BeReal: il social del momento?

626
Be Real

Su BeReal non ci sono like, follower o filtri. Puoi vedere le foto di tutti gli altri solo dopo aver pubblicato le tue

C’è chi è al computer, chi a scuola, chi ancora a letto in compagnia del proprio cane. Chi riesce a mettersi un po’ in posa, chi invece si copre il viso con la mano.

BeReal è un’App di condivisione di foto in cui una volta al giorno, a un’ora casuale, a ogni utente viene inviata una notifica per pubblicare una foto dell’ambiente circostante entro un lasso di tempo di 2 minuti.

Non puoi aspettare il momento divertente della tua giornata o trovare una foto perfetta sul rullino fotografico. Il mio primo BeReal è stato ovviamente davanti al pc, ma almeno sono riuscita a fare un piccolo sorriso, perché non avevo ancora capito che avrebbe fotografato con entrambe le fotocamere.

Su BeReal non ci sono like, follower o filtri. Puoi vedere le foto di tutti gli altri solo dopo aver pubblicato le tue. Quindi, se vuoi scorrere le foto dei tuoi amici, devi condividere la tua per primo. Ovviamente, il fatto che ci sia la doppia fotocamera, significa che sarai senza filtri, magari in vestaglia o accappatoio, struccata e con i bigodini in testa.

 

A cosa serve BeReal

Quello che insegna questa nuova App è proprio che la bellezza, quella patinata di Instagram, non esiste. Nelle immagini dove si vedono angoli di casa perfetti, se ci fosse la seconda fotocamera vedreste le pile di panni da stirare, o i giochi dei bambini sparsi per  casa.

BeReal non ha influencer. Invece, l’App scansiona i tuoi contatti, invitandoti a “fare amicizia” con persone i cui dettagli sono già nel tuo telefono, ovvero persone che conosci nella vita reale.

A differenza di un seguito su Instagram, un’amicizia BeReal è uno scambio a due vie, che risale ai tempi di Internet, quando era il tessuto connettivo per amici e familiari, prima che i social media venissero cannibalizzati dagli algoritmi del marketing.

Che BeReal sia decollato solo quest’anno, due anni dopo il suo lancio, sembra essere correlato ai cambiamenti nell’algoritmo di Instagram.

 

Il fascino dell’autenticità

Parte del fascino di BeReal è che è un breve rituale quotidiano piuttosto che un vorace buco nero dove perdere ore del nostro tempo. L’autenticità sembra una parola ormai dimenticata, sminuita da strategie di marketing. Ma conta ancora.

Il successo di BeReal, l’App gratuita più scaricata nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Australia ad agosto, è la testimonianza di un desiderio per la vita online che riguarda la connessione anziché la confezione.

L’App è nata nel 2020 da due ragazzi francesi: Alexis Barreyat e Kévin Perau. Dopo avere avuto un discreto successo in Francia è esplosa questa estate negli Stati Uniti, soprattutto nei campus universitari. A oggi, la piattaforma è riuscita a raggiungere 10 milioni di utenti attivi ogni giorno.

Ora TikTok ha lanciato una nuova funzionalità, denominata “Now”, che sembra mirata specificamente alla popolarità di BeReal. Chi vincerà? La realtà o la finta perfezione?

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteAdobe compra Figma
Prossimo articoloLa Bocconi sceglie Algorand per laboratorio fintech