Mollo tutto, vado a Praga e trovo il successo con un’App

6988

Italiani che cercano il successo (e lo trovano) a Praga. È la storia di Andreas Ronco, 34enne, che con in suoi amici (tra cui Massimo Parolisi) ha ideato un’App per fare conoscere la città ai turisti e viene notato anche dall’Ufficio del turismo praghese che la inserisce nel portale ufficiale della città.

Vicentino, ha studiato comunicazione alla IULM, prima di girare l’Europa, prima in Germania, dove si trasferisce per amore: «Lì sono stato otto anni, poi mi sono lasciato. Nello stesso tempo avevo ricevuto un’offerta per scrivere per un giornale inglese a Praga. Ho accettato la sfida. Intervistavo vip del posto e così ho iniziato a costruirmi un buon network. Poi l’idea di fare un mio giornale online (www.opinionspost.com) e la voglia di fare qualcosa per una città che iniziavo ad amare»,

praga dove sei

 

Andreas sviluppa un’App, investe 4mila euro: «È una guida per chi vuole conoscere la città. Funziona sia online che offline. Diamo indicazioni sui posti da visitare, su cosa mangiare, dove andare a divertirsi, come se fossero consigli che diamo a un amico. L’aspetto dell’App è molto informale, c’è la mia faccia che guida il turista nelle scelte. Ci sono filtri per scegliere l’attività migliore sulla base di alcune variabili (il meteo, la distanza…)» racconta Andreas a proposito dell’App che, disponibile in 6 lingue, ha oggi 42mila download, 62mila visitatori che vi accedono via Web, 170mila fan sulla pagina Facebook. È al secondo posto, dopo Trip Advisor, come App su Praga negli store: «Guadagniamo grazie ai locali che chiedono di essere sponsorizzati, da 100 a 180 euro all’anno. Ne abbiamo 600 che hanno deciso di investire. All’inizio non è stato semplice. L’App aveva solo 2mila download e quando entravo nei locali per chiedere di sponsorizzarci, ricevevo solo “no”. Oggi siamo stati inseriti all’interno del portale del turismo di Praga. Un giorno mi ha chiamato la direttrice marketing della città per chiedermi un appuntamento. Non ci credevo».

praga 2

 

Ma l’App è solo uno dei tanti progetti di Andreas e del suo team di amici, composto da sette persone tra sviluppatori, grafici, programmatori, esperti social: «L’App ci serve per fidelizzare i clienti ai quali offriamo tanti servizi: gestiamo la pagina Facebook, creiamo siti Web, organizziamo eventi (http://www.mypraguedigital.com/). E come ultimo fungiamo da ufficio stampa per alcuni artisti. Toto Cutugno si è affidato a noi per i servizi di ufficio stampa. Attorno all’App c’è tutto un brand e altre idee in cantiere».

praga 5

Quali i vantaggi di fare business a Praga? «Qui noti, innanzitutto, una maggiore apertura mentale specie verso lo straniero. Non è così difficile trovarsi a cena con una persona importante (un cantante, un attore, un presentatore della tv…). Poi l’economia sta correndo tantissimo e con il cambio ti avvantaggia se vieni pagato in euro. Infine, non c’è bisogno di parlare il ceco per fare business. Qui tutti parlano in inglese. Immagina un ceco che non parla la nostra lingua e prova a fare business in Italia… Certo poi per riuscire valgono le stesse regole ovunque. Bisogna crederci, metterci passione e soprattutto direi avere continuità. Soprattutto quando le cose vanno male e vorresti mollare tutto. Anche a me è successo, ma ho deciso di andare avanti. E oggi sono contento del percorso che sto facendo».

andreas

INFO: http://www.mypragueapp.com/

https://www.facebook.com/mypragueapp

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedentePortiamo il teatro in casa
Prossimo articoloLavoro: Ferrero alla ricerca di neolaureati e studenti

1 COMMENTO

  1. ogni volta che leggo un articolo sul vostro sito web penso che l’Italia ormai non offre più opportunità di crescita, il sogno americano gli Italiani lo trovano fuori dai propri confini, questo deve far pensare ai politici e ai grandi investitori Italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.