Come guadagnare con il business del riciclo: le esperienze italiane

49
68369

Nei giorni scorsi uno dei nostri fan di facebook ci ha chiesto qualche informazione su come è possibile guadagnare soldi con il riciclo.

Per accontentare chi come lui è interessato a saperne di più sull’argomento, oggi parliamo di alcune realtà aziendali italiane che sono riuscite a coniugare riciclo e guadagno.

Chissà potrebbero servirti da spunto per pensare a qualcosa di ancora più innovativo.

Un business che viene dal Nord

Forse non tutti sanno che il business del riciclo italiano si ispira alle realtà già consolidate dei Paesi Scandinavi nei quali esistono già da tempo dei distributori la cui funzione è di pesare la quantità di plastica, carte o lattine depositate, e premiare il cliente con dei buoni acquisto.

Così facendo, tutti gli attori della catena del riciclo ne traggono un vantaggio: il Franchising che ha messo in circolazione il distributore, il negoziante a cui spetterà una percentuale sulla mole di spazzatura portata dai clienti, e per ultimo il cliente che risparmia sulla sua spesa quotidiana.

Fatta questa premessa, passiamo ad elencare quattro realtà aziendali nel nostro Paese che sono nate da questo modello. 

1. Ecopunto

Iniziamo da Ecopunto, una catena di negozi dove è possibile portare i propri rifiuti in cambio di beni alimentari.

Per aprire un Ecopunto occorre sottoscrivere un contratto di affiliazione commerciale.

Al link i contatti per chi fosse interessato.

C’è da dire che l’esperienza per ora è limitata alla Regione Sicilia, ma potrebbe presto diventare una realtà distribuita su tutto il territorio nazionale.

 2. EcoBank

È un sistema di raccolta differenziata dei contenitori per bevande. Funziona così: il cliente deposita le bottiglie di plastica e le lattine nel punto EcoBank più vicino. In cambio, riceve un euro di bonus che potrà spendere presso i supermercati e i punti vendita convenzionati.

Il sistema accetta solo bottiglie per bevande con l’etichetta, non schiacciate e vuote,  e la plastica (PET) trasparente e colorata.

Attivi dal 2009, i punti Ecobank sono presenti ad oggi esclusivamente nel piemontese.

Per approfondimenti sul business della plastica leggi: “Plastica il business del riciclo”

 

3. MrPet

Molto interessante l’iniziativa  Fada (Fedeltà amica dell’ambiente)  che premia l’impegno dei cittadini nella salvaguardia dell’ambiente con dei punti spendibili nei supermercati e nei negozi convenzionati.

Per raccogliere punti, il cliente, che entra nel sistema, dovrà dimostrare di aver tagliato le emissioni di CO2 (un punto ogni 100 grammi di CO2 in meno prodotti).

Si accumulano punti con il compostaggio domestico, la produzione di energia da fonti rinnovabili e l’utilizzo del trasporto pubblico.

Su questo link maggiori informazioni sul circuito.

4. RePaperMe

L’ultimo in ordine di tempo arriva dall’azienda Eurven, gruppo leader nella realizzazione di sistemi a monte della raccolta differenziata

L’idea si chiama RePaperMe, un modello grazie al quale gli utenti, che conferiscono carta e cartone, ottengono sconti sui prodotti in vendita nei diversi negozi affiliati.

 Sviluppi futuri

Il nostro Paese è tra quelli con la maggior concentrazione di telefonini: siamo al diciannovesimo posto nel mondo per numero di schede di cellulari attivate ogni cento abitanti.

In un contesto del genere, il riciclo dei vecchi rifiuti elettronici assumerà un’importanza sempre maggiore.

Un’idea possibile per sfruttare questo business viene dalla California.

L’azienda californiana ecoAtM  ha progettato lo scorso anno  uno sportello elettronico simile ai distributori di DVD. Il cliente può inserire piccoli dispositivi elettronici destinati ad essere riciclati e in cambio gli viene restituito un valore in denaro.

 

Per ora la compagnia di San Diego ha già sistemato circa 15 dispositivi in negozi e centri commerciali nella regione del sud della California. Ma il suo prodotto potrebbe diventare un modello esportabile anche nel nostro Paese.

 

Queste sono solo alcune delle esperienze che stanno nascendo In Italia per unire risparmio e guadagno alla conservazione delle risorse del pianeta.  

Hai in mente qualcosa di ancora più innovativo e redditizio?

Giancarlo Donadio

(Fonte foto utente Flickr SuperiorRaw)

Print Friendly, PDF & Email

49 Commenti

  1. Come guadagnare con il riciclo | Millionaire web…

    Nei giorni scorsi uno dei nostri fan di facebook ci ha chiesto qualche informazione su come è possibile guadagnare soldi con il riciclo. Per accontentare chi come lui è interessato a saperne di più sull’argomento, oggi parliamo di alcune realtà azienda…

  2. In realtà nel Lazio o meglio a Roma non esiste niente di niente che premi chi fa la raccolta differenziata con scrupolo al contrario x premio avrà un aumento esagerato della tassa sui rifiuti…..si potrebbe invece creare anche posti di lavoro promuovendo una raccolta differenziata che premi l’utente..Ma…non mi voglio arrendere a questo spreco

    • Roma!? riciclo, non gli frega nulla a tutti quei politici da strapazzo per usare un eufemismo, un occasione in più per dire che sono tutti da cacciare via PD PDL SEL UDC UDEUR TUTTI! prima che riducono tutto come il disastro della terra dei fuochi ,una terra un tempo tra le più fertili al mondo ora ridotta a una terra radioattiva tossica velenosa con liquami e fumi di ogni genere e pericolosita’,,se non li cacciamo tutti faranno di tutta l italia una terra di fuochi,e non gli manca il coraggio forse perché neppure lo sanno .ma l’alternativa ce e reale il MOVIMENTO 5 STELLE ,movimento che i nostri politici tanto odiano ,perché incorrompibili.

        • si potrebbe invece creare anche posti di lavoro promuovendo una raccolta differenziata che premi l’utente … Scriveva Daniela Cubito 10 aprile 2013 at 8:48 !!! Che poi e’ quello che ha iniziato a fare Sindaco di Roma Raggi del M5S ! Quello e’ il filo del discorso da seguire !

    • A Roma è presente un’altra realtà dove è possibile riciclare dispositivi elettronici usati: attraverso la piattaforma Lovertech (http://www.lovertech.com/) è possibile affidarli gratuitamente per il riciclo ed ottenere in cambio buoni e sconti usufruibili in negozi di elettronica per l’acquisto di oggetti nuovi!

    • Daniela contatta la società non solo rifiuti loro hanno hanno sperimentato in un mercato romano precisamente al trionfale l’acquisto di materiali e ti danno un buono da spendere . oppure alla montagnola c’è una società sportiva che ha il macchinario x la plastica e anchenli hai degli sconti nei vari negozi affiliati

  3. Fai bene a non arrenderti. Ci sono grandi opportunità di business, a volte anche sotto il nostro naso, e non le sfruttiamo a dovere. Continua nella tua giusta battaglia!

  4. Salve mi chiamo Alessandro e scrivo dal sud Italia, da qualche anno vorrei entrare a far parte di questo mondo, mi diletto già con raccolta di carta e vorrei incrementare ciò, mi piacerebbe avere un’aiuto vostro

  5. salve,sono un libero cittadino,e vorrei intraprendere queasto tipo di lavoro (riciclando plastica) ma vorrei saperne di più.e magari lavorare insieme a voi,aspetto vostre notizie,grazie

    • Ciao Wilson. Ti consigliamo di provare a inviare le tue richieste direttamente alle aziende coinvolte servendoti del loro sito. Qui non possono leggerti. Grazie ancora e in bocca al lupo!

  6. Buongiorno,

    mi chiamo Vincenzo ho 39 anni ed abito a legnano (MI).

    Lavoro da più di 12 anni nel settore logistico distributivo/produttivo sia nella grande distribuzione (supermercati) che nella piccola/media impresa
    (attualmente sono responsabile della logistica e produzione in una azienda di componentistica elettronica).

    Ho sempre avuto uno spirito imprenditoriale e questo mi ha spinto in questi ultimi mesi a tentare di avviare una attività gestita direttamente.

    La mia idea iniziale era quella di aprire un green point e/o una gestione di distributori da riciclo da collocare nelle scuole, nei supermercati, nelle pompe di benzina etc. per il recupero di bottiglie di plastica (P.E.T) e di alluminio (lattine) nei comuni di Legnano (MI) e Busto Arsizio (VA) che hanno circa 150.000 abitanti.

    Questo ovviamente ha due scopi finali:

    1) educare i cittadini ad un maggiore cura e rispetto per ambiente insegnando, sin da piccoli (ecco perché mi riferivo a distributori di riciclo nelle scuole), la gestione del riciclo con la raccolta differenziata separata

    2) Soddisfare il mio spirito imprenditoriale sapendo di farlo in modo “eco-sostenibile”.

    Quindi tramite internet ho iniziato la ricerca di aziende/consorzi/cooperative che facessero questo tipo di attività ed ho trovato il Vostro sito.

    Le volevo chiedere indicazioni più dettagliata su come effettuare questo tipo di attività e/o aziende che offrono questa di opportunità in franchising.

    In questi anni il lavoro, mi ha “portato” a gestire anche rapporti con fornitori di smaltimento rifiuti (in particolare nella grande distribuzione) che potrebbero risultare utili per il successivo riciclaggio/vendita.

    In attesa di un vostra gentile risposta

    Cordiali saluti
    Vincenzo

  7. BUON GIORNO
    Vivo in Davoli Marina ( CZ ) un piccolopaesino della Calabria, anche noi come tutti abbiamo il grande problema della spazzatura.
    Sarà un sogno, ma volevo avviare un’azione di educazione alla raccolta differenziatadalle nelle scuole primarie, asili, superiori e quanto in età giovanile ci gira intorno .
    Premetto che non sono molto convinto della differenziata quando ad occuparsene sono i comuni, per vari motivi legati anche ,forse, agli interessi della malavita .

    Leggendo il vostro articolo ho avuto qualche spunto ma non mi ha soddisfatto al 100% .

    Ovviamente se riusciamo ad avviare dei contatti e ragionarci su , sicuramente si può intraprendere un metodo di servizi che possa giovare a tutti , soprattutto ai giovani.

    Perchè i giovani , sempre i giovani .

    Io ho 45 anni e sono padre di 2 figli di 16 e 11 anni .

    Li vedo come delle spugne , sono predisposti ad assorbire messaggi , positivi e negativi, in tempi relativamente brevi, pongono delle discussioni alle quali le nostre menti, presi da problemi con il lavoro , con la famiglia, salute etc etc , non sono più predisposte a dedicare del tempo utile ad una problematica seria e molto molto periocolosa quale quella dell’ inquinamento .
    E’ imprssionante come Adriano Celentano , giusto per citarne uno, canta una canzone molte decine di anni fa che ad oggi viviamo nella nostra vita quotidiana ancora in modo molto ma molto più pericoloso di allora .

    La mia idea sarebbe quella di rendere attivi i ragazzi alla raccolta dei vari materiali reciclabili, ognuno col suo piccolo aiuto , per poi premiarli del lavoro e del tempo dedicato .
    Il denaro , aimè , sembra essere l ‘unica soluzione allo stimolo della raccolta differenziata ?
    Detto così potremmo creare solo danni nei confronti di menti giovani e delicate ale quali si rischia di far acquisre di un messaggio che tutt’altro vuole che essere indirizzato al commercio o all’arricchimento .

    Mettiamo caso che una o più scuole aderiscano ad un progetto di raccolta di LATTINE, BOTTIGLIE IN PLASTICA o VETRO, TAPPI .

    Col ricavato si potrebbe organizzare una gita a tema ,
    si potrebbe realizzare un Parco Giochi,
    aiutare delle famiglie bisognose,
    oppure mangiare tutti insieme una PIZZA etc etc etc .

    Il messaggio finale deve essere che il proprio contributo sia servito a migliorare principalmente l’ambiente che ci circonda e agodere tutti insieme

    • Ciao che bello che qualcuno si occupi di questo anche nella nostra terra! Io ho origini di Caulonia. In bocca a lupo Salvatore!

  8. Ciao mi chiamo Maria e ho 33 anni credo molto nel business del riciclo dei rifiuti…..si può unire il benessere dell’Ambiente con, perchè no, il guadagno, così creando lavoro… vorrei costruire una cooperativa che si occupi del riciclo di rifiuti ma non ho tanti soldi da investire e non ho neanche la conoscenza tecnica del settore…. come posso fare per realizzare quel ke mi sembra un ottima intuizione…a chi posso rivolgermi per un aiuto…. grazie

  9. CIAO, IO SONO RAFFAELE E’ HO COMINCIATO DA POCO HA RACCOGLIERE INFORMAZIONI SULLA POSSIBILITA’ DI POTER REALIZZARE UN CENTRO DI RACCOLTA,PER ADESSO SOLO DI CARTA.LOGICAMENTE LE INFORMAZIONI SONO ANCORA POCHE CHI MI AIUTA?

  10. SALVE VORREI AQUISTARE UNA MACCHINA PER IL RICICLACCIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL MIO PAESE SONO MOLTO INTERESSATO ASPETTO VOSTRE NOTIZIE. QUESTO è IL MIO NUMERO 3887914218 GRAZIE.DISTINTI SALUTI

  11. Salve sono Aldo ,, sono di Milano ,, ho letto questa opportunità di bisness ,, e sarei davvero interessato ,, vorrei avere più informazioni ,, come potere intraprendere , questo genere di attività ,, anche in altri paesi ,, dispongo di un buo capitale ,, se gentilmente ,, potete , contattarmi con un imail ,,, sarei disposto a intraprendere una attività di reciclo ,, anche del vetro ,, o altro ,, grazie x l attenzione ,, a presto ,, Aldo

  12. Salve,
    interessato ad EKOBANK mi chiedo il dislocamento e le prassi burocratiche da chi vengono curate?
    La mia attività dove incomincia e dove si ferma e cosa ne trarro?
    Grazie.

  13. Salve mi chiamo Pietro e sono un giovanissimo architetto di Palermo, in occasione della mia laurea ho avuto la possibilità di sviluppare una tesi sulla gestione Smart dei rifiuti per un piccolo paesino delle Madonie (Sicilia).
    Da allora ho iniziato a interessarmi sempre di più della problematica dei rifiuti, ho intrapreso degli studi approfonditi e letto molti saggi, articoli e libri riguardanti l’argomento.
    Mi piacerebbe poter iniziare a fare impresa e lavorare proprio in questo campo, che sempre più mi appassiona, ormai il tema del riciclaggio sta diventando un credo sempre più forte nella mia vita.
    Dopo tutti questi studi non ho ancora capito come poter far lavoro e soldi da privato e da comune cittadino in questo settore.
    Vorrei qualche delucidazione maggiore ma con qualche esempio concreto che possa illuminare me e molti altri che come me hanno posto la stessa domanda.

  14. Salve,vorrei avere un aiuto per intraprendere questa attivita.Sono Siciliano purtroppo, ho avuto una brutta esperienza per colpa della politica. Lavoravo in un consorzio che si occupa della raccolta dei rifiuti senza differenziarli. Avrei bisogno di un aiuto organizzativo da parte vostra.Cell. 3287664997

  15. Salve, vorrei sapere se si può fare la raccolta di bottiglie di plastica e cartoni guadagnando un pò di soldi.
    A chi posso chiedere informazioni grazie.

  16. Buona sera
    Vorrei sapere se avete i nomi dei siti di società che danno questi distributori ?
    Se potete darmi una mano a sapere come rivendere la plastica e a chi.
    Grazie

  17. salve sono roberto ,ho da poco venduto il mio negozio e ho molta rimanenza di carta e borse di carta intestate al mio negozio.il nuovo proprietario giustamente non interessa.
    Quello che vorrei sapere se esiste un posto o un sito o un’azienda dove portare tale materiale e ottenere dei buoni spese o altro
    Aspetto vostre notizie grazie roberto

  18. Salve sarei lieto di darvi tutte le risposte alle vostre domande in quanto io operò già nel settore riciclo in qualità di agente concessionario. Scrive temi, ci sono enormi possibilità di sviluppo in questo settore e non necessariamente bisogna sostenere costi di acquisto macchine compattattrici, anche perche i prezzi di acquisto non sono proprio abbordabili, ma ci sono diverse forme di collaborazione per diverse provincie italiane
    Saluti
    Salvo iania
    Salvojania@gmail.com

  19. Buongiorno ,ho 41 anni e scrivo da Codogno(LODI)…Volevo capire se di riciclo si intendono solo i rifiuti, o se è possibile riutilizzare anche altri materiali, per farne oggetti di uso quotidiano, come il legno, i tessuti , le vecchie vettovaglie come i bottoni…Ricordo di aver visto fare un’ opera d’ arte con i materiali di recupero…Oppure rivendendo e risistemando mobili usati… Come fare?

  20. salve sono gianna ,sono anni che mi combatto in un vicolo chiuso poiche in provincia di bari sono dei fuochi di paglia,ho collaborato con tutti gli ecopunti della provincia che si sono poi chiusi senza dirmi neppure grazie.non ho parole

  21. Buongiorno,
    sono molto interessato al rispetto dell’ambiente e al riciclo della plastica e di altri materiali come carta, vetro, rifiuti RAAE. Fortunatamente si stanno diffondendo anche in Italia dispositivi ecoATM in grado di economizzare il riciclo in modo da invogliare le persone a perseguire questa strada. Una domanda che mi sono sempre posto è come fanno i proprietari di questi ecoATM a rientrare nelle loro spese (acquisto ecoATM, manutenzione, gestione). Possono vendere direttamente le materie prime? Ricevono finanziamenti da qualche ente? Altro?
    Grazie

  22. Ciao a tutti,
    è da un po’ che mi ronza in testa un progetto decisamente ambizioso, aprire una piccola azienda di riciclaggio RAEE ( rifiuti elettrici ed elettronici ), impianti fotovoltaici ecc…
    L’idea è ancora in fase embrionale e mi servirebbe più aiuto possibile per capirne la fattibilità.
    Non mi allungo nel spiegare il progetto nei minimi dettagli, ma se da un lato sono riuscito a risolvere il lato “logistico” mi mancano parecchie nozioni su come fare business dai rifiuti; in particolare vorrei sapere:

    – Dove posso trovare le quotazioni delle MPS ( materie prime secondarie ) ?
    – Dove posso trovare le liste, più precise possibili, dei componenti di Pc, Monitor, TV, Cellulari ?
    – Esistono forum, più dettagliati possibili, che parlano dell’argomento ?

    Mi servirebbe queste informazioni per poter testare la fattibilità del progetto.
    Ogni contributo è ben accetto, grazie per l’attenzione attendo ansioso risposte. Cerco un socio operativo e ovviamente un socio finanziatore

  23. salve,sono un libero cittadino,e vorrei intraprendere queasto tipo di lavoro (riciclando plastica) ma vorrei saperne di più.e magari lavorare insieme a voi,aspetto vostre notizie,grazie
    Rispondi

  24. vorrei aprire un.impianto di riciclo legno da scarto x farne dei trucioli x i giardini..chi mi da informazioni a tale proposito

  25. Salve,
    vorrei poter ospitare in una zona di mia proprietà degli ecopoint per il riciclo delle bottiglie di plastica, alluminio e vetro. La mia idea è quella di ospitare questi macchinari mettendo a disposizione elettricità, assistenza e il terreno e poi rivendere il tutto ad una ditta che potrà smaltire il tutto.E’ possibile? Chi può darmi maggiorni informazioni a riguardo?

    Un saluto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.