Trovo casa per gli italiani a Londra

0
3878

Laura Pastondi, 36 anni, di Massa Carrara, fa l’agente immobiliare a Londra dal 2006.

Come ha iniziato?

«Mi sono trasferita nella capitale britannica poco dopo la laurea. Ho iniziato a lavorare per una società di private banking italiana che cercava immobili per i nostri connazionali. Così ho iniziato a conoscere l’ambiente: gli operatori, le consuetudini. laura pastondiIn inglese sono definita una property search agent, cioè mi occupo di soddisfare solo le richieste degli acquirenti, che nel mio caso sono italiani».

Come si differenzia dalla concorrenza?

«Mi concentro solo su alcune zone della capitale, in particolare del sud-ovest (Fulham, Kensington…) perché sono abitate da italiani e corrispondono all’idea che i nostri connazionali hanno di questo luogo. Non accolgo richieste per location fuori città. Inoltre mi concentro sulle vendite, a scapito degli affitti, perché sono più profittevoli: riscuoto l’1% della transazione da parte degli acquirenti. Il passaparola è sufficiente per trovare clienti».

E dopo la Brexit?

«Al momento è difficile prevedere gli effetti della Brexit dall’Europa unita, ma è possibile un calo dei prezzi intorno al 20%».

INFO: laura.pastondi@me.com

 

Da un estratto dell’articolo “25 idee per fare soldi” pubblicato su Millionaire di settembre.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.