Illy è il brand italiano più amato nel mondo

464
illy caffè

Il caffè di Trieste batte (quasi) tutti. È illy il brand italiano più amato nel mondo, secondo l’annuale indagine di Talkwalker. Il marchio arriva secondo nella classifica globale Love Brands 2022 e terzo in quella italiana. È il miglior risultato di sempre per un brand made in Italy.

Al primo posto assoluto la piattaforma di consumer intelligence incorona Asics. Sul podio, dopo illy, si trova poi il brand indiano di make-up Colorbar Cosmetics. Tutti davanti a super marchi come Jimmy Choo (7°), Muji (10°), Bosch (19°), Palmolive (20°), Lancome (21°), Nescafé (22°), L’Oreal (29°), Adidas (45°), Apple (47°). Gli altri italiani nella Top 50 globale sono Dolce & Gabbana, in 23esima posizione, Missoni (32°) e Alfa Romeo (36°).

«Siamo orgogliosi» commenta Cristina Scocchia, Ad di illycaffè, che attribuisce il posizionamento non solo alla qualità dei prodotti, ma anche al «valore» generato dall’azienda lungo tutta la catena, «con l’obiettivo di creare un impatto positivo sulle persone e sull’ambiente».

Love Brands misura la capacità e la dedizione dei marchi nello stabilire una relazione “emotiva” con i propri consumatori. La ricerca, elaborata insieme a Hootsuite, ha valutato 1.500 brand in tutto il mondo, analizzando un totale di 2,6 miliardi di conversazioni su social media, news, blog, forum e altri canali di interazione online, tra luglio 2021 e marzo 2022.

I primi 10 brand in Italia

Oltre alla classifica mondiale, l’indagine ha generato anche le Top 10 di diversi Paesi, Italia inclusa. Ed ecco il risultato. Conquistano il podio Aprilia, Abarth e illy. Seguono i big del fashion: Prada (4°), Dolce & Gabbana (7°), Valentino (8°), Gucci (9°). Entra in classifica Zoom (5°), la piattaforma di videoconferenze che ha avuto il suo boom nei mesi della pandemia. Molto amati anche il marchio svedese IKEA (6° ) e infine il danese Lego, che chiude la Top 10.

«Misurare il concetto di amore attraverso l’ascolto social è quasi impossibile, trattandosi di metriche intangibili» spiega Francesco Turco, Marketing Manager Talkwalker per l’Italia. «Ma è possibile osservare i sintomi che dimostrano la passione per il brand, come sentimento positivo, parole incentrate sul tema dell’amore, emozione, gioia; engagement, cioè la capacità di mantenere vivo e sempre rinnovato il rapporto; e, nella classifica di quest’anno, anche una rilevante e concreta coscienza sociale, ambientale ed economica».

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteOrangogo, nuovo round per il motore di ricerca degli sport
Prossimo articoloITS Lending: cresce la piattaforma di crowdfunding per la rinascita dei borghi