Barilla e Plug and Play cercano idee e talenti per il futuro del food

641
pasta
Foto ©Istockphoto - master 1305

Lo storico gruppo di Parma e la piattaforma di open innovation si alleano per supportare i giovani innovatori. E per accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni per un futuro sostenibile e tech dell’alimentare. Così Barilla e Plug and Play aprono le candidature per Good Food Makers, un acceleratore globale di startup del food. Si cercano idee e talenti, in ambito ag-tech e food tech. C’è tempo fino al 22 luglio per partecipare.

Premi e requisiti

Saranno quattro le startup selezionate. Ognuna riceverà 10mila dollari a supporto del proprio progetto. Parteciperà a un programma di accelerazione di otto settimane, lavorando insieme ai manager Barilla per sviluppare e testare nuove idee. In più, avrà l’opportunità di future collaborazioni con il gruppo.

Le proposte dovranno rientrare in uno dei quattro ambiti: AgroTech (per migliorare le pratiche agronomiche e la gestione di qualità e sicurezza alimentare); prodotto e servizio (per rendere premium l’esperienza del delivery di pasta box); produzione sostenibile (intelligenza artificiale per ridurre i consumi energetici); innovazione tecnologica (con focus sull’essiccazione della pasta e la cottura dei prodotti da forno, per migliorare efficienza, qualità e/o fornire nuove caratteristiche sensoriali.

L’open innovation per il food

Il programma Good Food Makers, alla sua quarta edizione, si avvale per la prima volta della collaborazione di Plug And Play, che ad oggi è la più grande piattaforma di open innovation al mondo, con una rete di 45mila startup, oltre 500 aziende e centinaia di venture capital, università, agenzie governative. Dal momento del lancio nel 2017, il suo Food&Beverage Program ha accelerato più di 200 startup a livello globale.

«Il nostro obiettivo è far dialogare in modo proficuo le più grandi aziende alimentari del mondo con le startup che stanno rivoluzionando il settore» spiega Andrea Zorzetto, Managing Partner di Plug And Play Italy.

«Da quest’anno possiamo contare sulla partnership con Plug And Play, che rafforzerà ulteriormente la nostra capacità di raggiungere le migliori startup del mondo AgTech e FoodTech» ha commentato Claudia Berti, Barilla Global Open Innovation Senior manager.

Info e candidature: www.plugandplaytechcenter.com

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteValentino Rossi sbarca nel metaverso: «È una nuova avventura che mi entusiasma»
Prossimo articoloOrangogo, nuovo round per il motore di ricerca degli sport