Mira…Punta…Fuoco: colpisci il pubblico su FB

6
2064

Almeno una vota vi sarete posti questa domanda:

Che fine fanno i miei post su facebook?

Per arrivare alla risposta partiamo da un dato. Sapete quanti utenti sono iscritti a Facebook? 950 milioni. Quindi, quasi un miliardo di profili a cui sono collegate fanpage e gruppi a tema.

Pensate se su ognuno di questi spazi venisse postato un solo contenuto al giorno.

Ecco a voi la risposta: il mio post finirebbe nell’infinito calderone del social network più popolare del Mondo.

Per le fanpage con almeno cinquemila “seguaci” una possibile soluzione si chiama RADAR. Un’opzione già esistente, ma fruibile – finora – solo per Facebook Ads: il sistema utilizzato dalle aziende per promuovere i propri prodotti.

Di cosa si tratta, vi chiederete?

Basta pensare alla funzione di un normale radar: localizzare un corpo. Ora riportate lo stesso concetto sul social media in osservazione. Molto semplicemente:

grazie al Radar possiamo decidere a chi destinare i contenuti che pubblichiamo

“Controlla chi può vedere i tuoi post nella sezione Notizie”: vi comparirà questa scritta se – come indicato nell’immagine – puntate il mouse sulla seconda icona in basso a sinistra.

Una volta cliccata l’icona e, successivamente, l’opzione “Aggiungi i destinatari”, compariranno le voci di cui sopra, che vi permetteranno di effettuare una targetizzazione del pubblico e, quindi, centrare perfettamente il “bersaglio” con il vostro contenuto.

Di seguito, per ogni opzione vi elenchiamo le possibili scelte a disposizione:

–          Sesso: Uomini o Donne

–          Situazione sentimentale: Single, Impegnato/a, Fidanzato/a ufficialmente, Sposato/a

–          Istruzione: Studenti delle scuole superiori, Studenti universitari, Laureati

–          Orientamento sessuale: Uomini o Donne

–          Età: puoi scegliere la fascia che preferisci, dai 13 ai 65 anni

–          Luogo e Lingua: sarai tu a digitarle

Proviamo a spiegare meglio la funzionalità del radar con un semplicissimo esempio.

Supponiamo di essere gli amministratori della fanpage di una pizzeria che effettua due promozioni nel corso della settimana. Una il martedì, l’altra il mercoledì. Nel primo caso la promozione è “Porta i tuoi bambini a cena. Il più piccolo mangerà gratis”. L’altra, invece, è “Cena a lume di candela a soli 29 euro”.

Vi renderete conto che le offerte interessano due tipi di pubblico differenti.

Ecco, quindi, come la nuova funzione “Radar” può essere utile a non invadere chi non può avere interesse. Gli esempi possono essere tanti, ma una cosa è certa: se voi per primi dimostrate rispetto, altrettanto avrete nel mondo Social.

 

 

E voi, gestite la fanpage di un’azienda? Ritenete che il radar possa essere la giusta soluzione contro la dispersione dei tuoi post su Facebook? Puoi dare il tuo contributo con un commento.

 

Danilo Di Bonito

 

(Foto dell’autore Flickr David Orban modificata dalla redazione di Millionaire)

Print Friendly, PDF & Email

6 Commenti

    • Cara Antonella, la funzione è disponibile per le pagina Facebook al di sopra dei 5 mila utenti, non so se la sua pagina facebook abbia questi requisiti, e in ogni caso facebook è abbastanza lento nell’implementare delle modifiche 🙂 Giovanna – MIllionaire Team

    • salve Chiara, allora quando si imposta un’inserzione, il radar è si intrinseco, e cioè viene data la possibilità di selezionare nel dettaglio il target a cui mostrare l’inserzione, ed è una funzione presente ormai da tempo. Invece è stata da poco introdotta per le pagine aziendali, e con essa è possibile far vedere determinati post solo ad utenti con determinate caratteristiche. Un saluto! Giovanna – Millionaire Team

        • Ciao Chiara, puoi visualizzarlo nella seconda icona in basso a sinistra nello spazio di pubblicazione dei post. Ma attenzione, è una funzione disponibile per le pagine fan con almeno 5000 like.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.