fbpx

Enjoy Milano, con il car sharing elettrico

Arriveranno 200 vetture entro fine mese nella città meneghina che punta ad essere sempre più green.

 

Milano diventa verde lime ed elettrica. Arriva la flotta di Enjoy, il car sharing di Eni, con le city car XEV YOYO. Basta scaricare l’App Enjoy e si potrà noleggiare una delle nuovissime mini auto elettriche con velocità massima di 80 km/h e autonomia fino a 150 km: dotata di tetto panoramico, piccola e agile, è l’auto ideale per gli spostamenti nei centri storici delle città. Queste piccole auto si uniranno così progressivamente, fino a diventare 200 a fine dicembre, alla flotta già disponibile in città, composta da più di 900 veicoli rossi tra auto e cargo.

Le city car a zero emissioni di CO2 erano già state introdotte a Torino, Bologna e Firenze per migliorare gli spostamenti dei cittadini, soprattutto nel centro storico. Ecco quindi che arrivano anche nella città meneghina.

«Siamo sempre al fianco di chi ci aiuta a diffondere e supportare – ha commentato Arianna Censi, assessora alla Mobilità del Comune di Milano – una mobilità sempre più sostenibile. Con queste nuove auto Eni mette in campo una nuova flotta elettrica che aumenterà la possibilità per i milanesi, e per tutti coloro che visiteranno la nostra città, di muoversi in libertà, senza emissioni nocive che incidono sulla qualità dell’aria che respiriamo ogni giorno».

 

Enjoy è arrivato a Milano 9 anni fa. Dal 2013 infatti, con più di 15 milioni di noleggi realizzati in città, il car sharing è diventato una popolare soluzione di mobilità alternativa all’utilizzo dei mezzi privati, con benefici sulla decongestione del traffico e sulla qualità della vita di chi vive e lavora in città.

L’accordo tra Eni e XEV, casa automobilistica fondata a Torino nel 2018, unisce i vantaggi della mobilità elettrica alla comodità del car sharing free floating in città. Nessun punto predefinito di prelievo e consegna, ma la libertà per gli utenti di avviare e terminare il noleggio della vettura in qualsiasi luogo all’interno dell’area coperta da Enjoy. Nessuna preoccupazione nemmeno per il rifornimento, di cui si occupa direttamente Enjoy, che permette così ai suoi clienti di muoversi in totale libertà.

 

I vantaggi

Le city car XEV YOYO permettono ai clienti di muoversi in totale libertà perché sono sempre disponibili con una ricarica della batteria superiore al 30%.«Il car sharing contribuisce a rendere più sostenibile la mobilità urbana e a migliorare le opportunità e la facilità di spostamento dei cittadini» ha dichiarato Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni «A Torino, Bologna e Firenze, le città in cui sono già state introdotte, queste city car a zero emissioni di CO2 su strada hanno dimostrato il loro potenziale nell’ambito della micromobilità, consentendo ai clienti Enjoy noleggi più frequenti per percorrenze più brevi. Anche questo è un contributo all’approccio olistico che contraddistingue Eni nel percorso verso l’obiettivo Net Zero al 2050: il sostegno alle soluzioni per la mobilità elettrica e il car sharing sono complementari ad altre soluzioni per decarbonizzare i trasporti, come lo sviluppo dei biocarburanti, della rete di distribuzione dell’idrogeno e del biometano».

L’utilizzo dei veicoli Enjoy a Milano consente vantaggi come il parcheggio gratuito sulle strisce blu e nei parcheggi riservati ai residenti, e l’accesso alla ZTL “AREA C”. Enjoy consente anche l’utilizzo gratuito degli Enjoy Parking che si trovano presso alcune stazioni di servizio Eni nell’area di copertura e l’accesso a parcheggi dedicati a pagamento, ad esempio presso gli aeroporti di Milano Linate e di Milano Malpensa e la stazione ferroviaria di Milano Porta Garibaldi.

I numeri

In Italia Enjoy conta oltre 1 milione di clienti e più di 29 milioni di noleggi effettuati dal 2013 ad oggi. Con una flotta complessiva di 2.500 veicoli, Enjoy è presente nelle città di Milano, Torino, Bologna, Firenze e Roma. A Roma il car sharing elettrico con le city car XEV YOYO verrà introdotto nei prossimi mesi.

 

Come funziona

Per noleggiare i veicoli Enjoy basta scaricare l’App e registrarsi. Da quel momento è possibile cercare, visualizzare e prenotare i veicoli disponibili nei dintorni o nella zona d’interesse, oppure noleggiare un veicolo Enjoy che si trova lungo il proprio percorso inserendo nell’app il numero di targa e il codice visibile sul parabrezza. Una volta raggiunto e sbloccato il veicolo, l’intero noleggio avviene attraverso lo smartphone, fino all’arrivo a destinazione. Al termine della corsa è possibile visualizzare il costo del noleggio. Per le city car XEV YOYO, come per le altre auto della flotta, la tariffa è di 0,29€/min con un costo fisso pari a 1,00€ per lo sblocco del veicolo ad inizio noleggio.

Per quanto riguarda il rifornimento, oltre che per la ricarica tradizionale presso le colonnine in plug-in, le XEV YOYO sono predisposte per il ‘battery swapping’ (la sostituzione di batterie scariche con batterie cariche che è possibile realizzare in pochi minuti), per il quale sono già predisposte 9 stazioni di servizio Eni a Milano che diventeranno operative nelle prossime settimane. Sarà sempre Enjoy a occuparsi del rifornimento con battery swapping.

 

Problema colonnine

Ma rimane un problema: le colonnine di ricarica. Se da una parte dal 2024 ogni nuova vettura immatricolata nelle flotte dovrà essere elettrica, il numero di colonnine di ricarica è ancora molto basso (circa  5 ogni 10 mila abitanti). Al momento in città il servizio di car sharing è gestito da cinque operatori: Enjoy (che fa capo a Eni), Sharenow (Stellantis), e-Go! Drivalia (ex LeasysGo), Zity e E-vai. Come riportato dal Corriere della Sera, stando a dati dell’assessorato alla Mobilità, le auto del car sharing disponibili oggi sono 2.694, di cui 1.048 elettriche.

Chi cerca di ovviare a questo problema è proprio l’ultimo arrivato, che ha predisposto le city car Xev Yoyo per il battery swapping, cioè la sostituzione delle batterie scariche in pochi minuti.

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.