizio utile?

Gennaro Sannino

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.