Il Bitcoin Halving: cos’è e perché dovrebbe interessarci

Di
Redazione Millionaire.it
20 Aprile 2024

Meno Bitcoin minati ogni giorno significa un’offerta ridotta e potenzialmente un prezzo aumentato.

Parte il tanto atteso Bitcoin halving. Ecco una guida per i non ‘esperti’ su cosa sta succedendo e perché è importante.

 

Il Bitcoin halving

Innanzitutto, è importante capire che la quantità massima di Bitcoin che circolerà sarà sempre di 21 milioni di monete virtuali – ne esistono attualmente più di 19,6 milioni. Queste monete possono essere create o “minate” solo da computer collegati e carichi di copie del codice software originale di Bitcoin creato da Satoshi Nakamoto nel 2009.

Tale rete Bitcoin comprende migliaia di server informatici ad alta potenza, noti anche come minatori, in tutto il mondo, che si sfidano tra loro in cicli di 10 minuti per guadagnare Bitcoin effettivi generati dal software. Per fare ciò, i processori affrontano l’equivalente di sprint computazionali casuali per essere i primi ad approvare ogni transazione sequenziale su quella rete. Con 6,25 Bitcoin (attuali) in gioco ogni ciclo, ci sono circa 900 Bitcoin disponibili ogni giorno per quei server da guadagnare.

Secondo la programmazione del software Bitcoin caricato su ogni server di rete indipendente, i 900 Bitcoin disponibili verranno tagliati a metà diventando 450 Bitcoin – da qui il nome “halving”. Conseguentemente i Bitcoin disponibili ad ogni ciclo diventeranno 3,125 (appunto, la metà). La quantità giornaliera di Bitcoin appena disponibili rimarrà a 450 fino a quattro anni da ora, quando il software Bitcoin taglierà automaticamente l’offerta giornaliera di monete a metà di nuovo. Tale ciclo si ripeterà fino all’ultimo Bitcoin estratto nell’anno 2140. Fondamentalmente, il Bitcoin halving è stato uno shock di offerta premeditato e programmato per prevenire la svalutazione del valore di Bitcoin.

 

Perché è stato creato il bitcoin?

Nakamoto ha scritto un white paper che ha creato il concetto di Bitcoin e la sua rete in risposta alla crisi bancaria e ipotecaria del 2008 per consentire un sistema di scambio di asset alternativo per individui medi anziché valuta fiat. Il software di Nakamoto è stato programmato per produrre un totale fisso di 21 milioni di Bitcoin che diventano deflazionistici nel tempo attraverso la sua diminuzione dell’offerta tramite il meccanismo dell’halving.

Poiché sappiamo che la quantità futura di Bitcoin terminerà in un importo finito, unita all’approvazione recente della SEC di 11 fondi negoziati in borsa per Bitcoin spot a gennaio, la domanda di Bitcoin è esplosa. Tale domanda ha sottratto milioni di Bitcoin esistenti dai mercati criptati. La teoria economica di base afferma che quando l’offerta diminuisce e la domanda aumenta per un determinato asset, nel tempo, il prezzo di tale asset deve aumentare.

 

Perché dovrebbe interessarci?

Anche se il prezzo di un singolo Bitcoin ha raggiunto nuovi massimi storici nelle ultime settimane, non è fuori portata per gli investitori al dettaglio, i proprietari di piccole imprese e gli imprenditori medi. Molti di questi individui non si rendono conto che possono acquistare frazioni di Bitcoin. Chiunque può creare un account di scambio criptato utilizzando app (ce ne sono tantissime) sul proprio dispositivo mobile – dopo aver fatto le proprie ricerche e tenendo conto della volatilità del Bitcoin, ovviamente.

 

Non confondiamo il Bitcoin con le tantissime valute cripto disponibili sul mercato, ma, al tempo stesso ricordiamoci che ogni investimento va fatto con cautela e soprattutto informandoci su dinamiche e rischi.

 

 

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Federico Rivi

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2024 millionaire.it.