Porto di Genova la IX edizione di SailOr

854
Genova

A due anni di stop forzato a causa della pandemia, la motonave ‘La Superba’ parte per un viaggio di istruzione e formazione.

 

 

Si è appena conclusa la IX edizione di SailOr, la nave dell’orientamento ai mestieri e alle professioni del mare, un progetto avviato nel 2013 nell’ambito del sistema ‘Orientamenti’ che anticipa l’omonimo Salone, in programma dal 15 al 17 novembre.

Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, a bordo della motonave ‘La Superba’ di Grandi Navi Veloci (GNV) si sono imbarcati circa 270 studenti degli Istituti Nautici, Alberghieri e Turistici della Liguria e di altre regioni italiane per un viaggio di istruzione e formazione sul campo.

Quattro giorni di navigazione alla scoperta delle professioni del mare, lungo la tratta Genova-Palermo, pensati per offrire agli studenti un’esperienza di orientamento e di alternanza scuola lavoro con valenza di ‘Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento’ (PCTO), con l’affiancamento degli allievi dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile e di volontari della Guardia Costiera Ausiliaria.

 

Gli studenti hanno vissuto così una vera e propria full immersion nel mondo del mare, attraverso laboratori di bordo in settori chiave tra i quali coperta, sistema nave, logistica, alberghiero e turistico, oltre a colloqui con esperti e testimonial, esercitazioni pratiche e simulazioni e incontri con orientatori. Le attività formative integrate a laboratori, utilizzano la metodologia del ‘learning by doing’. Inoltre, per i docenti accompagnatori è previsto un incontro formativo sul cluster marittimo. Grazie a queste caratteristiche, SailOr si qualifica come un’esperienza unica a livello nazionale.

 

L’iniziativa è un’importante tappa di avvicinamento al Salone Orientamenti 2022, promosso dall’assessorato regionale alla formazione e all’orientamento, e che si svolgerà dal 15 al 17 novembre nei Magazzini del Cotone del Porto Antico di Genova. Il messaggio di quest’anno: “Care for your skills”, prenditi cura delle tue competenze. Ora ci si prepara al Salone che, nelle sue ultime edizioni, ha sperimentato una crescita costante sia come numero di partecipanti, sia come qualità e quantità di eventi proposti con oltre 100 mila ragazzi in presenza in 3 giorni nell’ultima edizione pre covid, 230 mila tra presenti e in piattaforma nell’edizione dello scorso anno dedicata al React.

 

Nel porto di Palermo, durante il giorno di sosta, si è tenuta un’esercitazione di «abbandono nave» con la partecipazione di tutti gli studenti e i membri dello staff. Il progetto Om-Sailor ha coinvolto anche insegnanti-accompagnatori (uno ogni 15 studenti) in attività di formazione insieme agli esperti del mondo del mare e al personale di bordo.

 

Tra i ragazzi a bordo de “La Superba” di Grandi navi veloci, 150 sono quelli provenienti dalla Liguria e in particolare dagli Istituti San Giorgio, Marco Polo e Bergese di Genova, ma anche da Imperia (Istituto D’Oria), La Spezia (Cappellini Sauro e Casini), Savona (Ferraris Pancaldo), Finale Ligure (Migliorini) Alassio (Giancardi-Aicardi) e Sarzana (Perentuccelli-Arzelà). Gli altri 120 studenti arrivano da altre regioni italiane (IIS Galilei Artiglio di Viareggio, Caboto di Gaeta, Euclide Caracciolo di Bari, Levi Montalcini di Acqui Terme, Formont di Oulx e Romagnosi di Piacenza), ma anche dall’estero come gli allievi della Lithuanian Maritime Academy e dell’istituto alberghiero Paul Aguier di Nizza.

 

Tutti i ragazzi in viaggio frequentano istituti specializzati. In Italia la regione con il maggior numero di scuole a indirizzo turistico-alberghiero è la Campania: ben 163. Seconda piazza per la Sicilia (115) e terza per il Lazio (84). In fondo alla classifica si trova, invece, il Molise a quota 7. Napoli è la provincia con il maggior numero di questi istituti, seguono Roma (54) e Salerno (36). Sul fronte degli istituti nautici la leadership spetta sempre a Campania e Sicilia, rispettivamente con 14 e 11 scuole. Sono quattro le regioni dove non è presente alcun istituto tecnico nautico: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Umbria.

La partecipazione viene riconosciuta agli studenti come percorso per le competenze trasversali per l’orientamento.“Per compiere scelte consapevoli – afferma l’assessore alla Formazione e all’Orientamento Marco Scajola – gli studenti hanno bisogno di “imparare facendo” e in questo senso SailOr è una grande palestra. L’esperienza in azienda è fondamentale per far acquisire ai ragazzi la conoscenza diretta del mondo del lavoro, ma anche per conoscere meglio sé stessi, i propri interessi e le proprie attitudini”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteUn nuovo unicorno si espande anche in Italia
Prossimo articoloBuy Now Pay Later e il rischio di spendere troppo