Milan Fintech Summit: l’evento più atteso per startup e scaleup

2008

Dal 5 al 7 ottobre saranno oltre 400 le aziende presenti con un modello di business b2b o b2b2c

 

L’obiettivo? Contaminazione. È il purpose con cui il Fintech District di Milano, ogni anno, organizza il summit dedicato alle startup della community.

Da quando il digitale è entrato a tutti gli effetti a far parte della nostra vita quotidiana, sono numerosi i settori che si sono sviluppati, crescendo esponenzialmente e conquistando grandi fette di mercato. Tra questi, non resta escluso il settore dei servizi finanziari, il quale, si è evoluto passando da traditional finance a financial technology, da qui l’acronimo fintech.

 

Un trend in crescita

Il trend relativo allo Human Centric, che guida il mercato da ormai diversi anni, ha portato il settore a interessarsi alle reali esigenze degli utenti in ambito finanziario. Comprendendo quanto le informazioni detenute dalle banche fossero poco accessibili a chi non mangiasse pane ed economia a colazione, le startup del settore si sono concentrate sullo sviluppo di soluzioni più intuitive e facilmente gestibili in autonomia, senza la necessità di un intermediario. Iniziano così a nascere nuove startup, pronte a fare della customer experience il nuovo focus, rendendo semplicità e varietà i nuovi valori che abbracciano i servizi finanziari del XXI secolo.

Come dimostrano i dati registrati dal Cross Border Growth Capital, il fintech è uno dei settori in maggiore crescita dei prossimi anni, con alle spalle un fatturato globale di 143 miliardi di euro e un capitale investito di 121,5 miliardi.

Il fintech in Italia

Con la crescente propensione dei consumatori verso l’uso di servizi digitali, anche in Italia il mercato sembra essere in forte crescita. Una crescita favorita da normative europee come la Psd2, volta a rendere più sicura e conveniente la gestione del denaro e dei pagamenti. In particolare, la normativa ha due macro-obiettivi, quello di promuovere l’innovazione tramite l’apertura dei circuiti bancari a terze parti e quello di aumentare la concorrenza, per evitare la monopolizzazione del mercato di pochi istituti privati.

La Psd2 ha così permesso lo sviluppo sul suolo europeo, di numerose startup innovative basate sul concetto di open finance, favorendo la collaborazione tra i vari attori del sistema finanziario e permettendo a queste di accedere, previa autorizzazione degli utenti, ai dati in possesso delle banche, sviluppando così partnership in grado di migliorare la customer experience.

 

L’ecosistema italiano: il Fintech District

Centinaia le startup del Fintech District, community che accoglie le realtà nazionali del settore per creare un ponte internazionale tra ecosistema italiano ed estero, fungendo come pista di decollo per le startup nazionali verso l’estero e di atterraggio per le estere verso il mercato.

Proprio con questa mission, il Fintech District organizza annualmente il Milan Fintech Summit, un evento che permette a startup del network e non, provenienti da tutta Europa, di incontrarsi e stringere collaborazioni.

 

Il Milan Fintech Summit

Arrivati ormai alla terza edizione, Clelia Tosi head of Fintech District, afferma: «L’ecosistema italiano è maturo e pronto per esprimere le sue potenzialità. Per stare al passo con i competitor internazionali è necessario migliorare nel fare network e agevolare il dialogo tra tutti gli stakeholder».

Il Milan Fintech Summit si svolgerà dal 5 al 7 ottobre, ponendo come temi centrali le evoluzioni e le novità tecnologiche del settore. Le fintech che quest’anno parteciperanno al summit sono oltre 400, tra cui startup e scaleup, con modelli di business prevalentemente dedicati al B2B e al B2B2C.

«Creare una cultura sull’innovazione finanziaria non è solo una grande opportunità per l’Italia, ma è soprattutto una necessità a cui non possiamo sottrarci. Grazie a eventi come questi, Milano può trasformarsi in una porta verso il presente avanzato» queste le parole di Carlo Antonelli, direttore di Business International-Fiera Milano.

Organizzato con il sostegno del Comune di Milano, assieme a FintechStage Group, il Milan Fintech Summit presenterà quest’anno oltre 65 speaker nazionali e internazionali. L’obiettivo generale che regolerà il summit di quest’anno, sarà quello di avvicinare all’ecosistema italiano realtà estere non ancora operative in Italia, favorendo la comunicazione e lo scambio di valore reciproco.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteArgotec difende la Terra dai meteoriti
Prossimo articoloLa startup Cynexo rende possibili gli odori per la realtà virtuale