fbpx
Celebrity

Di successo prima ancora di essere “famous”

Randi Zuckerberg e Nicole Junkermann hanno fatto il giro del mondo sui titoli dei giornali con il loro business, ma per ragioni sbagliate… Avere un cognome famoso in questo caso ha messo in ombra il lavoro che le due donne avevano iniziato prima ancora di essere conosciute come la sorella di Mark Zuckerberg e la moglie di Ferdinando Brachetti Peretti

 

Se si sente il cognome Zuckerberg, si pensa subito al fondatore di Facebook, a oggi Meta. Pochi sanno invece che Mark ha una sorella, Randi. Anche lei appassionata di tecnologia, laureata a Harvard, lavora con il fratello e poi fonda la sua società di social media, la “Zuckerberg Media”, con la quale produce spettacoli e contenuti digitali non per gli amici del fratello, ma per BeachMint, Clinton Global Initiative, Cirque du Soleil, Nazioni Unite, Condé Nast e Bravo.

 

Nel frattempo scrive anche tre libri e nel febbraio 2022 ha dato vita, insieme a Debbie Soon, fondatrice della società di capitali di rischio M13, a TheHug.xyz, una piattaforma progettata per abbracciare e potenziare tutti i creatori di Web3.

 

 

La fama le precede…

Sembra strano però che di tutto questo Il Sole 24 ore non ne parli e che si interessi invece solo del cognome Zuckerberg, sorella di, e di un’investitrice, Nicole Junkermann, moglie di: “Da una parte la sorella del più famoso Mark, dall’altra l’investitrice, e moglie di Ferdinando Brachetti Peretti”.

Ma davvero ci interessa sapere che l’investitrice è moglie di un industriale italiano? Non sarebbe stato più interessante specificare che è a capo di NJF Capital, fondo di private equity che aiuta gli imprenditori tra il business tradizionale e le nuove tecnologie?

Nell’articolo non viene nemmeno citata la co-fondatrice della piattaforma. Debbie Soon, laureata all’Università di Cambridge in Economia e alla Columbia University con un Master in Ingegneria Finanziaria, ha costruito tre attività da zero per uno degli unicorni di maggior successo nel sud-est asiatico, ONE Championship, sostenuto da Sequoia Capital.

 

Nicole Junkermann
Nicole Junkermann

La mission di The Hug

Ma oltre al fatto che ci siano tre donne (e non solo) dietro a un marketplace dedicato a NFT e Metaverso, c’è ben altro da raccontare.

L’intero team che sta dietro a The Hug è motivato da una grande missione: aiutare i creatori in Web3 e sviluppare la prossima generazione di aziende di successo abilitate alle criptovalute.

L’HUG ha più di una dozzina di categorie specializzate di progetti e ne stanno attivamente aggiungendo altri, mentre lavorano con la community per costruire nuovi modi per curare e interagire con la piattaforma.

Per i gruppi emarginati come persone che non parlano inglese, BIPOC (Black, Indigenous, and People of Color), persone con disabilità, persone neurodivergenti e persone LGBTQ+, il lancio di un nuovo progetto Web3 può essere impegnativo. Ecco quindi che Randi e Debbie condividono anche l’interesse a consigliare, fare da mentore e dare potere agli aspiranti creatori di Web3.

 

Randi Zuckerberg

Il progetto originale

Queste convinzioni e interessi hanno motivato lo sviluppo di TheHug.xyz, mirato per portare tutti i creatori di Web3 allo stesso livello e creare così ciò che chiamano “l’inclusivo”.

Il progetto originale di TheHug.xyz è un programma di accelerazione: GroupHug. Questo programma offre tutoraggio da parte di Randi e una rete di leader del settore nella tecnologia e nelle arti. Il programma groupHug facilita anche le partnership con i marchi, fornisce visibilità alle pubbliche relazioni e assiste nella raccolta di fondi istituzionali. Nel marzo 2022, TheHug.xyz ha introdotto HUGHub, una piattaforma di revisione e aggregazione più accessibile per progetti e creatori NFT.

 

 

I programmi di accelerazione

HUGhub è progettato per amplificare e premiare la cura e la scoperta di nuovi creatori e offre vantaggi sia ai collezionisti sia ai creatori. I collezionisti possono così scoprire creatori e progetti interessanti.

Al momento ci sono 3 programmi di accelerazione dei creatori:

  • GroupHUG
  • HedgeHUG
  • AirHUG (il nostro programma di residenza per artisti individuali).

L’HUG Pass è un NFT che presenta opere d’arte da abbracciare e collezionabili e garantisce l’accesso completo all’HUG. Si può diventare anche Hugger, ovvero un membro ufficiale della community HUG, con altri vantaggi come la definizione delle priorità nel processo di selezione per i programmi di accelerazione, opportunità di partnership, eventi, tempo dedicato con Randi e Debbie e altro ancora.

 

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Youtube: un lavoro a tempo pieno

Come diventare ricco facendo lo YouTuber. Tutto dipende dallo stipendio medio del Paese dove vivi   Quanti giovani pensano di poter diventare ricchi facendo video

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.