fbpx

35 anni di emoticon

Il 19 settembre 1982 l’informatico Scott Fahlman utilizzò, per la prima volta, le sequenze “:-)” e “:-(” in un messaggio, nella bacheca elettronica della Carnegie Mellon University.

L’origine delle emoticon, le faccine stilizzate che esprimono diversi stati d’animo, è ancora controversa. Per alcuni risale allo “smile” ideato dall’americano Harvey Ball, nel 1963, per una compagnia di assicurazioni. Nel 1979 un altro statunitense, Kevin MacKenzie, suggerì di utilizzare parentesi e trattini su Arpanet (l’antenato di Internet). Ma, come ha dimostrato la Carnegie Mellon University, l’uso delle sequenze “:-)” e “:-(” risale al 19 settembre 1982. Quel giorno l’informatico Scott Elliot Fahlman inviò un messaggio alla bacheca elettronica dell’università di Pittsburgh suggerendo di utilizzare quelle combinazioni di caratteri per differenziare i messaggi seri da quelli ironici. La sua proposta ebbe successo. “:-)” iniziò a diffondersi in altre bacheche, nella posta elettronica e successivamente sul Web.

Le faccine diventano un business

Poi ci fu il colpaccio di Ofer Adler, ex broker della Borsa di Tel Aviv. L’idea di animare le e-mail con faccine, buste, stelle gli venne al cinema, nel 1996. In Mission Impossibile si vede una bustina in movimento, in un’email. Era un’idea degli sceneggiatori, nessuno aveva creato un software che la rendesse possibile. Ci ha pensato Odler, creando, con un suo cugino informatico, il software di posta elettronica IncrediMail, che in seguito è diventato un’impresa, la Perion Network.

Dall’emoticon all’emoji

Oggi l’uso dei caratteri tipografici ha ceduto il passo ai disegni in miniatura. Da facce sorridenti e linguacce, si è passati con gli anni a baci, angeli, diavoli. E alle emoticon si sono aggiunte gli emoji. Nel 2014 l’Unicode Consortium, che si occupa della standardizzazione di emoji, ha approvato anche il dito medio. Nel 2015 ha introdotto diverse tonalità per variare il colore della pelle di mani e facce. L’ultimo pacchetto di emoji, introdotto dall’Unicode 10 nel 2017, include bacchette per il sushi, sirenette, zombie, vampiri, elfi, maghi (in versione maschile e femminile), nuove bandiere, alimenti, animali e indumenti, per un totale di 56 nuovi disegni.

Startup: è un business?

Quella sottile differenza tra idea e opportunità.   Ognuno di noi ha circa 60mila pensieri al giorno, un lavoro cerebrale immenso e capace di produrre

Bending Spoons acquista Evernote

Dopo oltre vent’anni di alti e bassi, Evernote fa il passaporto italiano e punta alla ripresa del mercato con nuove tecnologie.   Evernote, l’App per

startup

Anno sabbatico pagato per chi lancia una startup

La proposta di Scientifica Venture nasce per incentivare i talenti italiani.   L’ecosistema startup italiano è in continuo sviluppo e spingere talenti che lavorano nel

L’Università Bocconi sbarca a Roma

L’ateneo meneghino apre una nuova sede di School of management nella Capitale con molti corsi a disposizione   Pochi giorni dopo la notizia della QS

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.