Mollo tutto e vado a Ibiza (7 strategie per fare business)

24097

È l’isola del divertimento e della musica. Ma anche dello yoga e del lusso. Nel 2015 è prevista un’affluenza superiore ai 5 milioni di turisti dello scorso anno. Il pubblico è cresciuto, aumentate le famiglie e gli adulti con un potere di acquisto superiore. Questa è Ibiza, il sogno di molti imprenditori italiani.

Come Daniela Bianchi, 42enne, milanese titolare dell’agenzia immobiliare e di servizi http://ibizaexclu.com/. Giunta sull’isola in vacanza, per un anno sabbatico, ci è rimasta. Vive sull’isola da 12 anni: «Lavoravo come project manager per una società informatica, gestivo progetti per gli istituti di credito. Erano anni che non facevo una vacanza. A un certo punto ho sentito il bisogno di qualche mese di relax, ma soprattutto di riprendermi in mano la mia vita» racconta Daniela a Millionaire.

ibiza esclu

Dopo un mese inizia a lavorare, prima in una pompa di benzina, poi come cuoca per l’Esercito. Poi l’idea imprenditoriale: «Da sempre gli amici che volevano andare in vacanza a Ibiza mi chiedevano se conoscevo qualcuno che affittasse le case, e vista la mia conoscenza dell’isola li aiutavo come potevo. Ho presto realizzato che quella poteva diventare la mia attività. Ho fatto un censimento delle proprietà: molte erano ville con giardino e piscina. Chiedevo un incontro con i proprietari e proponevo loro di rimetterle a reddito. Oggi ne gestisco 122. I clienti mi danno un budget (da 2mila a 200mila euro) per una vacanza e noi selezioniamo proposte e servizi. Ogni cliente ha un assistente personale che lo aiuta nella ricerca di un ristorante, baby sitter, parrucchiere. Il mio guadagno è una commissione che va dal 10 al 20%».

ibiza esclu 2

Investe 50mila euro, fa pubblicità in Italia su radio e giornali, dove ha il 70% dei suoi clienti. Gli altri vengono dalla Russia, Dubai e Nord Europa. INFO: http://ibizaexclu.com/

Con l’aiuto di Daniele Lentini, avvocato e responsabile dell’Italian desk dello studio legale (http://www.arribasabogados.com/), vediamo sette strategie per aprire un’attività a Ibiza.

5853754618_1a7081d72c_z
(Fonte foto utente Flickr Karrierebibel.de, https://www.flickr.com/photos/64260010@N07/

 

  • Richiedi il Nie. Numero di identificazione per stranieri. È il primo passo da compiere. È una sorta di codice fiscale. Si può richiedere al commissariato di polizia competente a Ibiza oppure al consolato spagnolo in Italia.
  • Scegli la forma giuridica. Imprenditore individuale è la forma giuridica più semplice e meno costosa. Occorre aprire Partita Iva, richiedendo il numero identificativo fiscale. Società a responsabilità limitata, capitale minimo di 3mila euro. Oppure società per azioni con capitale di 60mila euro.
  • Iscriviti al sistema di previdenza sociale. Gli obblighi contributivi si aggirano intorno ai 280 euro al mese. Esiste una tariffa plana di 50 euro al mese per un periodo limitato se in possesso di alcuni requisiti (meno di 35 anni per la donna e 30 per l’uomo).
  • Compila la dichiarazione all’Agenzia delle entrate in merito al locale e al tipo di attività da svolgere.
  • Richiedi una licenza di attività nel caso di attività commerciale. Costi da 15mila euro. Apri l’attività in 10 giorni.
  • Contatta il comune di competenza e vari assessorati per eventuali autorizzazioni.
  • Paga le imposte. Imprenditore individuale, Irpef 19% con possibilità di riduzione fino al 9% per nuovi imprenditori per i primi tre anni. Società: 28%, 15% per le società di recente costruzione.

Di Ibiza e come fare business parliamo nell’inchiesta sul numero di aprile 2015.

Redazione

 (Fonte foto immagine in evidenza, utente Flickr Ronald Saunders, https://www.flickr.com/photos/ronsaunders47/

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. Salve io in Italia faccio l’operatore socio sanitario e vorrei fare questo lavoro a Ibiza. Qualcuno sa dirmi se ci sono strutture per anziani a Ibiza?

    • Ciao Francesca,
      scusa se ti rispondo ora ma non aprivo questa pagina da anni. Per fare l’operatore socio sanitario qui a Ibiza devi saper parlare almeno due lingue oltre all’italiano, ovvero il castellano e il catalano, avere i titoli equipollenti e un c.v. che si rispetti. Essendo lavori che si svolgono presso enti sanitari gestiti dallo Stato si entra con concorso. Ci sono residenze per anziani, anche private, ma non è facile entrare nell’organico. Personale sanitario é sempre comunque richiesto.

    • Ciao Mirco, noi realizziamo studi di fattibilità finalizzati all’apertura di nuove attività sull’isola.
      Se pensi di averne bisogno puoi contattarci. Nello specifico non ti so rispondere, non sono ad oggi sufficientemente informata in merito. Partiamo comunque dalle basi: ricerca locale, alta attività (registro nome, scrittura notarile, pagamento tasse e licenze), assicurazioni e iscrizione nei registri.

  2. Salve!
    So o cittadina rumeba in italia da 16 anni quasi 17. Vorrei partire al avventura da zero. Cosa mi serve io in italia ho diverse esperienze. In fabbrica come addetta montaggio materie plastiche babysitter badante guardia giurata. Io voto sempre di più in guardia giurata che so che non è facile avere il decreto anche in Spagna. Ho un curriculum abbastanza formato. Sono anche una volontaria della croce rossa italiana e dell’Arma dei carabinieri e tra poco anche della polizia di stato cinofila. Cosa mi occorre per iniziare una nuova vita per dire tra parentesi in Spagna Ibiza ma sia in spagna e non mi importa dove. Da dove devo iniziare. In italia purtroppo a 37 anni sono già vecchia nel cercare un lavoro. E quindi vorrei partire all’avventura. Non sono fidanzata o sposata non ho figli. E sono single per scelta.

  3. Ciao sono Antonio 54 anni ho un impresa Edile a Torino e mi occupo di ristrutturazioni e restauro appartamenti. Ho i miei figli che vivono a Ibiza e vorrei anzi mi piacerebbe aprire un attività a Ibiza. Un consiglio?

  4. Daniela buongiorno, mi chiamo Gennaro ho 43 anni e vado spesso in vacanza ad Ibiza, prima da singole adesso con mia moglie e mio figlio, ho sempre desiderato portare il mio lovoro ad Ibiza, mi occupo di arte moderna e contemporanea, in sintesi faccio il gallerista e ho sempre pensato che per inserirmi ad Ibiza fosse necessario avere dei contatti tipo p.r. che possano portare i clienti come avviene per i locali le spiagge i ristoranti ecc…., se mi puoi aiutare e darmi un vostro contatto per parlarne mi farebbe piacere

  5. Mi piacerebbe lavorare sull’isola mi occupo di impia ti termoidraulici e condizionamento nonché di gestione telematica di impiabti centralizzati di riscaldamento, vorrei sapere se sull’isola esiste la possibilità di fare questi lavori da dipendente grazie attendo risposta distinti saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.