fbpx

20 milioni di euro per l’aeroporto di Genova

Inizia così la nuova fase di restyling che si affianca ai lavori di ampliamento avviati nel 2022

 

La prima fase del cantiere durerà fino al 31 gennaio e prevede la rimozione della struttura sottostante alla scalinata a due rampe che collega primo e secondo piano (che verrà rimossa nei prossimi mesi). L’aeroporto, però, non chiuderà durante il periodo.

 

 

 

 

Cosa prevedono i lavori

Gli interventi all’interno dell’edificio esistente prevedono la completa revisione dell’area partenze, con spazi più ampi e luminosi, l’aumento del numero dei banchi check-in, una nuova area per i controlli di sicurezza e la revisione dei flussi per i passeggeri in partenza. I lavori di ammodernamento e ampliamento del terminal porteranno, a regime, a un incremento delle aree commerciali e di ristorazione e a un deciso miglioramento dell’esperienza di viaggio dei passeggeri.

La seconda fase, che partirà a fine gennaio e durerà circa 2 mesi, vedrà la realizzazione di nuove scale fisse e mobili di collegamento tra il piano partenze e il secondo piano. In estate invece, sarà completato il blocco aggiuntivo di levante, che si estenderà su 3 piani e 5.500 metri quadrati portando la superficie complessiva dell’aerostazione a oltre 20.000 metri quadrati.

Le nuove aree entreranno in funzione progressivamente fino al completamento dei lavori, previsto per l’inizio del 2024.

« L’avvio di questo cantiere è un ulteriore passo avanti dei lavori di ammodernamento e ampliamento del terminal. – commenta Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – Ci impegneremo per evitare qualunque disagio agli utenti per l’intera durata dei lavori. Il nuovo aeroporto sarà più bello, accogliente ed efficiente. Non vediamo l’ora di presentarlo ai nostri passeggeri»

 

 

 

 

Si guarda al futuro

Se il traffico nazionale è tornato ai livelli pre-Covid, quello internazionale resta indietro, ma il traffico complessivo mostra una tendenza di ripresa.

«Il Nord Europa è il mercato al quale guardiamo con maggiore interesse per lo sviluppo del traffico. – racconta Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – Scandinavia e Germania sono le aree con i maggiori flussi potenziali di turisti, anche al di fuori della stagione estiva. Il nostro obiettivo è quello di potenziare i collegamenti diretti a beneficio dell’economia locale e per farlo contiamo sulla collaborazione di tutti gli stakeholder pubblici e privati interessati all’incremento dei flussi turistici. L’altro obiettivo strategico è il recupero dei collegamenti con i principali hub intercontinentali, di particolare interesse per le aziende liguri che devono spostarti in tutto il mondo. Al momento siamo collegati con Amsterdam, Roma e Monaco di Baviera, tutti e tre con un ottimo livello di accesso ai network dei rispettivi vettori, ma siamo convinti ci sia ampio margine di crescita su altri scali e lavoreremo per stimolare nuove opportunità».

Attualmente, l’aeroporto è collegato con Amsterdam, Roma e Monaco di Baviera, ma si sta guardando ad altri scali e nuove opportunità.

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

La nuova direttiva sulla “Case green”

L’ obiettivo dell’unione europea entro il 2030 è di portare tutte le abitazioni presenti in Europa a una classe energetica E   Secondo la bozza

Il mondo delle criptovalute sta cambiando

Quello delle cripto è un settore in costante mutazione, caratterizzato da poca solidità ed estrema volatilità   Il 2023 è iniziato e si vedono già

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Calo del 35% di investimenti nelle startup

Come era già stato previsto all’inizio del 2022 gli investimenti in startup hanno registrato una forte frenata a livello globale   Secondo i dati appena

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.