“Diario di un lettore dal Wobi di Milano”

0
1527
wobi millionaire

Il 7 e 8 novembre, a Milano, si è tenuto il World Business Forum, organizzato da Wobi. C’erano ospiti internazionali, imprenditori, manager, innovatori e talenti con la passione per il business. Millionaire ha regalato a otto lettori il biglietto per partecipare.

Ecco le loro foto e il racconto del Wobi che ci ha inviato Massimiliano, manager e affezionato lettore di Millionaire.

«Grazie a Millionaire quest’anno abbiamo avuto l’opportunità di partecipare al World Business Forum di Milano. Organizzato da Wobi, oltre che a Milano, si svolge a Bogotà, Città del Messico, Sydney, Madrid e New York. È un evento che riunisce migliaia di menti instancabili accomunate dalla passione per il business. Non mi soffermerò troppo a parlare della manifestazione, bensì della nostra esperienza di “giovani menti” (non in senso anagrafico) prestate al business e al forum delle eccellenze.

Il nostro cammino ha avuto inizio la mattina del 7 novembre quando, all’ingresso del centro congressi, abbiamo incontrato la responsabile marketing della nostra rivista preferita (consentiteci un piccola lusinga) Millionaire.

Ancora non ci conoscevamo ma l’entusiasmo e l’adrenalina erano alti. Mentre attendevamo l’arrivo della nostra guida, sopraggiungevano decine e decine di partecipanti.

Prima di accedere, abbiamo fatto una foto di gruppo:

Stefania, Monica, Max, Michelangelo, Luca

Dall’espressione dei nostri volti sprizzano tutto l’entusiasmo e la determinazione di esserci. Ancora mancavano altri tre compagni di avventura che di lì a breve si sarebbero aggiunti.

Dopo la foto di rito, siamo entrati. La magnificenza del posto e l’aria che si respirava ci rendeva increduli. Dopo un’anticamera fatta di piccoli stand, finalmente lui… “il tempio della conoscenza e del sapere”. La sala ancora doveva riempirsi ma la sua magnificenza e imponenza ci davano un senso di calore e di familiare accoglienza.

Non sapevamo come si sarebbe svolta la due giorni, ad eccezione del programma con i nomi degli ospiti “illustri”, ma ci siamo precipitati a prendere posto e abbiamo atteso che iniziassero i lavori.

Questa è la sintesi di quello che abbiamo visto: presentazione del forum e degli speaker, Nicholas Negroponte, Chris Anderson, Ceo Panel (Nerio Alessandri di Technogym, Fabrizio Di Amato di Tecnimont, Donato Iacovone di EY Mediterranean), Abigail Posner, Jon Iwata, Rachel Botsman, Randi Zuckerberg.

I contenuti e gli interventi sono stati di altissimo livello. Il tema trattato: Humanification, ovvero rimettere al centro le persone. In sintesi, rendere più umani i processi produttivi, cercando di recuperare degli asset che, al tempo dell’efficienza a tutti i costi, sembrano sempre più ai margini. A tale situazione si è giunti per colpa di un focus aziendale che ha utilizzato la tecnologia come leva per l’organizzazione e la produttività, piuttosto che come volano per la creatività e lo sviluppo delle potenzialità individuali e collettive. A farne le spese sono state le risorse umane: in primis i dipendenti, poi i clienti e infine tutta la rete sociale che circonda un’impresa (il territorio, le istituzioni, le associazioni). Tematiche interessantissime, trattate da speaker d’eccezione con le loro testimonianze.

Non posso quindi che essere grato a Millionaire che si conferma la migliore rivista italiana che tratta di business, impresa, innovazione e sviluppo, tenendo in considerazione le esigenze e le problematiche connesse al fare impresa, da sempre, con una visione umanistica del prodotto editoriale offerto.

Ergo, da lettore storico e affezionato, posso affermare che Millionaire applica i principi della “Humanification” verso i clienti, i lettori e i collaboratori sin dai suoi esordi.

Grazie ancora per la magnifica opportunità offertaci».

Max Mannelli

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.