5 modi per essere felici a lavoro

1854

Come raggiungere la felicità sul luogo di lavoro? Ne parla Sharon Salzberg, l’insegnante di meditazione americana che ha appena pubblicato il libro “Real Happiness at Work.

Ecco la sintesi del suo pensiero in 5 punti.

1. La felicità a lavoro deriva da avere uno scopo. Il contributo più importante al benessere sul lavoro è capire perché si sta eseguendo un determinato compito. Avere una visione d’insieme è necessario per sentirsi valorizzati e amare quello che si sta facendo.

2. Considera quante persone fanno affidamento su di te e di quante puoi fidarti. «Una riflessione che invito a fare è questa: di quante persone hai bisogno per fare bene il tuo lavoro? È importante rendersi conto dell’importanza degli altri nella corretta esecuzione di un compito. Ti aiuterà a capire quanto puoi fidarti dei tuoi colleghi e quanto il tuo lavoro è legato al loro» spiega Salzberg.

3. Fermati e respira! Le nostre giornate sono piene di e-mail, incontri, presentazioni. Cose che possono condurti fuori controllo. Se vuoi portare un po’ di felicità nella tua giornata lavorativa devi imparare a fermarti ogni tanto: prendi una pausa per respirare, anche di qualche secondo, prima di inviare una e-mail o scrivere a qualcuno. Salzberg consiglia, per esempio, di rispondere a telefono al terzo squillo o fermarsi e respirare prima di mandare una e-mail. Esercizio utile per l’autrice specie se si è arrabbiati e si rischia di usare un tono aggressivo che può danneggiare il messaggio.

4. Cerca di evitare il multitasking. «Quando bevi un caffè, pensa a fare solo quello, invece di rispondere a una conference call o controllare la tua e-mail. Anche se il multitasking può sembrare più efficace, non lo è per nulla».

5. Alla fine della giornata rifletti sugli aspetti positivi e su quelli negativi. Al termine di una giornata lavorativa pensiamo con troppa insistenza a ciò che è andato male. Salzberg suggerisce di considerare anche l’altra faccia della medaglia, quello che è andato bene, malgrado tutto. Così da avere un quadro più ricco per un’analisi onesta.

Via BusinessInsider.

INFO: http://www.sharonsalzberg.com/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.