3 idee di business dal mondo

0
3133

Da Stoccolma al Canada, passando per San Francisco.

Millionaire è andato a caccia di idee di business da importare nel nostro Paese. Scopriamole insieme.

1. Sito per servizi fotografici in vacanza

Si chiama Flytographer, un sito che dà l’opportunità a turisti di contattare professionisti del posto per farsi scattare foto in vacanza. L’idea è della canadese Nicole Smith, 40 anni.

Come è nata l’idea?

Ero a Parigi con la mia migliore amica. Abbiamo incontrato un amico e chiesto di fotografarci. Quelle immagini catturano perfettamente lo spirito del pomeriggio. Avrei pagato per un servizio simile. Così è nato il sito».

Come funziona?

I clienti comprano un pacchetto sul sito. I prezzi variano da 199 a 599 euro in base alla durata del servizio, numero di scatti e location. I clienti fissano un appuntamento, incontrano il fotografo e dopo pochi giorni ricevono le foto per mail. Do ai fotografi il 60% di ogni transizione».

 INFO: http://www.flytographer.com

Immagine

2. Pappe e frullati freschi per i più piccoli

Dalla Silicon Valley l’idea di Claire Hoyt, 34enne, che con la sua azienda, Big Dipper Baby Food, produce e vende online passati naturali (prodotti bio e a km zero) per bambini.

Come è nata l’idea?

Lavoravo come art director in un’azienda di mobili e arredi, ma, dopo la nascita di mio figlio, volevo concentrarmi su qualcosa che potesse appagarmi di più. Ho sempre amato la cucina. Ho ottenuto un prestito e mi sono rivolta a un incubatore. Ho investito 25mila dollari».

Come replicarla?

Iniziate in piccolo, lanciando pochi prodotti alla volta. Provateli e correggete il tiro, se necessario. Scoprite cosa piace agli altri prima di investire nella nuova attività».

INFO: http://bigdipperbabyfood.com

Immagine

3. Pausa pranzo? Balliamo!

Lunch Beat è un’idea nata a Stoccolma da Molly Ränge, giovane che, per rimediare a una brutta giornata di lavoro, chiama alcuni amici per divertirsi e ballare. A importare l’idea in Italia Enrico Pronzati, 38enne di Alessandria.

Spiegaci l’idea…

Lunch Beat è un’iniziativa che sfrutta un orario, quello del pranzo, dove non ci sono altri eventi. Si svolge secondo alcune regole: i partecipanti possono acquistare un panino e una bibita a una cifra non superiore ai sette euro. C’è un dj che mette la musica , non è permesso bere alcolici. Infine, l’evento dura alle 13 alle 14».

Come funziona il business?

Facciamo accordi con i locali che per l’occasione creano un menu apposito. Se sono sprovvisti di cucina coinvolgiamo società di catering».

INFO: http://www.lunchbeat.it/

1239473_735501703143013_1390898797_n

Vuoi conoscere altre opportunità di business dall’estero da importare in Italia? Le trovi su Millionaire di settembre a pagina 32 nell’articolo di Eleonora Crisafulli.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.