L’iPhone compie 10 anni

0
1865
Steve Jobs
Steve Jobs - Foto di Matthew Yohe via Wikimedia Commons

Il 29 giugno 2007 arrivava nei negozi statunitensi lo smartphone della Apple. Da allora sono stati venduti più di un miliardo di pezzi in tutto il mondo.

Il 29 giugno del 2007 il primo iPhone arrivava sul mercato statunitense. Steve Jobs lo aveva lanciato a gennaio di quello stesso anno. Era uno dei suoi più grandi momenti: «Questo è un giorno che ho aspettato con ansia per due anni e mezzo». Salito sul palco del Moscone Center di San Francisco, jeans e maglia nera, aveva presentato il prodotto rivoluzionario di Casa Apple. Lo smartphone che avrebbe cambiato la storia della telefonia.

«Un iPod, un telefono e uno strumento per navigare in internet. Avete capito? Non ci sono tre apparecchi diversi. Ce n’è uno solo».

Eppure non tutti avevano accolto la novità con entusiasmo. Come ogni innovazione, aveva suscitato anche scetticismo. Critiche erano state sollevate anche dal punto di vista tecnico: la batteria non era removibile, il cellulare era incompatibile con il software Flash.

Ma il mercato ha dato ragione al visionario Steve Jobs: 270mila iPhone venduti nelle prime 30 ore, un milione in 74 giorni. In 10 anni più di un miliardo e 200 milioni di pezzi sono stati acquistati nel mondo.

Nel primo trimestre fiscale del 2017 il colosso di Cupertino ha realizzato ricavi per 78,4 miliardi di dollari. Merito soprattutto delle vendite di iPhone: 78,3 milioni di pezzi in tre mesi, oltre ogni previsione.

Sono numeri record per la tecnologia. E non solo. Come riporta il Wall Street Journal, un prodotto altrettanto cult come la Barbie ha impiegato 60 anni a raggiungere il miliardo di esemplari venduti. Gli accendini Zippo hanno superato i 500 milioni in 80 anni. La PlayStation Sony è arrivata a 400 milioni in più di 20 anni.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.