Vado a vivere in un faro e apro un hotel

2
3221

Lorenzo Malafarina due anni fa ha partecipato al bando del Demanio per l’assegnazione di 11 fari, location bellissime dove realizzare dimore per un turismo all’insegna di natura, cultura e ambiente. Ha fatto un’offerta e ottenuto una concessione per 20 anni.

Ha convinto il Demanio grazie all’offerta di un canone di affitto che arriverà, a pieno regime, a 20mila-25mila euro l’anno, e a un progetto che trasforma il faro in un albergo maison d’hôtes, solo sei camere, un ristorante. «L’obiettivo è valorizzare la costruzione, partendo da un’idea d’impresa innovativa e sostenibile. Investiremo circa 900mila euro e ci aspettiamo ritorni adeguati: le tariffe saranno di 800-1.200 euro al giorno, a camera, compresi pernottamento, colazione, pranzo e cena» racconta Lorenzo Malafarina, 50 anni, architetto e viaggiatore.

Una dimora esclusiva?

«Non sono un filantropo, devo ritornare nel mio investimento. Non vogliamo speculare
su un bene, ma ristrutturarlo, in modo rispettoso e conservativo, cosa che il Demanio
non potrebbe fare. Sarà poi accessibile, anche se non facilmente per garantire la pace
di chi viene qui, e visitabile da chiunque, prenotando».

Come nasce l’idea di un albergo in un faro?

«È un progetto nato con Franca Sozzani, che mi ha dato tante suggestioni. Ho ideato un
brand, Seventy Seven, che caratterizza in contemporanea un locale a Ibiza e il faro di
Levanzo». Ma Lorenzo non si ferma: ha già presentato la propria offerta per un altro faro del Demanio, a Favignana, altra location mozzafiato, e spera di aggiudicarselo.

Ci vogliono molti capitali per aprire un hotel di questo tipo?

«Non devi essre milionario per fare le cose. Quando hai un progetto valido e idee, i
capitali li puoi anche trovare. I modelli che sto realizzando attirano investitori. Ci sono
soldi in giro, i partner di affari li puoi trovare. È un’offerta enorme di bellezza. E tanto
pubblico che vuole goderne».

INFO: www.theseventyseven.com

 

Tratto dall’articolo “Mollo tutto e vado al mare” pubblicato su Millionaire di giugno 2017.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Bellissima iniziativa! Mi piacerebbe anche a me. Ho visto dai giornali che è riuscito a aggiudicarsene un altro di faro a Marettimo sempre nelle Egadi! Complimenti

  2. Ho conosciuto Lorenzo anni fa e già allora aveva attitudini furbe al turismo
    Sono quindi sicuro che anche questo nuovo progetto saprà portarlo a termine nel migliore dei modi. Tra l altro ho avuto modo di provare anche più volte i piatti cucinati da Alessandro..Nulla da eccepire
    Diego

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here