Ha avviato un mulino raccogliendo fondi su Facebook. Ora lancia un secondo crowdfunding da un milione di euro

0
4296

Per salvare l’ultimo mulino a pietra della Calabria Stefano Caccavari, 28 anni, ha lanciato un appello su Facebook. Gli hanno risposto in tantissimi. E 101 persone hanno acquistato una quota. Ora è pronto a inaugurare il secondo mulino in Val d’Orcia, grazie al crowdfunding.

In 90 giorni ha raccolto 500mila euro per avviare un mulino per la macinatura a pietra di grani antichi locali in Calabria. Grazie a un appello lanciato su Facebook. Stefano Caccavari, 28 anni, sta rivoluzionando il mondo dei finanziamenti alle imprese. È ideatore del Mulino di San Floro. Sognava di andare negli States e creare una startup digitale. Ma ha creato Mulinum. «Abbiamo ripreso a coltivare grano Senatore Cappelli e Rosso antico» ha raccontato Stefano a Millionaire.

Il mulino è stato inaugurato a gennaio, con grande successo. La storia di Stefano ha avuto una grande eco e le richieste per partecipare al progetto non si sono fermate. Così il giovane imprenditore ha lanciato una seconda raccolta, pronto ad avviare un altro mulino in Val d’Orcia, in provincia di Siena.

Per finanziare l’impresa Stefano punta a raccogliere 1 milione di euro in crowfunding. Le quote partono da 1000 euro.

«Dal giorno in cui ho trovato la mia vocazione, sono diventato come un carro armato che va avanti e spiana ogni difficoltà. E in Calabria le difficoltà sono enormi. Mi sono concentrato sul processo per realizzare il mio sogno, più che sul risultato. Ed è stato fighissimo» ci aveva spiegato Stefano dopo la sua prima campagna online.

Info: www.mulinodisanfloro.it

L’intervista a Stefano Caccavari è stata pubblicata su Millionaire di luglio 2016, nell’articolo di Silvia Messa “Porto soldi al mio mulino”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.