Un’app contro le barriere architettoniche

1743

Hai mai sentito parlare di infomobilità?

L’infomobilità è la possibilità di avere, in tempo reale, delle informazioni che facilitino la capacità di spostamento di individui e merci.

Utile, forse, se sei una persona che non si crea molti problemi di fronte alla presenza di un gradino in più o all’assenza di un ascensore in una struttura che garantisce servizi al cittadino. Essenziale se sei, invece, una persona la cui vita è vincolata dalla presenza delle barriere architettoniche.

“Liberi di muoversi” è un progetto no profit finalizzato a segnalare a tutti coloro che hanno capacità motorie ridotte o nulle, e ai loro accompagnatori, la presenza di barriere architettoniche nei diversi punti d’Italia.

Attraverso un’App, gratuitamente scaricabile sugli Store della Apple e di Google Play, chiunque può fornire le sue indicazioni su un particolare luogo, che sia un bar, un teatro o un ente pubblico, e sulla presenza di scalini, dislivelli, ostacoli o strumenti utili per favorirne l’accesso.

Ogni indicazione fornita è estremamente importante per i fruitori del servizio e viene riportata su una mappa interattiva dove delle icone di colori diversi indicheranno il grado di accessibilità della struttura.

La segnalazione può avvenire sia tramite mobile che tramite sito internet. Qui trovi tutte le informazioni che ti servono se vuoi capire meglio come aiutare la mobilità di chi, in via permanente o transitoria, ha un limitato uso delle capacità motorie.

L’App consente di caricare automaticamente sul sito www.liberidimuoversi.it la barriera architettonica rilevata, scattando una foto e scrivendo la descrizione in una nota che si trova in allegato.

Concludiamo con una frase scritta dalla community “Liberi di muoversi”:

Avere accesso alle informazioni è un diritto di tutti i cittadini. Garantirlo tempestivamente eliminando ogni impedimento è un dovere di tutti coloro che le forniscono. Questa premessa indica una precisa responsabilità assegnata a tutte le Pubbliche Amministrazioni che hanno rapporti diretti con il pubblico. E dove non arrivano “loro” proviamo ad arrivare noi perché un diritto è tale se è indipendente dal suo esercizio. Ma esercitarlo o meno è prerogativa esclusiva del cittadino.

 

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.