AIxGIRLS: le ragazze preferiscono il Tech

1210
AIxGIRLS

Sempre più opportunità per le studentesse nel settore IT

Pari opportunità, un concetto a volte esasperato, il più delle volte non rispettato e fine a se stesso. Una critica per nulla velata, con diversi dati a sostegno. Un esempio è il settore tech, dove i numeri  numeri dimostrano che l’impiego femminile è ancora basso, secondo le stime del World Economic Forum si parla del 17%, confermando un interesse prevalentemente dei ragazzi.

L’industria 4.0 e le tecnologie abilitanti stanno cambiando sia il mondo lavorativo sia la società e l’economia: in circostanze come questa è fondamentale che le donne siano coinvolte all’interno dei progetti che stanno trasformando il nostro modo di vivere.

 

Gli obiettivi di AIxGIRLS

Per far sì che questo obbiettivo possa essere raggiunto è nato il progetto AIxGIRLS,  un’iniziativa volta ad orientare e formare un gruppo di studentesse che, a conclusione del quarto anno di scuola superiore, possa essere avviato ad un percorso di crescita e affermazione del proprio talento nel settore AI e Data Science. Per la formazione del gruppo ci si affida alle auto candidature, le quali sono arrivate copiosamente, di queste solamente 20 sono state selezionate.

Fabio Melisso, CEO di Fineco Asset Management, ha commentato: «Siamo soddisfatti del riscontro positivo che questa iniziativa ha avuto da parte delle tantissime ragazze che hanno manifestato il proprio interesse a prenderne parte. Il loro apprezzamento è la conferma che abbiamo fatto la scelta giusta nell’intraprendere questo percorso insieme all’Associazione Donne 4.0 e Daxo Group. Stimolare la transizione verso una società più equa e più accessibile per tutti rappresenta una priorità».

 

Docenti di rara eccezione

Il gruppo è composto da ragazze giovanissime, tutte consapevoli sia del contesto sia dell’opportunità, motivate alla buona riuscita di questo percorso. Per il progetto sono stati fondamentali i docenti ed i professionisti che hanno messo a disposizione le proprie conoscenze per la crescita professionale delle 20 alunne selezionate, soprattutto per trasferire conoscenze e approfondimenti esclusivi come Intelligenza Artificiale, Diritto ed Etica, Human computer interaction, AI e BIAS di genere, Robotica, Visione Industriale.

Tra i nomi illustri: Sara Moccia e Federica Merenda, Assistant Professor e Ricercatrice post-doc della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, riconosciuta nel mondo per la formazione d’eccellenza coniugata alla ricerca scientifica di avanguardia, Lorenzo Di Pietrantonio, Chief Investment Officer di Fineco Asset Management, Gabriella Campanile, Advisor Daxo Group e VP Donne 4.0, Roberta Russo, Commissione Deep Tech Donne 4.0, Monica Cerutti, Diversity Management – Ambassador Donne 4.0, Marilena Hyeraci, Commissione Inclusione Donne 4.0, Elisabetta Dell’Oca, Customer Experience Specialist Quest-IT, Irene Vetrò, Training Specialist, Luciana Bertoncini, AI Process Engineer, Beatrice Bettini, DEI Consultant.

Un progetto innovativo, dunque, ed un’opportunità per tutte le ragazze che vogliono intraprendere una carriera nel settore tech. 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteVendemmia anticipata causa caldo
Prossimo articolo9 piattaforme di e-learning online gratuite