Un business che parte da un piatto di lumache

6
4512

Anche quando fuori c’è un temporale ci si può riparare in un angolo per progettare una vita migliore.

È quel che ha fatto Maria Vlachou, una giovane imprenditrice di successo della città greca di Corinto.

Tanto brava da creare nel giro di pochi anni due ditte: la Fereikos-Helix che si occupa di allevamento di lumache a ciclo biologico completo, e la Vlachou Ltd che vende prodotti tradizionali di alta qualità.

Per queste sue idee si è aggiudicata in Grecia il premio di miglior startupper  nel 2011.

Raccontiamo la sua avventura umana e imprenditoriale.

11 anni in giro per l’Europa per tornare a casa

Crisi delle aziende, crisi delle banche, crisi dei consumi. In una sola parola: fallimento.

La casa di Maria si chiama Grecia.  Una nazione dalla quale oggi tutti scappano per andare a caccia di fortuna altrove.

Anche lei come gli altri, ha cercato rifugio in altre nazioni per un bel po’. Undici anni in giro per l’Europa per ritrovare il bisogno e il desiderio di tornare a casa, nella città di Corinto dove è nata. [blockquote align=”center” variation=”red”]“In Grecia, moltissime persone pensano di scappare e di trovare un lavoro altrove. Ma è troppo facile farlo. Come è molto facile anche stare in casa ed aspettare che le cose succedano. La mia storia ispira molti giovani a pensare “out of the box” (in modo originale).

Non è detto che farai quello che hai studiato, non è detto che il settore primario sia solo per gli uomini, non è detto che le donne abbiano meno possibilità di successo. Adesso è proprio il tempo di muoverci e l’unico modo per farlo è creare la propria attività. Sono sicura che la Grecia prima o poi cambierà e migliorerà”, – dichiara Maria rispondendo ad una nostra domanda.[/blockquote]

 Un’azienda di successo che nasce al ristorante

Molto divertente l’aneddoto dal quale si origina l’idea della sua attività.  Maria ce lo racconta così: [blockquote align=”center” variation=”red”]“L’idea della Feirekos-Elix è venuta spontaneamente mentre mangiavo un piatto di lumache in Svizzera. Mia sorella Penny mi ha chiamato, e quando le ho detto che stavo mangiando lumache, ha reagito con una grossa risata. Poi, appena le ho detto che costavano tanto (intorno ai 37 euro) mi ha risposto: “Siccome piove oggi a Corinto, posso andare in giardino a raccogliere alcune lumache ed esportarle in Svizzera da te”.

Da lì in poi abbiamo cominciato a fare una ricerca di mercato ed abbiamo creato la nostra prima ditta nel 2007.”[/blockquote]

“Il mio primo sostegno: la mia famiglia”

Elemento comune a molte storie di successo imprenditoriale l’aiuto della famiglia. Spesso il fulcro attorno al quale i neoimprenditori costruiscono la propria fortuna.

È stato così anche per Maria.  Come lei stessa ci svela: [blockquote align=”center” variation=”red”]“Vivo in un paese mediterraneo, dove i legami familiari per fortuna sono ancora molto stretti. Non ho avuto la possibilità di ottenere un finanziamento dallo Stato, dalla banca, oppure dalla Comunità Europea.

Le prime persone che mi hanno sostenuto sia economicamente che psicologicamente (visto che per 11 anni abitavo all’estero e volevo tornare in Grecia per creare qualcosa che sarebbe stato mio) erano i miei genitori e naturalmente mia sorella per aver creduto nell’idea. E sopratutto, per aver deciso di lasciare anche lei la sua carriera accademica per creare una cosa insieme a me”.[/blockquote]

“È tempo di cambiare e di creare”

Maria ci confessa qual  è il suo segreto per restare a galla nel mondo e nell’economia di oggi: [blockquote align=”center” variation=”red”]“Viviamo in un mondo che cambia continuamente. E mai prima di oggi il verbo cambiare ha avuto il significato che ha assunto in questo periodo storico. È tempo di cambiare e di creare. E per poter cambiare dobbiamo cominciare da noi.

Sono contenta di vedere persone giovani che riempiono anfiteatri per fornire le loro idee di start up, che partecipano a conferenze sull’imprenditorialità, che cercano nuove possibilità.

Certo, le difficoltà ci saranno sempre e gli ostacoli sono inevitabili. L’unica cosa che puoi fare è di non arrendersi  e considerare gli ostacoli come sfide da superare per imparare ”[/blockquote]

“Non aspettare: non esistono tempi giusti”

Quando le chiediamo di dare qualche consiglio ai i giovani che come lei intendono mettersi in proprio e realizzare un loro sogno, Maria sembra non avere alcuna esitazione nella risposta: [blockquote align=”center” variation=”red”]“Bisogna credere in se stessi e in ciò che si desidera fare.

Se tu sei il primo a pensare positivamente ed ad amare quello che fai, alla fine vedrai che molti inizieranno a credere alle tue iniziative e allora farai bene. Sarebbe meglio che tu cominciassi con una ricerca di mercato ed un buon business plan. Fai una cosa che sarà utile non soltanto per te ma anche per gli altri e l’ambiente. Non aver paura di commettere errori: è inevitabile ed umano. Impara a collaborare e scegli bene le persone che viaggeranno insieme a te nella tua avventura imprenditoriale.

Infine, non aspettare tempi migliori, ricette di successo, momenti giusti non esistono. Prendi un sospiro e semplicemente comincia a creare.”[/blockquote]

Italia e Grecia unite dalle stesse paure

Maria ha viaggiato molto nella sua vita.  In Italia ha vissuto per diversi anni, laureandosi a Napoli alla Federico II.  Grazie alle sue esperienze è una persona indicata per fare dei parallelismi tra la Grecia e il nostro paese. “Tra Grecia e Italia vedo più somiglianze che differenze. La situazione drammatica non è soltanto economica, ma piuttosto psicologica. Ed in entrambi i paesi, c’è paura di cosa succederà e tanta insicurezza per il futuro. Ma il futuro siamo noi, e se noi non cambieremmo le cose, chi lo farà?”

Ti è piaciuta la storia di Maria? Condividila con i tuoi amici!

Giancarlo Donadio

Vuoi saperne di più? Ecco il Kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_Allevamento_lumache

http://www.creaimpresa.it/partner/avviare_allevamento_lumache_pt.php?bid=663

Clicca qui per scoprire come aprire un allevamento di lumache…

Print Friendly, PDF & Email

6 Commenti

  1. Un business dalle lumache | Millionaire web…

    Anche quando fuori c’è un temporale ci si può riparare in un angolo per progettare una vita migliore. È quel che ha fatto Maria Vlachou, una giovane imprenditrice di successo della città greca di Corinto. Tanto brava da creare nel giro di pochi anni du…

  2. buongiorno.vorrei porvi delle domande: le lumache li vendete già spurgate? perchè se non sono spurgate il peso aumenta; non avete timore della concorrenza? pensate, se lo facessero tutti. A Cherasco c’è l’istituto internazionale di elicoltura.loro ti vendono l’attrezzatura e poi come ho capito comprano il tuo prodotto. secondo voi c’è da fidarsi? se dovrei cominciare a farlo anch’io, dovrò prendere in affitto un terreno, e poi per l’attrezzatura? immaggino che ci vorrà anche un motore per arare la terra,o un motozzappa. cosa mi consigliate? in attesa vi mando i miei più cordiali saluti.

    • Salve Matteo. Come allevatore di lumache le posso dire che le chiocciole prima della fase id vendita deveno essere sottoposte alla fase di spurgatura, dove si puliscono l’interiora e si chiudono nel loro guscio. senza la spurgatura la lumaca tenderà piu facilmente a morire, e, se non è ‘chiusa’ non dovrebbe neanche essere idonea alla vendita (sarebbe come un animale normale come il maiale..). Se vuole avere informazioni piu dettagliate sulla mia pagina facebook trova tutti i dati per potermi contattare.
      arrivederci

  3. Buongiorno io vorrei aprire un allevamento di lumache ma vorrei chiedere l’aiuto allo stato e per fare questo devo fare un business plan ma non ne sono capace potrebbe darmi qualche dritta?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.