La tech company che riporta a casa i talenti italiani

1700

Con 37 milioni di fatturato, 50 dipendenti e 5 mercati attivi, la piattaforma tecnologica BrandOn Group ha dato vita a un ecosistema integrato che connette fra loro tutti i player della distribuzione online: i venditori, i cui magazzini e prodotti sono aggiornati in tempo reale, i partner logistici e tecnologici, le piattaforme di vendita e banche dati esterne. Ad aumentare i volumi di vendita e l’efficacia della gestione degli ordini ci pensano algoritmi di ottimizzazione e tool tecnologici sviluppati sempre da BrandOn Group.

 

 

BrandOn Group, la tech company italiana fondata nel 2012 da Paola Marzario, esperta di commercio elettronico e Senior Partner di Netcomm, nasce come “abilitatore” alle vendite delle aziende nei marketplace online. Un interlocutore unico che si occupa di tutte le attività propedeutiche, funzionali e conseguenti alla vendita sui marketplace.

 

Attualmente BrandOn ha più di 45 marketplace attivi e più di 6 milioni di referenze attive a catalogo con focus sui settori Sport, Beauty & Cosmetics, Fashion, Home & DYI, Food, Baby, Toys, Media Electronics, Business & Industrial. Ora però BrandOn punta ancora più in alto acquisendo il 100% della società francese ASD e raddoppiando così il fatturato superando i 70 milioni di euro.

 

Questa operazione posiziona BrandOn Group come realtà leader nelle vendite online su marketplace. La società italiana aumenta significativamente la propria quota di mercato a livello europeo, aggiungendo nuovi marketplace in portafoglio, sviluppando importanti sinergie di business e rafforzando il suo know how digitale grazie alle tecnologie all’avanguardia dell’azienda francese. ASD, infatti, grazie a un sofisticato algoritmo e a integrazioni tecnologiche, mette a disposizione dei suoi clienti una  piattaforma di “prezzo dinamico” funzionante su tutti i principali marketplace internazionali, che permette, incrociando domanda e offerta, di definire il miglior prezzo per ogni singolo prodotto differenziandolo per canale, e fornisce loro un servizio di integrazione logistica che consente alle aziende partner di scalare velocemente i volumi di vendita e raggiungere standard di spedizioni dei grandi gruppi.

 

L’obiettivo, come ha riferito il CEO Vincenzo Pompa, è continuare a crescere a livello europeo, sia in modo organico che tramite ulteriori acquisizioni, per conquistare una posizione dominante nel mercato dei marketplace, che cresce a ritmi elevatissimi. Secondo gli ultimi dati Enterprise Marketplace Index 2022 Mirakl, infatti, le vendite sui marketplace nel 2021 hanno registrato un incremento del 25% rispetto al 2020, crescendo più del doppio dell’incremento del puro eCommerce, che, anno su anno, è aumentato del 12%.

 

Ma il gruppo non pensa solo all’estero. BrandOn vuole trasformare la sede partenopea in un vero e proprio hub di sviluppo per l’interno gruppo, contribuendo anche al rientro di tanti talenti italiani impegnati all’estero. La mission di BrandOn è proprio rivolta al mercato digitale: garantisce alle aziende l’accesso ai marketplace digitali adattando la strategia in base alle esigenze del singolo cliente, e la sua storia ne dimostra il successo; è stata infatti inserita dal Financial Times tra le 250 aziende europee con crescita maggiore e tra i primi 15 player europei dell’ecommerce.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteLa rivincita del franchising
Prossimo articoloStartup Pack: insieme si inizia