6 stili di leadership: qual è il tuo?

1744
leadership
L'apertura dell'articolo pubblicato su Millionaire di ottobre 2021. 

Esistono molti stili diversi di leadership. Eccone 6 che spaziano su 5 diverse variabili: il modus operandi del leader, lo stile raccontato in una frase tipica pronunciata spesso da leader di quello stile, cosa pensano i membri del team, quando quel tipo di stile funziona, l’impatto complessivo sul clima aziendale.

1. Comandante

  • Modus operandi. Coercitivo, il suo ruolo è quello di dare comandi. In pratica un tiranno, è quel tipo di capo che chiede di rispondere immediatamente agli ordini e che lo fa, spesso, anche in modo piuttosto sgarbato. Quel capo che non rispetta weekend e serate, che ti chiama per sciocchezze e che vuole tutto subito.
  • Frase tipica. “Fai quello che ti dico io”.
  • Cosa pensano i membri del team. “Ma chi me l’ha fatto fare di lavorare qui?”.
  • Quando questo stile funziona. In situazioni di profonda crisi aziendale o con dipendenti piuttosto problematici.
  • Impatto complessivo. Negativo, perché opprime i collaboratori che si sentono ipercontrollati in tutto e privati di iniziativa personale. Fa sentire le persone mere esecutrici e non esseri pensanti in grado di dare un contributo significativo.

2. Visionario

  • Modus operandi. Coinvolgere le persone, condividendone la visione e i valori aziendali verso un progetto comune per il bene della collettività.
  • Frase tipica. “Cambiamo il mondo insieme”.
  • Cosa pensano i membri del team. “Ti seguo con piacere a ruota e ti aiuto al raggiungimento di questo scopo così virtuoso”.
  • Quando questo stile funziona. In tutte quelle situazioni in cui è richiesta una chiara visione e direzione in quelle che sono le scelte aziendali e il progetto che si porta avanti insieme. Funziona perché le persone si sentono coinvolte positivamente in un progetto in cui condividono i valori e sanno che il loro ruolo può davvero fare la differenza.
  • Impatto complessivo. Molto positivo perché il leader visionario è empatico, sicuro di sé e funge da catalizzatore.
3. Sociale
  • Modus operandi. Mettere sempre il benessere delle persone al centro, come elemento determinate del successo di qualunque azienda.
  • Frase tipica. “Le persone prima di tutto”.
  • Cosa pensano i membri del team. “Il mio benessere in azienda conta, anch’io conto”.
  • Quando questo stile funziona. In tutte quelle situazioni in cui ci siano state delle divergenze di vedute o scontri tra team e in quelle situazioni in cui sia necessario motivare le persone dopo eventi particolarmente stressanti. Funziona perché le persone si sentono importanti, messe al centro.
  • Impatto complessivo. Positivo perché il leader sociale è bravo nell’ascolto delle esigenze del team, aiuta a costruire ottime relazioni tra loro, a collaborare al meglio e tira fuori il meglio da ciascuno degli elementi, rimescolando i ruoli quando necessario. È quel leader in grado di trovare le parole giuste al momento giusto in tutti i possibili scenari.

4. Democratico

  • Modus operandi. Ottiene consenso attraverso la partecipazione attiva nelle decisioni da parte dei membri del team.
  • Frase tipica. “Cosa ne pensate?”.
  • Cosa pensano i membri del team. “In azienda sono libero di esprimere il mio parere”.
  • Quando questo stile funziona. In tutte quelle situazioni in cui ci siano decisioni difficili da prendere e il leader ha bisogno di ottenere prima il consenso della maggioranza dei membri del team, in modo da far risultare la decisione una decisione congiunta e non imposta dai vertici aziendali (della serie, si fa così perché come abbiamo deciso insieme, non si poteva fare altrimenti). Funziona perché le persone sentono che la loro idea conta, che possono parlare liberamente e che possono esprimere senza pressioni il loro parere. Sanno che le loro idee vengono poi valutate da tutto il resto del team e implementate, se democraticamente la maggioranza ne decreta la bontà.
  • Impatto complessivo. Positivo perché il leader democratico è collaborativo, aperto al dialogo, in grado di valorizzare le idee di ciascun membro.

5. Copia/Incolla

  • Modus operandi. Alzare tantissimo l’asticella sulle pretese e gli obiettivi da raggiungere dati ai dipendenti, che considera non come membri del team, ma come sottoposti cui dare ordini specifici.
  • Frase tipica. “Si fa come dico io, come lo faccio io, ora”.
  • Cosa pensano i membri del team. “Che stress”.
  • Quando questo stile funziona. Questo stile viene applicato in situazioni in cui c’è la necessità di ottenere risultati nel minor tempo possibile senza il tempo necessario per spiegare le cose al team.
  • Impatto complessivo. Solitamente negativo, perché è un clima che opprime i collaboratori che si sentono sotto stress. Tipica situazione di micromanaging in cui tutti vengono costantemente controllati per rispettare modalità e scadenze attese.

6. Coaching

  • Modus operandi. Sviluppare le competenze del team per il futuro.
  • Frase tipica. “Proviamo questo nuovo progetto”.
  • Cosa pensano i membri del team. “Vorrei imparare/ aggiornarmi su questa nuova competenza”.
  • Quando questo stile funziona. In tutte quelle situazioni in cui ci sia la necessità di aggiornare i vari membri del team costantemente, ad esempio su temi tecnologici, digital e così via, per fare in modo che l’azienda sia al passo con i tempi.
  • Impatto complessivo. Positivo. Il leader coach è bravo nell’ascolto delle esigenze del mercato e del team, e aiuta i componenti del team a imparare le nuove competenze.

Tratto da Millionaire di ottobre 2021. 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.