fbpx

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità

 

Il 2023 è iniziato e si vedono già sottili segni di ripresa per le cripto. Sono ancora numerosi gli investitori rimasti scottati dall’esperienza Ftx, il crack del primo exchange di criprovalute, avvenuta nel mese di novembre dell’anno scorso causando: depositi in fuga, rischi di bancarotta e mercato in subbuglio. Purtroppo, il crack avvenuto a fine 2022 ha avuto forti riscossioni anche su altri player del mercato, i quali si vedono costretti adesso a diminuire la propria forza lavoro per sopperire alle rapide inclinazioni di mercato. Non tutto però è andato perso, certo

 

Il caso Silvergate e Genesis

É proprio la crisi di fiducia che dilaga nel settore a mettere a serio rischio il futuro di Silvergate, che ha visto crollare i propri depositi digitali di circa 3,8 miliardi. Una vera e propria fuga che ha costretto l’istituto a vendere asset, provocando un crollo del 46% del titolo in Borsa. La società ha addebitato la fuga di capitali a «una crisi di fiducia in tutto l’ecosistema cripto», che ha portato «molti partecipanti del settore a passare a una posizione di risk off sulle piattaforme di trading di asset digitali». Al fine di mantenere il proprio bilancio altamente liquido, Silvergate ha venduto titoli di debito del valore di 5,2 miliardi di dollari, annunciando inoltre il licenziamento di circa 200 dipendenti. Stessa musica per Genesis, che a braccetto con Silvergate e Huobi ha annunciato un alleggerimento della forza lavoro nel tentativo di togliere peso dalla barca e riportare a galla la società. Riguardo Genesis, a preoccupare maggiormente però non sono tanto i licenziamenti annunciati, quanto la possibilità che la società presenti istanza di fallimento per il Chapter 11. 

 

I tagli al personale

Quella dei tagli di massa non è solo una questione delle società tech-digital, ma prende in considerazione anche il settore cripto. Nelle ultime ore la crisi ha infatti colpito anche la piattaforma di trading Huobi, che ha annunciato che ridurrà del 20% i suoi dipendenti, mantenendo un «team molto leggero». La comunicazione segue quella della società di brokeraggio Genesis Global Trading, che è stata costretta a tagliare del 30% i suoi dipendenti, mentre la società di servizi finanziari per il mondo delle criptovalute, Silvergate, complice un’emorragia di depositi, ha previsto esuberi pari al 40% della sua forza lavoro. 

 

C’è ancora futuro per le cripto

Non è detta però l’ultima parola. Spesso nella storia, un mercato prima di trovare la propria stabilità ha dovuto soffrire un po’ e tutti hanno visto i momenti di crack dei più importanti e ricchi settori economici.
La grande scossa subìta dal settore negli ultimi mesi, potrebbe aver dato un colpo di assestamento all’intero panorama mondiale, dato che le cripto non nascono come mero strumento di speculazione, bensì come valido strumento di pagamento e di scambio di denaro, con metodi alternativi alla valuta corrente.

Passata questa crisi e liberato il mercato dagli speculatori occasionali, il mondo delle cripto potrà nuovamente risollevarsi, grazie ad un miglior posizionamento all’interno dei mercati e all’intensificazione dei propri servizi.
In questi ultimi anni, sono nate centinaia, se non migliaia di nuove cripto, tutte cripto che spesso accompagnate da progetti in NFT, non portavano alcun valore aggiunto all’utente, se non la semplice speculazione e profitto.

Nei prossimi mesi vedremo come il mondo cripto riuscirà a integrarsi con la nostra vita di tutti i giorni e se le principali valute riusciranno ad imporsi e fornire un vero servizio di valore all’utente finale.

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

Youtube: un lavoro a tempo pieno

Come diventare ricco facendo lo YouTuber. Tutto dipende dallo stipendio medio del Paese dove vivi   Quanti giovani pensano di poter diventare ricchi facendo video

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.