Airbnb: live and work anywhere

1087
airbnb

Airbnb punta ai nomadi digitali nel Salento e nel Friuli-Venezia Giulia.

Anche l’Italia premiata fra le 20 località mondiali remote worker-friendly nel nuovo programma di  il colosso degli affitti brevi.

Dopo che il Ceo e cofondatore di Airbnb, Brian Chesky, aveva scritto ai suoi dipendenti che potevano lavorare per sempre da remoto lanciando il programma Live and Work Anywhere, l’azienda ora spinge sui nomadi digitali.

Airbnb ha annunciato infatti che collaborerà con 20 destinazioni in tutto il mondo per rendere più facile vivere e lavorare ovunque.

Secondo il report dell’azienda di affitti più famosa al mondo, circa 1 ospite su 5 ha riferito di aver utilizzato Airbnb per lavorare da remoto mentre viaggiava nel 2021, tendenza che è continuata nel primo trimestre del 2022, con soggiorni di lunga durata ai massimi storici, più che raddoppiati rispetto al primo trimestre del 2019.

Ecco quindi che tra i Paesi interessati troviamo anche l’Italia con il Friuli-Venezia Giulia, regione di frontiera dai mille volti, e Brindisi, la porta del Salento, con tutta la sua provincia.

Proprio l’1 luglio, durante un convegno organizzato da ITS ITALY, il country manager di Airbnb Italia Giacomo Trovato aveva fatto un forte riferimento al loro credere nel mercato immobiliare e ospitalità che i nomadi digital creeranno.

Un’opportunità unica per l’Italia, dato che la piattaforma solo nei primi 3 mesi dell’anno ha visto aumentare le ricerche di viaggi in solitaria e a lungo termine nel nostro Paese del 90% rispetto allo stesso periodo pre-pandemia.

Nei prossimi mesi dell’anno Airbnb lavorerà con ognuna delle destinazioni alla creazione di hub personalizzati.

Verrà data visibilità alle migliori soluzioni di alloggio a lungo termine presenti in loco, oltre a indicare le informazioni necessarie riguardo il soggiorno in Italia.

La piattaforma, inoltre, collaborerà con gli enti locali volte a organizzare iniziative dedicate all’ospitalità responsabile e a come viaggiare da remote worker. Gli hub verranno lanciati nel corso dell’anno.

 

Brindisi

Mete ideali dei lavoratori. Il Salento.

«In un momento di grandi rivoluzioni e cambi di rotta, le destinazioni emergenti si riposizionano in nuove geografie del turismo, del lavoro e della vita.

La sensibilità di Airbnb rappresenta per Brindisi una grande opportunità per proseguire con più forza ed entusiasmo nella co-creazione di una meta ideale per nomadi digitali ed esploratori di nuovi equilibri tra vita e lavoro.

La rilevanza del brand ci permette inoltre di promuovere una destinazione e al contempo una filosofia di nuova vita e nuovo lavoro al Sud: vista mare, illuminati dalla luce meravigliosa tipica della Puglia, accolti da una comunità locale appassionata e in fermento, con cui vivere il cambiamento in atto ispirati dalla possibilità di esserne protagonisti» ha dichiarato Emma Taveri, assessore al Turismo, Marketing territoriale e Creatività del Comune di Brindisi.

Il Friuli-Venezia Giulia

«Il Friuli-Venezia Giulia è un territorio aperto a ogni forma di innovazione dell’organizzazione e delle modalità di lavoro, che pone particolare attenzione alla qualità della vita, alla conciliazione vita-lavoro e all’impatto sociale delle attività di impresa sul territorio e nelle comunità.

Proprio per questo a ottobre organizzeremo il primo forum delle società benefit. Ci fa enorme piacere essere stati selezionati tra le destinazioni mondiali più desiderabili per i lavoratori da remoto e avere l’occasione di collaborare con un partner prestigioso come Airbnb.

In questa legislatura abbiamo posto grande attenzione allo sviluppo del turismo, al tema dell’attrazione di investimenti e dei talenti e siamo pronti a cogliere le opportunità globali grazie agli investimenti significativi fatti in questi anni per rendere il Friuli-Venezia Giulia una destinazione attrattiva per i viaggiatori, siano essi turisti o cosiddetti nomadi digitali».

Queste le parole di Alessia Rosolen e Sergio Emidio Bini, rispettivamente assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia e assessore alle Attività produttive e Turismo della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, artefici della candidatura regionale tramite le Direzioni e le Agenzie Lavoro & SviluppoImpresa e Promoturismo FVG.

Le 20 destinazioni che Airbnb metterà in luce includono:

Baja California Sur, Messico.

Bali, Indonesia.

Brindisi, Puglia, Italia.

Buenos Aires, Argentina.

Caraibi.

Isole Canarie, Spagna.

Città del Capo, Sudafrica.

Colombia.

Dubai, Emirati Arabi Uniti.

Friuli-Venezia Giulia, Italia.

Lisbona, Portogallo.

Malta.

Città del Messico, Messico.

Palm Springs, California, Stati Uniti.

Queensland, Australia.

Francia rurale.

Salzkammergut, Austria.

Tampa Bay, Florida, Stati Uniti.

Thailandia.

Tulsa, Oklahoma, Stati Uniti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteEconomia in ritirata: la situazione fintech e il fenomeno shrinking
Prossimo articoloMorto Eugenio Scalfari, fondatore di la Repubblica e L’Espresso