Apple lancia il suo “Buy Now Pay Later”: pagamenti in 4 rate

1586
apple
Tim Cook, Ceo di Apple, alla WWDC 2022

Dopo la pioniera svedese Klarna o l’italiana Scalapay, tante fintech e qualche big tech, anche Apple lancia il suo sistema di pagamento “buy now pay later”. La novità è stata rivelata durante l’annuale conferenza degli sviluppatori della Mela, la Worldwide Developers Conference 2022, a Cupertino dal 6 al 10 giugno.

Ad aprire l’evento il Ceo Tim Cook, sul palco, di nuovo in presenza dopo i due anni di pandemia. «Lo scorso anno abbiamo visto milioni di sviluppatori alla conferenza (online) e oggi ci aspettiamo di vederne ancora di più: si è creata una comunità di 34 milioni di professionisti» ha detto. «Coltiviamo la prossima generazione di sviluppatori e lavoriamo anche per i gruppi sottorappresentati».

Tanti i prodotti presentati alla WWDC 2022, dal nuovo MacBook Air al chip proprietario M2, gli aggiornamenti del sistema operativo, i software. E poi l’Apple Pay Later, che farà concorrenza alle fintech e ai grandi della tecnologia (come Amazon) già entrati nel “buy now pay later”. Un settore che potrebbe arrivare a crescere oltre il 50% solo nel 2022 (fonte Global X)

Il sistema permette di suddividere il costo di un acquisto effettuato con Apple Pay in quattro rate, tutte dello stesso importo, da pagare nell’arco di sei settimane, senza interessi e zero commissioni. Sarà disponibile prima negli StatiUniti, come spesso avviene con le novità di Apple, e poi esteso ad altri Paesi.

«Integrata in Wallet di Apple, la funzione è pensata per rispondere alle esigenze finanziarie degli utenti e delle utenti» spiega l’azienda di Cupertino. Si possono monitorare e rimborsare i pagamenti a rate all’interno dell’app. Per usufruire del servizio, basta selezionare l’apposita opzione al momento dell’acquisto con Apple Pay o in Wallet.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteMillionaire investe nelle edicole Quotidiana
Prossimo articoloEmigrante o Expat?