La storia di India, che andrà alla Nasa grazie al crowdfunding

0
1532
Nasa
Foto Pixabay

Una bella storia di solidarietà e forza della Rete (e del crowdfunding) che arriva dagli Stati Uniti. India Jackson, 32 anni, laureata in matematica e dottoranda in Fisica alla Georgia State University di Atlanta, ottiene uno stage allo Space Center della Nasa a Houston. Si rende conto però di non poter partire: non ha soldi a sufficienza per coprire le spese del soggiorno in Texas. È una madre single, ha una figlia di 11 cui badare. Così il cugino di India decide di chiedere aiuto al popolo del web. Organizza una campagna su GoFundMe, che, in meno di 24 ore, raggiunge l’obiettivo di 8000 dollari (e anzi lo supera di poco). La campagna è stata subito sospesa. «Scegliamo di diventare scienziati per fare la storia, non per fare soldi» ha detto la giovane donna al New York Times, spiegando di non voler approfittare della generosità di chi l’ha aiutata.

A fine maggio India Jackson partirà per Houston insieme alla figlia. Alla Nasa studierà i brillamenti solari e il loro impatto sugli astronauti che lavorano sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il denaro raccolto su GoFundMe le permetterà di coprire il costo di viaggio, 10 settimane di alloggio, l’abbonamento a un campus estivo per la figlia e qualche extra (cibo, bollette, spostamenti).

«È incredibile, difficile da descrivere» ha commentato India alla BBC. «Qualcuno ha donato mille dollari, qualcun altro solo uno, ma non importa. Quello che conta è che ognuno di loro ha creduto in me, aveva a cuore le mie passioni».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.