Amazon punta sul food delivery e investe in Deliveroo

0
1415
deliveroo rider

Il colosso dell’e-commerce di Seattle entra nel capitale di Deliveroo, la piattaforma di consegna di cibo a domicilio. Come annuncia la società inglese in una nota, Amazon ha partecipato a un round di investimento da 575 milioni di dollari insieme a fondi che avevano già investito in Deliveroo (T. Rowe Price, Fidelity Management, Research Company e Greenoaks). La raccolta complessiva sale così a 1,53 miliardi di dollari.

Il nuovo finanziamento sarà destinato ad allargare il team di ingegneri, con nuovi assunzioni nella sede di Londra, a sviluppare nuovi servizi e aumentare la portata delle consegne. Nel comunicato, l’azienda fa riferimento anche a prodotti a suppporto dei ristoranti e «nuovi strumenti che offrano ai riders un lavoro flessibile e ben retribuito».

«Amazon è stata una fonte d’ispirazione per me personalmente e per l’azienda, e non vediamo l’ora di lavorare con un’organizzazione così ossessionata dal cliente» ha commentato Will Shu, founder e Ceo di Deliveroo. «Questa è una grande notizia per i settori tecnologia e ristorazione, contribuirà a creare posti di lavoro in tutti i Paesi in cui operiamo».

Da tempo Amazon punta al food, per esempio con Restaurants, che effettua consegne a domicilio negli Stati Unit (ma è stato chiuso nel Regno Unito). Nel 2017 ha anche acquistato la catena di supermercati Whole Food e ha lanciato i supermarket senza casse Amazon Go. Ma, sul fronte delivery, deve confrontarsi con la concorrenza di forti competitor, come Just Eat e Uber Eats.

Da investment banker a startupper

L’idea di una piattaforma che mette in contatto ristoranti, fattorini e clienti è nata nel 2013. William Shu, 39 anni, americano, lavorava come investment banker a Londra. «Trascorrevo tantissimo tempo in ufficio e ordinavo il cibo, ma la qualità era molto bassa. I ristoranti che amavo di più non avevano alcun interesse a organizzare un loro servizio di consegna» ha raccontato. Così Shu ha creato Deliveroo, che oggi è attivo in oltre 500 città di 14 Paesi, dal Regno Unito a Hong Kong, Italia inclusa. Conta 2500 impiegati e 60mila riders.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.