«Avvicino le aziende alle criptovalute: l’Italia non può restare indietro»

0
2367

Gianluca Massini Rosati, 36 anni, ha avviato circa 20 aziende, dal marketing all’e-learning, dal real estate all’efficientamento energetico, ma il suo core business è la consulenza fiscale, con Soluzione Tasse. 30 commercialisti, 50 dipendenti. In due anni ha fatturato 7 milioni di euro. La sua ultima creatura si chiama Xriba. È una piattaforma che offre servizi per gestire al meglio l’amministrazione aziendale, tramite la blockchain.

Come funziona

«Gestiamo la contabilità di moltissimi clienti. Eravamo all’overbooking, così abbiamo realizzato un sofftware che ci fa risparmiare il 70% del lavoro umano e molti costi. Dopo la scansione con un lettore ottico delle fatture, l’intelligenza artificiale le legge e un algoritmo ad hoc organizza e archivia i dati» spiega Massini Rosati.

«Abbiamo avviato tre piattaforme: Mastrobook, Criptobook e Xriba pay. Mastrobook è al servizio delle imprese tradizionali. L’ultima accelera i pagamenti, facilitando l’home banking, la presentazione e la registrazione in contabilità delle fatture per le note spese. Con Criptobook ci rivolgiamo alle aziende della crypto economy.

Si fanno molte Ico per finanziare le aziende, ma non ci sono sicurezze sulla serietà delle proposte. Anche per le più qualificate, quando si raccolgono i fondi, non c’è chiarezza su dove vanno. Noi offriamo la possibilità di registrare la contabilità sulla blockchain. Le transazioni in criptovalute sono registrate nella moneta del Paese e i dati sono utilizzabili per redigere i bilanci. Il software consente aggiustamenti continui, necessari per la volatillità delle criptovalute. Questi bilanci possono essere certificati e le informazioni condivise. Si registra la storia dell’azienda, la sua affidabilità. Il suo ranking è valutabile, anche ai fini di ricevere finanziamenti o accedere al credito».

La ICO di Xriba

Xriba a sua volta ha lanciato una Ico. La sua criptomoneta si chiama Master Xriba (Xra). «Abbiamo raccolto 6 milioni di euro Family& friends (molti estimatori e clienti si fidano di noi, tra gli advisor, anche Fabio Cannavale di Lastminute.com Group) e altri 10 milioni da grossi investitori. Gli ultimi tre milioni dal pubblico, con un crowdfunding. L’azienda che emette i token è nell’Isola di Man, quella che fornisce i servizi in Inghilterra, dove è più semplice ottenere la licenza e-money, per consentire pagamenti elettronici. In Italia fare Ico è difficile. Molte aziende nate da italiani devono andare all’estero per partire. Bisogna sensibilizzare la comunità italiana. Il mondo blockchain e criptovalute sta esplodendo. L’Italia rischia di essere il fanalino di coda, di perdere il treno fintech. Per questo ho preso 32 aerei in 100 giorni».

INFO: https://xriba.com

Tratto dall’articolo “Rivoluzione blockchain: numeri e idee d’impresa” pubblicato su Millionaire di maggio 2018. Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.